Search
  • Redazione

Catania is a little bit greener, already planted 400 of the 2000 new trees

Catania has 400 new trees already planted by the municipal administration, of the 2000 that must be planted in streets, parks, flowerbeds, squares of the city, thanks to the project "2000 trees for Catania". The project has been chosen by the citizens and is financed by the regional funds of participatory democracy.


A choice that is reinvigorating urban greenery in the city. In recent days, in fact, in via Dusmet and in Piazza dei Martiri, about twenty new trees have been planted, of the species Platanus and Sophora japonica, which have filled the gaps in the flowerbeds, some of which have been waiting for tree planting for several years.


The initiative is carried out by the agronomic experts of the municipal public greenery Department, under the coordination of the head of cabinet of the mayor Giuseppe Ferraro. In addition to the areas of the historic hundred, the project of new greenery in these days has also involved Viale Vittorio Veneto where about thirty new Platanus trees have been planted. Also in this case the trees have filled many spaces left without trees along the two sides of the road, due to vandalism or bad maintenance.


There was no lack of attention to the peripheral areas: on via Acquicella Porto, in via San Giacono (San Nullo), in the village Dusmet (Nizzeti) but also in via Giambattista Grassi and in via Braille in the Canalicchio district, trees of the species Celtis australis were planted.


«It's starting to take shape - the mayor Salvo Pogliese said - our project shared by the citizens to plant such a large number of trees in the city that it has not been done in this area for decades. All these trees over time will increase the areas of shade, make the context more pleasant and increase the amount of oxygen for the air we breathe. Altogether there are already almost four hundred new trees planted and in the next few days we will evaluate how we can use the amounts of money saved from the tender to buy the trees. If possible we will buy more trees, to enrich and regenerate the city's green heritage even more. for years left to the spontaneous activity of environmental associations and individual private initiatives».


The plan foresees that the company that is carrying out the planting will also take care of the new plants including watering for a period of three years.



(ITA) Catania è un po' più verde, già piantati 400 dei 2000 nuovi alberi


Catania ha 400 nuovi alberi. Tanti sono quelli già piantati dall'amministrazione comunale, dei 2000 che complessivamente devono essere messi a dimora in strade, parchi, aiuole, piazze della città, grazie al progetto “2000 alberi per Catania”. Il progetto è stato scelto dai cittadini ed è finanziato dai fondi regionali della democrazia partecipata.


Una scelta che sta rinvigorendo il verde urbano in città. Nei giorni scorsi, infatti, in via Dusmet e in piazza dei Martiri sono stati piantati una ventina di nuovi arbusti, della specie Platanus e Sophora japonica, che hanno colmato i vuoti della aiuole, alcuni delle quali in attesa di piantumazioni arboree da parecchi anni.


L’iniziativa, che è realizzata dagli esperti agronomi del verde pubblico comunale, è portata avanti con il coordinamento del capo di gabinetto del sindaco Giuseppe Ferraro. Oltre alle zone del cento storico, il progetto di nuovo verde in questi giorni ha riguardato anche viale Vittorio Veneto dove sono stati piantati una trentina di nuovi platani. Anche in questo caso gli alberi hanno colmato numerosi spazi rimasti senza alberature lungo i due lati della strada, per vandalismo o cattiva manutenzione.


Non sono mancate le attenzioni alle zone periferiche: su via Acquicella Porto, in via San Giacono(San Nullo), al villaggio Dusmet (Nizzeti) ma anche in via Giambattista Grassi e in via Braille nel quartiere di Canalicchio, sono stati piantati alberi della specie Celtis australis.


«Comincia a prendere forma - ha detto il sindaco Salvo Pogliese – il nostro progetto condiviso dai cittadini di piantare un numero così grande di alberi in città che da decenni non avveniva in questa portata. Tutti questi alberi nel tempo aumenteranno le zone d’ombra, renderanno più gradevole il contesto e aumenteranno la quantità di ossigeno per l’aria che respiriamo. Complessivamente sono già quasi quattrocento i nuovi alberi piantumati e nei prossimi giorni valuteremo come impiegare il ribasso d’asta della gara per acquistare gli alberi. Se possibile acquisteremo altri alberi, per arricchire e rigenerare ancora di più il patrimonio verde cittadino. per anni lasciato alla spontanea attività delle associazioni ambientaliste e a singole iniziative private».


Il piano prevede che la ditta che sta effettuando le piantumazioni si prenda anche cura delle nuove piante compreso l’annaffiamento per un periodo di tre anni.