Search
  • Gianluca Reale

Catania, fish market opens again with distancing rules

Updated: May 8

The "Pescheria" fish market of Catania starts again. The stalls of the fishmongers, that so far had not been able to welcome customers, reopen. Barriers and spacers to delimit the paths, municipal civil protection workers and volunteers who regulate access or who remember with the megaphone to «keep the safety distances. Body temperature should also be measured, but no one asked us to measure it. But the market is more orderly, less crowded than the pre-Covid-19 era. Many fishmongers are happy, even if the fish shop does not run at full speed. Being here is important. The stalls of fish are not yet full, but it is a matter of days. In addition to the people of Catania, here they hope that tourists will also return. The restaurants, however, remain closed to the public. The kiosk in Piazza Alonzo di Benedetto has invented a cellophane shield. «Being here is already a victory - the owner tells us - we need coffee that I deliver beyond this barrier», he explains pointing to the strip of tape placed one meter from the kiosk. But it is a return to life for one of the most characteristic places in the city.



For the mayor of Catania, Salvo Pogliese, «it is an excellent restart from every point of view. We have restarted one of the symbols of our Catania and seeing the operators of the fish market back to work is also a pleasure, even if the spacing rules must be respected. With the operators we shared the procedures for carrying out the traditional market of fish ordered and respectful of the rules». «We are also working to reopen the market in Piazza Carlo Alberto - adds the mayor - from which operators and trade associations did not come the proposals we expected. So we are preparing the plan for reopening, we will be ready to start again from next Monday». The "plan" is the one we had written about in the past few days, to bring food-only merchants back to the square, with safe distances and established routes. The offices of the Department of Productive Activities and the officials of the "Annona" department of the municipal police are preparing the project which foresees 134 spaces for licensed traders. «I am proud - the Councilor for Productive Activities, Ludovico Balsamo, said - to have contributed together with the officials of the Productive Activities Department and the trade associations to implement the projects that had been positively examined in the Provincial Committee for the Order and the Public security. In the next few days, the fish market will have other sales operators able to fulfill the requirements, but we will have to maintain the same order of this extraordinary start at all costs».



(ITA) Catania, riaprono i pescivendoli alla Pescheria con le misure di distanziamento


La pescheria di Catania riparte. Riaprono i banchi dei pescivendoli che finora non avevano potuto accogliere i clienti. Transenne e distanziatori per delimitare i percorsi, addetti della protezione civile comunale e volontari che regolano gli accessi o che ricordano col megafono di «mantenere le distanze di sicurezza. Si dovrebbe anche misurare la temperatura corporea, ma a noi nessuno ha chiesto di misurarla. Però il mercato è più ordinato, meno affollato dell'epoca pre-Covid-19. Molti pescivendoli sono contenti, anche se la pescheria non gira a pieno regime. Essere qui è importante. I banchi del pesce non sono ancora pienissimi, ma è questione di giorni. Oltre ai catanesi, qui si augurano che anche i turisti torneranno. I ristoranti, però, restano chiusi al pubblico. Il chiosco di piazza Alonzo di Benedetto s'è inventato una schermatura in cellophane. «Essere qui è già una vittoria - ci dice il titolare - serve caffé che consegno al di la di questa transenna», ci spiega indicando la striscia di nastro posta a un metro dal chiosco. Ma è un ritorno alla vita per uno dei luoghi più caratteristici della città.




Per il sindaco di Catania, Salvo Pogliese, «è una ripartenza eccellente sotto ogni profilo. Abbiamo rimesso in moto uno dei simboli della nostra Catania e vedere nuovamente al lavoro anche gli operatori del mercato del pesce fa piacere, anche se bisognerà rispettare le regole di distanziamento. Con gli operatori abbiamo condiviso le procedure per lo svolgimento del tradizionale mercato del pesce ordinato e rispettoso delle regole».


«Stiamo lavorando per riapre anche il mercato di piazza Carlo Alberto - aggiunge il sindaco - da cui operatori e dalle associazioni di categoria non sono arrivate le proposte che aspettavamo. Perciò il piano per la riapertura lo stiamo predisponendo noi, da lunedì prossimo saremo pronti a ripartire».


Il "piano" è quello di cui avevamo scritto nei giorni scorsi, per far rientrare i commercianti di soli generi alimentari nella piazza, con distanze di sicurezza e percorsi stabiliti. Gli uffici dell'Assessorato Attività produttive e i funzionari del reparto "Annona" della polizia municipale stanno provvedendo a mettere a punto il progetto che prevede 134 spazi per i commercianti in possesso di licenza.


«Sono fiero – ha detto l’assessore alle Attività produttive Ludovico Balsamo - di aver contribuito insieme coi funzionari della Direzione Attività Produttive e le associazioni di categoria ad attuare i progetti che erano stati positivamente vagliati in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica. Nei prossimi giorni il mercato della Pescheria avrà altri operatori per la vendita in grado di adempiere alle prescrizioni, ma dovremo mantenere a ogni costo lo stesso ordine di questo straordinario inizio».


Subscribe to Our Newsletter

SicilianNews

Write to info@siciliannews.com

 

ABOUT

CONTACT

ADVERTISE

  • White Facebook Icon
  • Bianco Twitter Icon
  • Bianco YouTube Icona

© 2020 by U.media Srl. - website created with Wix.com