Search
  • Gianluca Reale

Architecture, here is the project of the new judicial offices in Catania signed by Modostudio

Five levels above ground, two underground for a parking of about 13 thousand square meters, service rooms, large outdoor spaces accessible to all, the view of the sea returned to the city.

The winning project of the design competition organized by the Region is signed by Modostudio of Rome (Martocchia, Cibinel, Laurenti) with a wide partnership of Sicilian studios and professionals: Commaengineering (Giuseppina Cellino Caudo, Antonino Salanitro, Giulia La Ganga Vasta, Cesare Costantino, Salvatore Rigaglia, Claudio Carbone, Salvatore Asero, Luigi Asero, Antonino Russo, Salvatore Contrafatto, Daniele Piazzese, Marilina Asero), Stancanelli-Russo associates (Antonio Russo, Ignazio, Anna and Emanuele Stancanelli, Vincenzo Sichera, Francesca Garozzo, Giada Randisi, Alessia Lo Bianco) and professional freelancers Claudio Consoli, Melita Pennisi, Rosario Rosso, Salvatore Palillo.


The project, chosen among the five finalists also for its energy efficiency characteristics, was evaluated by the committee chaired by the Director of the Department of Civil Engineering and Architecture of the University of Catania, Enrico Foti. The commission evaluated each project only on the basis of a code, without knowing the author.


The five finalists will share the total "prize" of 160 thousand euros, 16 thousand to each project from second to fifth place, 94 thousand euros to the winners. They will have to prepare the feasibility project by September. Then, there will be the drafting of the executive project: the expected fee is one and a half million euros, already lowered by 20% compared to professional rates. The construction site management will be entrusted to civil engineering. All the 85 projects that have been submitted to the competition will be presented in an exhibition.


Red more:

Today the was presented in Catania



(ITA) Architettura, ecco il progetto dei nuovi uffici giudiziari di Catania firmato da Modostudio


Cinque livelli fuori terra, due interrati per un parcheggio di circa 13mila mq, locali di servizio, ampi spazi all’aperto fruibili da tutti, la vista del mare restituita alla città.


A firmare il progetto vincitore del concorso di progettazione indetto dalla Regione è Modostudio di Roma (Martocchia, Cibinel, Laurenti) col un’ampia partnership di studi e liberi professionisti siciliani: Commaengineering (Giuseppina Cellino Caudo, Antonino Salanitro, Giulia La Ganga Vasta, Cesare Costantino, Salvatore Rigaglia, Claudio Carbone, Salvatore Asero, Luigi Asero, Antonino Russo, Salvatore Contrafatto, Daniele Piazzese, Marilina Asero), Stancanelli-Russo associati (Antonio Russo, Ignazio, Anna ed Emanuele Stancanelli, Vincenzo Sichera, Francesca Garozzo, Giada Randisi, Alessia Lo Bianco) e i liberi professionisti Claudio Consoli, Melita Pennisi, Rosario Rosso, Salvatore Palillo.


Il progetto, scelto tra i cinque finalisti anche per le caratteristiche di efficienza energetica, è stato valutato dalla commissione presieduta dal direttore del Dipartimento di Ingegneria Civile e Architettura dell’Università di Catania, Enrico Foti. La commissione ha valutato ogni progetto solo in base a un codice, senza conoscerne l’autore. I cinque finalisti si divideranno il “premio” complessivo di 160 mila euro, 16mila a ciascun progetto dal secondo al quinto posto, 94 mila euro ai vincitori. I quali dovranno approntare il progetto di fattibilità per settembre. Poi, ci sarà la stesura del progetto esecutivo: il compenso previsto è di un milione e mezzo di euro, già ribassato del 20% rispetto alle tariffe professionali. La direzione lavori del cantiere, invece sarà affidata al genio civile. Tutti gli 85 progetti prevenuti al concorso saranno presentati in una mostra.


leggi anche:

Il progetto è stato presentato a Catania