Search
  • Redazione

Catania Airport, in July and August one million passengers. Here are all the active flights

Between July and August it is expected that transit passengers from Catania airport could approach one million, 45-50% of those at the same time in 2019.



This is the estimate made by the marketing and commercial management of SAC, the company that manages Catania airport. Which expresses "satisfaction" for "the reconfirmation by the various airlines of all national and almost all international destinations". Although the 2020 summer season started late due to the lockdown imposed to contain the contagion by Covid, in fact, there are many destinations reactivated to and from Catania since June. Numbers destined to increase.


Also this year Germany is the nation most connected with the Etna airport: from Catania it is possible to leave for 9 German cities (Berlin, Cologne, Düsseldorf, Frankfurt, Hamburg, Hanover, Munich, Stuttgart and the novelty of summer 2020, Dortmund).

France follows, with 8 cities reachable from Catania (Paris, Bordeaux, Lille, Lyon, Marseille, Nantes, Nice and Toulouse).

To and from the UK, 4 routes have been reactivated: London, Birmingham, Bristol and Manchester.

Spain, Switzerland, Romania and Poland see the restart of 3 routes for each country: Madrid, Barcelona, Seville; Basel, Geneva, Zurich; Bucharest, Bacau (new for summer 2020), Iasi; Warsaw, Katowice, Krakow.


Moreover, it will still be possible to fly to Austria (Vienna), Belgium (Brussels), Bulgaria (Sofia), Greece (Athens), Latvia (Riga), Luxembourg, Malta, Morocco (Casablanca and Marrakech), Holland (Amsterdam and Eindhoven), Ukraine (Kiev, new summer 2020), Hungary (Budapest) and Albania (Tirana, new summer 2020).


The destinations will increase from September, when the routes from Catania to Copenhagen and Stockholm will be reactivated.


Some non-EU destinations remain on standby (Istanbul, Dubai, Tel Aviv, Moscow and St. Petersburg), for which there are still limitations due to the measures implemented by the various countries to contain the contagion from Covid 19.


«We are slowly restarting with important numbers - the president and CEO of SAC, Sandro Gambuzza and Nico Torrisi say - but still quite far from what was our standard and the growth expected for the current year. We must be cautious, even though the forecasts show recovery, because we are still far from normal. We cannot hide how the aviation sector is still in deep crisis, and how urgent measures are needed to support the airport management companies: the enormous efforts we made during the peak of the pandemic and which we are still supporting today mean that the long wave of the crisis is still far from over».



(ITA) Aeroporto di Catania, tra luglio e agosto un milione di passeggeri. Tutti i voli attivi


Tra luglio e agosto si prevede che i passeggeri in transito dall'aeroporto di Catania potrebbero avvicinarsi a un milione, il 45-50% di quelli dello stesso periodo dell'anno scoso.


E' questa la stima fatta dalla direzione marketing e commerciale della SAC, la società che gestisce l'aeroporto di Catania. Che esprime «soddisfazione» per «la riconferma da parte delle diverse compagnie aeree di tutte le destinazioni nazionali e di quasi tutte quelle internazionali». Nonostante la stagione estiva 2020 sia partita in ritardo a causa del lockdown imposto per contenere il contagio da Covid, infatti, sono numerose le destinazioni riattivate da e per Catania sin dal mese di giugno. Numeri destinati ad aumentare. 


Anche quest’anno è la Germania la nazione più collegata con lo scalo etneo: da Catania è infatti possibile partire per 9 città tedesche (Berlino, Colonia, Düsseldorf, Francoforte, Amburgo, Hannover, Monaco, Stoccarda e la novità dell’estate 2020, Dortmund).

Segue la Francia, con 8 città raggiungibili da Catania (Parigi, Bordeaux, Lille, Lione, Marsiglia, Nantes, Nizza e Tolosa).

Da e per il Regno Unito sono state riattivate 4 rotte: Londra, Birmingham, Bristol e Manchester.

Spagna, Svizzera, Romania e Polonia vedono la ripartenza di 3 rotte per ciascun Paese: Madrid, Barcellona, Siviglia; Basilea, Ginevra, Zurigo; Bucarest, Bacau (novità dell’estate 2020), Iasi; Varsavia, Katowice, Cracovia.


E inoltre, sarà ancora possibile volare verso Austria (Vienna), Belgio (Bruxelles), Bulgaria (Sofia), Grecia (Atene), Lettonia (Riga), Lussemburgo, Malta, Marocco (Casablanca e Marrakech), Olanda (Amsterdam e Eindhoven), Ucraina (Kievnovità estate 2020), Ungheria (Budapest) e Albania (Tirana, novità estate 2020).


Le destinazioni aumenteranno da settembre, quando verranno riattivate le rotte da Catania verso Copenaghen e Stoccolma.


Restano in standby alcune destinazioni extra UE (Istanbul, Dubai, Tel Aviv, Mosca e San Pietroburgo), per le quali esistono ancora limitazioni dovute alle misure messe in atto dai diversi Stati per il contenimento del contagio da Covid 19. 


«Stiamo ripartendo lentamente con numeri importanti – dicono il presidente e l’amministratore delegato di SAC, Sandro Gambuzza e Nico Torrisi - ma ancora piuttosto lontani da quello che era il nostro standard e dalla crescita prevista per l’anno in corso . Dobbiamo essere prudenti, nonostante le previsioni mostrino ripresa, perché siamo ancora distanti dalla normalità. Non possiamo nascondere come il settore aereo sia tuttora in profonda crisi, e come occorrano misure urgenti per supportare le società di gestione degli aeroporti: gli sforzi enormi che abbiamo sostenuto durante il picco della pandemia e che ancora oggi sosteniamo, fanno sì che l’onda lunga della crisi sia ancora ben lontana dall’esaurirsi».