Search
  • Redazione

Catania Calcio, bankruptcy petition. The consortium: «Our offer on Wednesday»


The situation of Calcio Catania and the possible sale of the club are more complicated. Yesterday the Public Prosecutor at the Court of Catania filed an appeal for the bankruptcy of the club. The court hearing was set on 25 May in which the Prosecutor will urgently request the appointment of a new board made up of directors appointed by the Court. The news sparked reactions. in the city. Worried fans. Enrollment in the championship is also at risk, as wages have not yet been paid to the players.

Filing for bankruptcy could seriously endanger the club's prospect of selling. Furthermore, one of the two ongoing negotiations turned out to be a bluff apparently. This concerns the interest of an American group through a trustee from the province of Enna. The Turin lawyer appointed to meet the current ownership of the club came to Catania, but the documentation provided did not convince the management of Catania Calcio. The option to sell to the consortium of entrepreneurs led by Fabio Pagliara, general secretary of the Italian Athletics Federation and Maurizio Pellegrino, former coach of the team, still remains standing. The consortium was due to form the joint stock company this week, but everything is postponed to next week. However, the bankruptcy petition does not appear to change the plans. «We continue straight on our road map - says Pagliara - and on Wednesday the joint stock company and the offer to buy the club will come. Let's be serious in a surreal situation. Maximum respect for the prosecutor's action, of course, and we will not give up to save the 11700 serial number of Catania Calcio and jobs».


On the situation also came a harsh note from the mayor of Catania, Salvo Pogliese. «The appeals repeatedly launched to the property of Calcio Catania to save the original serial number - the mayor says - have unfortunately fallen on deaf ears with the only result of having aggravated the very heavy debt burden and obliged the intervention of the Prosecutor. An attitude that is not up to we judge, but that we consider seriously disrespectful towards the 74 years of football tradition that have kept alive the passion of generations of people for the rossazzurra shirt. There is no more time to waste. Negotiations are now ready to guarantee a certain future for Calcio Catania and for hundreds of workers, giving the company to those who make a useful offer, before it is too late. Faced with the only offer of the consortium, if it should be - concludes Pogliese - evaluate that and do it quickly: time has run out ». The offer of the consortium led by Pagliara could therefore prove to be the only way of salvation for the club. Unless twists and turns.



(ITA) Catania Calcio, spettro fallimento. La cordata di Pagliara: «Mercoledì la nostra offerta»


Si complica la situazione del Calcio Catania e della possibile vendita del club. Ieri la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Catania ha avanzato il ricorso per la dichiarazione di fallimento del club. Il 25 maggio è stata fissata l’udienza in cui la Procura chiederà in via d’urgenza la nomina di un nuovo consiglio di amministrazione formato da amministratori nominati dal Tribunale.


La notizia ha scatenato le reazioni. in città. Tifosi preoccupatissimi. A rischio anche l'iscrizione al campionato, visto che ancora non sono stati pagati gli stipendi ai calciatori.

La dichiarazione di fallimento potrebbe mettere seriamente a rischio anche l'ipotesi di vendita del club. Inoltre, una delle due trattative in corso si è rivelata un bluffa a quanto pare. Si tratta dell'interessamento di un gruppo americano per il tramite di un fiduciario originario della provincia di Enna. L'avvocato torinese incaricato di incontrare l'attuale proprietà del club p venuto a Catania, ma la documentazione fornita non ha convinto il management del Catania Calcio. Resta ancora in piedi l'opzione di vendita alla cordata di imprenditori guidata da Fabio Pagliara, segretario generale della Federazione di Atletica leggera e da Maurizio Pellegrino, ex allenatore della squadra. La cordata doveva costituire la società per azioni questa settimana, ma tutto è slittato alla settimana prossima. L'istanza di fallimento, però, non sembra cambiare i piani. «Continuiamo dritti sulla nostra road map - dice Pagliara - e mercoledì arriveranno società per azioni e offerta di acquisto. Cerchiamo si essere seri in una situazione surreale. Massimo rispetto per la attività della procura ovviamente e non molliamo per salvare la matricola 11700 e i posti di lavoro».


Sulla situazione è arrivata anche una dura nota del sindaco di Catania, Salvo Pogliese. «Gli appelli ripetutamente lanciati alla proprietà del Calcio Catania a salvare la matricola originaria - dice il sindaco - sono purtroppo caduti nel vuoto col solo risultato di avere aggravato il pesantissimo onere debitorio e obbligato l’intervento della magistratura penale.Un atteggiamento che non spetta a noi giudicare, ma che valutiamo gravemente irrispettoso nei confronti dei74 anni di tradizione calcistica che hanno tenuto viva la passione di generazioni di catanesi per la maglia rossazzurra. Non c’è altro tempo da perdere. Si definiscano subito i negoziati per garantire un futuro certo al Calcio Catania e alle centinaia di lavoratori che vi orbitano, cedendo la Società a chi faccia un’offerta utile, prima che sia troppo tardi. Di fronte all'unica offerta della cordata, se così dovesse essere - conclude Pogliese - si valuti quella e si faccia presto: il tempo è scaduto». L'offerta della cordata guidata da Pagliara, potrebbe dunque rivelarsi l'unica via di salvezza per il club. A meno di colpi di scena.