Search
  • Redazione

Catania, la Cgil: trovare altre aree per realizzare i nuovi uffici giudiziari

Anche la Cgil si unisce al coro di chi non vede bene il progetto della nuova cittadella giudiziaria al Viale Africa.



«Gli uffici giudiziari catanesi vanno di certo spostati in una destinazione più consona al decoro della Giustizia catanese. Ma ci sono altri spazi pubblici che potrebbero fare al caso in questione, attivando ugualmente cantieri di lavoro e nuove opportunità. Viale Africa è già congestionato da un traffico automobilistico intenso e, cosa più importante, i catanesi hanno bisogno di aree aperte attrezzate e di riappropriarsi del rapporto con il mare». Con questa dichiarazione la Cgil e la Fillea Cgil di Catania intervengono sul dibattito legato al futuro della Cittadella giudiziaria e al destino dell’ex Palazzo delle Poste di Viale Africa.


«Crediamo - aggiungono il segretario generale della Camera del lavoro, Giacomo Rota, e il segretario della Fillea (il sindacato degli edili), Giovanni Pistorio - che altre proposte possibili, come aree nel quartiere di Librino o strutture come l’ex Ascoli Tomaselli, siamo altrettanto plausibili per ospitare la nuova Cittadella. La Cgil da anni persegue il modello del “minor consumo di suolo” possibile. In vista della discussione in consiglio comunale - concludono i due segretari - è opportuno che la città conosca anche la posizione del nostro sindacato».


Mercoledì, infatti, il Consiglio comunale è chiamato a votare la variante urbanistica necessaria affinché si possa realizzare il nuovo edificio destinato alla giustizia in Viale Africa. L'ex palazzo delle poste è stato già abbattuto al 95%, ma il cantiere adesso è fermo a causa di un ricorso al Tar. Sabato scorso i consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle, assiema ad alcuni parlamentari regionali e nazionali, hanno tenuto una conferenza stampa per esporre le ragioni della loro contrarietà al progetto degli uffici giudiziari in Viale Africa. In sostanza con le stese motivazioni adesso rese note anche dalla Cgil etnea.