Search
  • Gianluca Reale

Archaeological Sicily, the new app to virtually visit parks and museums


Museums and archaeological parks closed due to Coronavirus? A new app of the Region arrives to visits them with virtual tours. The application is called "Archaeological Sicily" and was created by the Department of Cultural Heritage. The app is free for smartphones and tablets and can be downloaded from Google Play and the App Store. It offers a virtual tour in 14 Sicilian archaeological parks and in the underwater itineraries of the Superintendence of the Sea, with a rich collection of images and texts. «We want to offer - underlines the governor Nello Musumeci - a rich and varied multimedia proposal to stay close to the many virtual fans and tourists, providing ideas for a deepening and a moment of knowledge, even while staying at home». On the web it is possible to "visit" the Sicilian archaeological heritage and museums also from the websites of the Parks, museums, libraries and archaeological areas. The portals of the Park of the Valley of the Temples of Agrigento, of the Park of Selinunte, of the Park of Naxos and Taormina, of the Roman Villa of the Casale, of the Park of Catania, of the Park of Segesta , of the Parco Lilibeo in Marsala offer numerous insights and a rich gallery of images.


The Pepoli Museum in Trapani, the Rice Museum in Palermo and the Palazzo D’Aumale in Terrasini also allow a visit to the online collections.

Online consultation services are also available for the regional libraries of Palermo and Messina, as well as downloadable materials and publications (in pdf format) of the regional inventory and cataloging center and of the center for planning and restoration.


The Superintendency of the Sea offers the possibility to access the editorial publications produced since 2004 and to be able to admire the underwater cultural itineraries on its youtube channel.

(mosaics at Villa del casale in Piazza Armerina)


Furthermore, thanks to "Google Arts & Culture" the Park of the Valley of the Temples in Agrigento is accessible in a virtual way with guided tours and insights on the beauties of the most visited archaeological site in Sicily. Access can be made from the Valle dei Templi website, or by downloading the "Google Arts & Culture" application. Even Coopculture, concessionaire of additional services for the Sicilian Region, allows you to browse the cultural places of the Island with "Culture at home", a web platform with which you can create interesting experiences of visiting, playing and entertainment, also for the little ones, in various sites such as the Palazzo della Zisa and the Salinas Museum in Palermo, the Valley of the Temples in Agrigento, the Cloister of the Cathedral of Monreale. In this period the audio guides are free thanks to the "Audio Culture" App. Finally, on the website of Aditusculture, concessionaire of additional services for eastern Sicily, the Paolo Orsi Museum of Syracuse, the Neapolis, the Maniace Castle, the Galleria di Palazzo Bellomo, the Museum of Messina, the archaeological area are presented with texts and images of Tindari, the Roman Villa of Patti and the Lipari Museum.


Musei e parchi archeologici chiusi a causa del Coronavirus? Arriva l’app della Regione che permette edi visitarli con tour virtuali. L’applicazione si chiama “Sicilia archeologica” ed è stata realizzata dall'assessorato dei Beni culturali. L’app è gratuita per smartphone e tablet e può essere scaricata da Google Play e App Store. Propone il tour virtuale in 14 Parchi archeologici siciliani e negli itinerari subacquei della Soprintendenza del Mare, con una ricca collezione di immagini e testi.

«Vogliamo offrire – sottolinea il governatore Nello Musumeci - una ricca e variegata proposta multimediale per rimanere vicini ai tanti appassionati e turisti virtuali, fornendo spunti per un approfondimento e un momento di conoscenza, anche rimanendo a casa».

Sul web è possibile “visitare” i beni archeologici e i musei siciliani anche dai siti internet dei Parchi, dei musei, delle biblioteche e delle Aree archeologiche. I portali del Parco della Valle dei Templi di Agrigento, del Parco di Selinunte, del Parco di Naxos e Taormina, della Villa romana del Casale (https://www.villaromanadelcasale.it/) , del Parco di Catania, del Parco di Segesta, del Parco Lilibeo offrono numerosi spunti di approfondimento e una ricca galleria di immagini. Anche il Museo Pepoli di Trapani, il Museo Riso di Palermo e il Palazzo D’Aumale di Terrasini consentono una visita delle collezioni online.

Disponibili anche i servizi di consultazione online per le Biblioteche regionali di Palermo e Messina, nonché i materiali e le pubblicazioni scaricabili (in formato pdf) del Centro regionale dell’inventario e catalogazione e del Centro per la progettazione e il restauro.

La Soprintendenza del Mare offre la possibilità di accedere alle pubblicazioni editoriali prodotte fin dal 2004 e di potere ammirare gli itinerari culturali subacquei sul suo canale youtube.

Inoltre, grazie a “Google Arts & Culture” il Parco della Valle dei Templi di Agrigento è accessibile in maniera virtuale con tour guidati e approfondimenti sulle bellezze del sito archeologico più visitato di Sicilia. L’accesso può essere effettuato dal sito della Valle dei Templi (www.parcovalledeitempli.it), oppure scaricando l'applicazione “Google Arts & Culture”.

Anche Coopculture, concessionario dei servizi aggiuntivi per la Regione Siciliana, consente di navigare all’interno dei luoghi culturali dell'Isola con “Culture at home”, una piattaforma web con la quale si possono realizzare interessanti esperienze di visita, gioco e intrattenimento, anche per i più piccoli, in vari siti come il Palazzo della Zisa e il Museo Salinas di Palermo, la Valle dei Templi ad Agrigento, il Chiostro del Duomo di Monreale. In questo periodo le audioguide sono gratuite grazie all'App “Audio Culture” (https://cultureathome.coopculture.it/).

Infine, sul sito web di Aditusculture, concessionario dei servizi aggiuntivi per la Sicilia orientale vengono presentati con testi e immagini il Museo Paolo Orsi di Siracusa, la Neapolis, il Castello Maniace, la Galleria di Palazzo Bellomo, il Museo di Messina, la zona archeologica di Tindari, la Villa romana di Patti e il Museo di Lipari.