Search
  • Redazione

Anas' reply: «Unjustified and without foundation attack by the Sicilian Region»

«Yet another unjustified and uncorresponding to facts attack. Moreover, surprising in the light of the constant information that Anas dedicates to the Region on all business activities on the island and the critical issues that it manages daily with great commitment. The work carried out by Anas and the dedication of its employees cannot be thwarted by news without foundation and damaging to the corporate image». Anas thus responds to the announcement of the regional government to initiate legal action for damages.



The clash with the regional government is now total. And Anas responds by providing a series of data that would demonstrate its commitment to the Island, responding blow by blow to the critical issues listed by the Region. Starting with the Himera viaduct, on the A19 Palermo-Catania, which «was damaged due to a landslide movement that the Region should have monitored, contained and mitigated, and for which Anas reserves the right to take legal action against the Region itself». The comparison with the Morandi bridge in Genoa, then, for Anas «does not make any sense», because that is a work carried out in extraordinary regime while for the Himera «Anas works in ordinary procedure to rebuild it». In any case, Anas still points out, the completion of the work, 11 million euros, is «scheduled for the summer, a few months later than the original schedule for reasons that are absolutely independent of Anas's will».


Anas speaks of planned maintenance tripled from 2017 to the present day: planned maintenance work amounts to over 1.5 billion. From 2018 to date, Anas has approved and financed 293 projects, for a total investment of 574 million euros. A total of 134 construction sites have been completed for an investment of 264 million euros and 193 new sites have been started, for an investment of 358 million euros.

The total production for scheduled maintenance works was about 65 million in 2017, 85 million in 2018 and the same in 2019, tripling the average production in the years 2014-2016.

More than half of the work currently underway, Anas says, is operating on motorway construction sites under direct Anas management, for about €130 million and, of these, a large part is absorbed by the A19 "Palermo-Catania" motorway for which, as is well known, an investment plan of more than €850 million is underway. This huge investment - aimed at the complete redevelopment of the motorway. To date, along the A19, an investment quota corresponding to approximately 208 million has been made. There are currently 11 construction sites on the A19 with 154 workers at work.

The list continues. But last night came a reply from Infrastructure Councillor Marco Falcone. «Trivial answers- he said -. See you in court». In short, the die is cast.



(ITA) La replica di Anas: «Attacco della Regione Siciliana ingiustificato e senza fondamento»,


«L’ennesimo attacco ingiustificato e privo di rispondenza ai fatti reali. Peraltro, sorprendente alla luce della costante azione informativa che Anas dedica alla Regione su tutte le attività aziendali nell’isola e sulle criticità che gestisce quotidianamente con grande impegno. Il lavoro svolto da Anas e la dedizione dei suoi dipendenti non può essere vanificato da notizie prive di fondamento e lesive dell’immagine aziendale». Anas replica così all’annuncio del governo regionale di avviare un’azione legale per danni.


Lo scontro con il governo regionale è ormai è totale. E Anas replica fornendo una serie di dati che dimostrerebbero il suo impegno nell’Isola, rispondendo colpo su colpo alle criticità elencate dalla Regione. A cominciare dal viadotto Himera, sulla A19 Palermo-Catania, che «fu danneggiato a causa di un movimento franoso che la Regione avrebbe dovuto monitorare, contenere e mitigare, e per il quale Anas si riserva di adire le vie legali nei confronti della stessa Regione». Il confronto col ponte Morandi di genova, poi, per Anas «non ha alcun senso», perché quella è un’opera realizzata in regime straordinario mentre per l’Himera «Anas lavora in procedura ordinaria per ricostruirlo». In ogni caso, precisa ancora Anas, l’ultimazione dei lavori, 11 milioni di euro, è «prevista in estate, in ritardo di qualche mese rispetto al cronoprogramma originario per cause che sono assolutamente indipendenti dalla volontà di Anas».


Anas parla di manutenzione programmata triplicata dal 2017 ad oggi: gli interventi in manutenzione programmata ammontano ad oltre 1,5 miliardi. Dal 2018 ad oggi Anas ha approvato e finanziato 293 progetti, per un investimento complessivo di 574 milioni di euro. Complessivamente sono stati conclusi 134 cantieri per 264 milioni di investimento e sono stati avviati 193 nuovi cantieri, per un investimento di 358 milioni.

La produzione complessiva per lavori di manutenzione programmata è stata di circa 65 milioni nel 2017, 85 milioni nel il 2018 e altrettanto nel 2019, triplicando la produzione media degli anni 2014-2016.

Oltre la metà degli interventi attualmente in corso, dice Anas, è operativa su cantieri di autostrade in gestione diretta Anas, per circa 130 milioni di euro e, di questi, larga parte sono assorbiti dall'autostrada A19 "Palermo-Catania" per la quale è in corso, come noto, un piano di investimenti da oltre 850 milioni di euro. Questo ingente investimento - finalizzato alla completa riqualificazione dell’autostrada. Ad oggi, lungo l’A19, è stata realizzata una quota di investimento corrispondente a circa 208 milioni di euro. Sull'A19, attualmente, sono attivi 11 cantieri con 154 operai a lavoro.

L’elenco continua. Ma ieri sera è arrivata la replica dell’assessore alle Infrastrutture Marco Falcone. «Risposte banali. Ci vediamo in tribunale». Insomma, il dado è tratto.