Search
  • Gianluca Reale

Angelo Villari new secretary of PD in Catania

Angelo Villari is the new provincial secretary of the Democratic Party in Catania. Secretary in pectore for the truth, but already in the exercise of the functions. Nothing new under the sun, given that Villari was already the only candidate for the secretariat. The party's guarantee commission "certified" that his was the only candidate and therefore essentially invested him with the function of political secretary in pectore which will see the proclamation by the provincial assembly as the Covid emergency subsides. 19. Assembly that is being planned to be held in May, also by videoconference.

«The resolution certifying my unique candidacy as provincial secretary of the PD in Catania and which attributes me the role of political secretary in pectore - says Villari - makes me proud and brings out the sense of a heavy responsibility in me. First of all, I thank the Provincial Commission for the Congress for the effort made in such a complex moment and all the managers and members of the PD in Catania who wanted to jointly support my candidacy».

Finally a test of unity? «This unity of the Catania party represents for me a value that will not be lost and that we all assume together. There is no doubt that the ongoing pandemic is marking our society and also our territory. But political action cannot and must not stop».

Villari takes charge of restarting a party that in the administrative elections in Catania did not even present the symbol. «We are faced with a task of making the Democratic Party once again a protagonist in an area which at this stage faces, in addition to the health issue, extremely difficult economic and social problems. It is essential that the party reorganize itself and resume its journey by leveraging the participation of the thousands of members, sympathizers and voters who, in all the communities of our province, confidently look to our work and to the new party that with the congress national team of 2019 has made its political action clear and reinforced».


So, an "open party" that also looks outside? «Confrontation and dialogue within and outside our operating perimeter are a priority. The gradual recovery after the lockdown must be an opportunity to start a profitable confrontation with the social and productive forces that animate the territory, the network of associations, the world of culture and all civil society to create a hotbed of proposals. and ideas for the revitalization of our province».

What are its key points? «The relaunch cannot be separated from a battle that affirms, above all, the fight against crime and the mafias, together with the centrality of good and full employment through a development that supports all businesses (small, medium, artisanal together with professional activities), the principle of solidarity together with the strengthening of public services (health, welfare, education) which must guarantee fundamental rights in order not to leave only any citizen».

Among the many to congratulate Villari there is also Enzo Bianco, in whose last syndication Villari was councilor for Welfare: «I wish with all my heart good work to Angelo - says Bianco - who is a careful and serious connoisseur of our territory. We need a strong, cohesive PD, finally protagonist. Not for rearguard battles, but to give a high-level political perspective, a mode of participation that involves the best energies and ideas. Even the city of Catania needs an active party that organizes itself immediately with its structure. With the circles, with the various leaders, with the many activists, with representatives of civil society who believe in democratic values. We will be alongside Villari, as well as the next regional secretary, to work together with the national secretariat and build a leading party».


(ITA) Angelo Villari nuovo segretario del Pd a Catania


Angelo Villari è il nuovo segretario provinciale del Pd a Catania. Segretario in pectore per la verità, ma già nell’esercizio delle funzioni. Nulla di nuovo sotto il sole, visto che Villari era già l’unico candidato alla segreteria. La commissione di garanzia del partito ha “certificato” che la sua era l’unica candidatura e quindi in sostanza lo ha investito della funzione di segretario politico in pectore che vedrà la proclamazione da parte dell'assemblea provinciale all'attenuarsi dell'emergenza Covid-19. Assemblea che si sta pensando di realizzare a maggio, anche in videoconferenza.


«La delibera che certifica la mia candidatura unica a segretario provinciale del PD catanese e che mi attribuisce la funzione di segretario politico in pectore – dice Villari - mi inorgoglisce e fa emergere in me il senso di una pesante responsabilità. Ringrazio prima di tutto la Commissione Provinciale per il Congresso e tutti i dirigenti e gli iscritti al PD che hanno voluto unitariamente sostenere la mia candidatura».


Finalmente una prova di unità?

«Questa unità del partito catanese rappresenta per me un valore che non sarà disperso e che tutti assieme assumiamo. Nonostante la pandemia, l’azione politica non può e non deve fermarsi».


Villari, si prende carico di fare ripartire un partito che alle elezioni amministrative a Catania non ha neanche presentato il simbolo.

«Ci attende un compito impegnativo, rendere il Partito Democratico nuovamente protagonista su un territorio che in questa fase affronta problemi difficilissimi sul piano economico e sociale. È essenziale che il partito si riorganizzi e riprenda il suo cammino facendo leva sulla partecipazione delle migliaia di tesserati, di simpatizzanti e di elettori che, in tutte le comunità della nostra provincia, con fiducia guardano al nostro operato e al partito nuovo che con il congresso nazionale del 2019 ha reso chiara e rafforzata la sua azione politica».


Quindi, “partito aperto” che guarda anche all’esterno?

«Il confronto e il dialogo all’interno e all’esterno del nostro perimetro operativo è una priorità. La graduale ripresa dopo il lockdown dovrà essere l’occasione per avviare un proficuo confronto con le forze sociali e produttive che animano il territorio, la rete dell’associazionismo, il mondo della cultura e tutta la società civile per dar vita ad una fucina di proposte e di idee per il rilancio della nostra provincia».


Quali sono i suoi punti cardine?

«Il rilancio non può prescindere da una battaglia che affermi prima di tutto la lotta alla criminalità e alle mafie, insieme alla centralità della buona e piena occupazione attraverso uno sviluppo che sostenga tutte le imprese (piccole, medie, artigianali insieme alle attività professionali), il principio della solidarietà insieme al rafforzamento dei servizi pubblici (sanità, welfare, istruzione) che devono garantire i diritti fondamentali per non lasciare solo nessun cittadino».


Tra i tanti a congratularsi con Villari c’è anche Enzo Bianco, nella cui ultima sindacatura Villari è stato assessore al Welfare: «Auguro con tutto il cuore buon lavoro ad Angelo – dice Bianco – che è un attento e serio conoscitore del nostro territorio. Abbiamo bisogno di un PD forte, coeso, finalmente protagonista. Non per battaglie di retroguardia, ma per dare una prospettiva politica di alto livello, una modalità di partecipazione che coinvolga le energie e le idee migliori. Anche la città di Catania ha bisogno di un partito attivo che si organizzi subito con la sua struttura. Con i circoli, con i vari dirigenti, con i tanti attivisti, con esponenti della società civile che credono nei valori democratici. Saremo a fianco di Villari, così come del prossimo segretario regionale, per lavorare insieme alla Segreteria nazionale e costruire un partito protagonista».