Search
  • Redazione

Calcio Catania, Fabio Pagliara: «Now roll up our sleeves»

«There's no time to cheer, even if saving the freshman is a "miracle" and there will be time to explain it. Now we need to roll up our sleeves». Fabio Pagliara, one of the two men who are the symbol of the company which bought Calcio Catania, posted on Facebook the next moves that Sigi, the company that won the competitive procedure called by the court for the sale of the club rossazzurro.



Therefore, «new shareholds to strengthen an already solid project, a campaign-subscription that makes Sigi feel the closeness of the environment and the fans to share the path; an important work to involve the many Catanese abroad, professionals and fans in love, priceless heritage of identity and strong ties with Catania and its colors; a marketing and communication strategy in which football and territory intersect, look in the same direction, point to the growth of the team and the enhancement of its tangible and intangible heritage.


«First of all, however - Pagliara says - it will be necessary to enroll the team in the championship and entrust the sports area with a season to face head-on, aware of having saved the history of the freshman 11700, but ready on the field to sell their skin dearly. It is up to us to become credible again towards our people, first of all, and towards the football institutions. Catania must be a glass house: we suffer together, we fight together, we grow together, we win together. Now to work, each in his own place and with precise responsibilities. The team is everything».



(ITA) Calcio Catania, Fabio Pagliara: «Ora rimboccarsi le maniche»


«Non c’è tempo per esultare, anche se aver salvato la matricola è un “miracolo” e ci sarà tempo per spiegarlo. Ora occorre rimboccarsi le maniche». Fabio Pagliara, uno dei due uomini simbolo della cordata di imprenditori che è riuscita a rilevare il Calcio Catania, posta su Facebook le prossime mosse che la Sigi, la società che ha vinto la procedura competitiva indetta dal tribunale per la vendita del club rossazzurro,


Quindi, «nuovi soci per rafforzare un progetto già solido, una campagna-abbonamenti che faccia sentire a Sigi la vicinanza dell’ambiente e ai tifosi la condivisione del percorso; un lavoro importante per coinvolgere i tanti catanesi all’estero, professionisti e tifosi innamorati, patrimonio inestimabile di identità e legame forte con Catania e i suoi colori; una strategia di marketing e comunicazione nella quale calcio e territorio si intersechino, guardino nella medesima direzione, puntino alla crescita della squadra e alla valorizzazione del suo patrimonio materiale e immateriale».


«Prima di tutto, però - dice Pagliara - servirà iscrivere la squadra al campionato e affidare all’area sportiva una stagione da affrontare a testa alta, consapevoli di aver salvato la storia della matricola 11700, ma pronti sul campo a vendere cara la pelle. A noi il compito di tornare credibili nei confronti della nostra gente, prima di tutto, e nei confronti delle istituzioni calcistiche. Il Catania dovrà essere una casa di vetro: si soffre insieme, si lotta insieme, si cresce insieme, si vince insieme. Adesso al lavoro, ciascuno al proprio posto e con responsabilità precise. La Squadra è tutto».

Subscribe to Our Newsletter

SicilianNews

Write to info@siciliannews.com

 

ABOUT

CONTACT

ADVERTISE

  • White Facebook Icon
  • Bianco Twitter Icon
  • Bianco YouTube Icona

© 2020 by U.media Srl. - website created with Wix.com