Search
  • Redazione

Capaci Massacre, Mannino (CGIL): «Do not let mafia take advantage of coronavirus»


«The best way to remember Judge Falcone and the other victims of the Capaci massacre and to honor their memory is not to allow mafia and crime, parasites of society, to draw

advantage from the current crisis situation and the state of need in which many people are facing», the general secretary of the CGIL Sicily, Alfio Mannino, says on the eve of the anniversary of the Capaci massacre.


«The investigations and arrests of these days - Mannino notes - offer us a disturbing cross-section and give us an account of the fact that the underworld runs throughout the country, also taking advantage of the critical situation, as long as there is profit. Our fear today is that the mafias, taking advantage of the health crisis and the funding that is being activated, seek on the one hand more and more openings to infiltrate the economy, on the other social consensus among those in difficulty».


Mannino therefore calls on institutions, politics, civil society and democratic associations to «keep their guard high» to prevent mafia infiltrations and illicit enrichments. «Too many negative signs - Mannino notes - are coming on several fronts: from usury to attempts to appropriate public funds. The health emergency - the CGIL secretary underlines - must not lead to steps back on the front of legality because this would mean slowing down and making the recovery of the economy more difficult. It would be a general setback, also on the cultural and social front. We cannot allow even legality to be among the victims of the Coronavirus. It would be an unsustainable step backwards, in contempt of the sacrifice of those who fought the mafia by paying the price of life».



(ITA) Strage Capaci, Mannino (Cgil): «Legalità non sia un'altra vittima del coronavirus»


«Il modo migliore per ricordare il giudice Falcone e le altre vittime della strage di Capaci e onorarne la memoria è non consentire che mafia e criminalità, parassiti della società, traggano

vantaggio dall’attuale situazione di crisi e dallo stato di necessità in cui versano molte persone”: lo dice il segretario generale della Cgil Sicilia, Alfio Mannino, alla vigilia dell’anniversario della strage di Capaci.


«Le inchieste e gli arresti di questi giorni - rileva Mannino - ci offrono uno spaccato inquietante e ci danno conto del fatto che il malaffare corre lungo tutto il Paese, approfittando anche delle

situazione critiche, purché ci sia guadagno. Il nostro timore è oggi che le mafie approfittando della crisi sanitaria e dei finanziamenti che vengono attivati cerchino da un lato sempre di più varchi per infiltrarsi nell’economia, dall’altro consenso sociale presso chi è in difficoltà».


Mannino lancia  dunque un appello alle istituzioni, alla politica, alla società civile e all’associazionismo democratico a “tenere alta la guardia” per impedire infiltrazioni mafiose e arricchimenti illeciti. «Troppi segnali negativi – rileva Mannino - stanno arrivando su più fronti: dall’usura ai tentativi di appropriazione di fondi pubblici. L’emergenza sanitaria - sottolinea il segretario della Cgil - non deve determinare passi indietro sul fronte della legalità perché questo significherebbe rallentare e rendere più difficile la ripresa dell’economia. Sarebbe un arretramento generale, anche sul fronte culturale e sociale. Non possiamo permettere che anche la legalità sia tra le vittime del Coronavirus. Si tratterebbe di un insostenibile passo indietro, in spregio del sacrificio di chi ha combattuto la mafia pagando il prezzo della vita».

Subscribe to Our Newsletter

SicilianNews

Write to info@siciliannews.com

 

ABOUT

CONTACT

ADVERTISE

  • White Facebook Icon
  • Bianco Twitter Icon
  • Bianco YouTube Icona

© 2020 by U.media Srl. - website created with Wix.com