Search
  • Redazione

Catania bets on design competitions for best spending of Eu funds


The guidelines illustrated by councilor Sergio Parisi during the focus of #CataniaSicura, with the representatives of the construction supply chain.


Public works in Catania turn the page. At least in intentions. Several design competitions, assignment of the works supervision to professionals external to the municipal administration, commitment to well spending the community funds starting from the works that will soon start for an amount of about 30 million euros. It will be necessary to see what the framework of rules will be to guarantee transparency and impartiality of choices.


Meanwhile, this is the innovative step that came out of the focus of #CataniaSicura, which saw the representatives of the construction supply chain and the municipal administration, together for an alignment on the next steps related to public works.


The table was attended by: Ance (president Giuseppe Piana), Order of Architects (president Alessandro Amaro, secretary Maurizio Mannanici and Councilor Eleonora Bonanno); Order of Engineers (president Giuseppe Platania), College of Surveyors (president Agatino Spoto); the Councilor for Community Policies of the Municipality of Catania Sergio Parisi; the director of the Community Policies Department Fabio Finocchiaro and the official Gianluca Emmi (technical design of Community and national Operational Plans).


«A meeting wanted by both sides - the representatives of the professional categories explained - for an update on progress and a synergy on the actions to be put in place to speed up bureaucratic procedures relating to planning. As per our request, the councilor Parisi communicated to the table that the way forward will be that of the "design competitions" (model already successfully tested for the new Judicial Citadel, editor's note), which will allow administrative acceleration, while ensuring at the same time quality and sustainability of the works. As well as the outsourcing of the design and construction supervision (with the assignment to freelancers), where it will be feasible in accordance with regulations».

 

The Professional Orders have also asked to be involved in the drafting of the calls for tenders in order to make their contribution also in the definition of the metaprojectual aspects from which to issue clear and quality guidelines and objectives.


Parisi illustrated the major projects worth 30 million which will be announced shortly in Catania: from 40 km of cycle paths to Palanesima; from the redevelopment of the city's entrance roads to the safety of structures and school buildings: «We will evaluate all the contributions and suggestions from the categories concerned, making the best use of structural funds and community funding to complete the great works long awaited by citizens», the councilor said.


(ITA) Catania scommette sui concorsi di progettazione per spendere al meglio i fondi Ue


Le opere pubbliche a Catania voltano pagina. Almeno nelle intenzioni. Più concorsi di progettazione, affidamento degli incarichi di direzione lavori a professionisti esterni all'Amministrazione comunale, impegno a spendere bene i fondi comunitari a partire delle opere che presto prenderanno il via per un ammontare di circa 30 milioni di euro. Bisognerà vedere quale sarà il quadro delle regole a garanzia di trasparenza e imparzialità delle scelte.


Intanto, è questo il passo innovativo venuto fuori dal focus di #CataniaSicura, che ha visto i rappresentanti della filiera edile e l’Amministrazione comunale, insieme per un allineamento sui prossimi step relativi ai lavori pubblici.


Al tavolo hanno preso parte: Ance (presidente Giuseppe Piana), Ordine Architetti (presidente Alessandro Amaro, segretario Maurizio Mannanici e Consigliere  Eleonora Bonanno); Ordine Ingegneri (presidente Giuseppe Platania), Collegio dei Geometri (presidente Agatino Spoto); l’assessore alle Politiche Comunitarie del Comune di Catania Sergio Parisi; il direttore della direzione Politiche Comunitarie Fabio Finocchiaro e il funzionario Gianluca Emmi (progettazione tecnica Piani Operativi comunitari e nazionali).

«Un incontro voluto da entrambe le parti – hanno spiegato i rappresentanti delle categorie professionali – per un aggiornamento sul progress e una sinergia sulle azioni da mettere in campo per velocizzare iter burocratici relativi alla progettazione. Come da nostra istanza l’assessore Parisi ha comunicato al Tavolo che la strada da perseguire sarà quella dei “Concorsi di progettazione” (modello già sperimentato con successo per la nuova Cittadella Giudiziaria, ndr), che consentiranno un’accelerazione amministrativa, garantendo al contempo qualità e sostenibilità delle opere. Così come l’esternalizzazione della progettazione e della direzione lavori (con l’affidamento ai liberi professionisti), lì dove sarà attuabile in conformità con le normative, per snellire il lavoro dei tecnici del Comune».

Gli Ordini professionali hanno chiesto, inoltre, di essere coinvolti nella stesura dei bandi di gara al fine di dare il proprio contributo anche nella definizione degli aspetti metaprogettuali da cui far scaturire linee-guida e obiettivi chiari e di qualità.


Parisi ha illustrato i grandi progetti del valore di 30 mln che a Catania andranno a bando a breve: dai 40 km di piste ciclabili al Palanesima; dalla riqualificazione delle arterie di ingresso della città alla messa in sicurezza di strutture ed edifici scolastici: «Valuteremo tutti i contributi e i suggerimenti provenienti dalle categorie interessate, sfruttando al meglio fondi strutturali e finanziamenti comunitari per portare a termine grandi opere attese da tempo dai cittadini», ha detto l'assessore.