Search
  • Redazione

Catania, la polizia arresta uomini di due gruppi criminali dediti a rapine ai tir e furti in casa

Gli agenti della Squadra Mobile di Catania, in due distinte operazioni, hanno sgominato due pericolosissimi gruppi criminali dediti uno alle rapine ai tir e l’altro ai furti in appartamento.



In manette 13 persone. Si tratta di 7 arresti operati in flagranza di reato e di 6 arresti in esecuzione di ordine di custodia cautelare in carcere. I particolari saranno illustrati in una conferenza stampa questa mattina.


LA BANDA DEI TIR COLTA IN FLAGRANTE. Gli agenti della Squadra Mobile di Catania hanno arrestato la "banda dei tir", ovvero i pregiudicati Rosario Drago (classe 63), Giovanni Drago (classe 92), Lorenzo Giuffrida (classe 70), in atto sottoposto alla misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale di P.S. con obbligo di soggiorno, Mauro Pane (classe 1975), Luigi Laudani (classe 1963), Michele Lombardo (classe 1976) e l’incensurato Francesco Lo Vecchio (classe 1968). Tutti sono ritenuti responsabili del reato di rapina aggravata e sequestro di persona in concorso. I malviventi sono stati colti in flagranza mentre assaltavano un tir che trasportava prodotti alimentari sulla tangenziale di Catania. Saliti a bordo, hanno sequestrato il conducente e condotto il mezzo all’interno di un deposito sito nella zona industriale. Ma i poliziotti, che avevano seguito tutta l'operazione, dopo avere circondato il perimetro della struttura, hanno deciso di fare irruzione all’interno del capannone e hanno sorpreso i malviventi mentre ancora erano in procinto di scaricare la merce. Contestualmente una pattuglia della squadra Antirapina ha provveduto a bloccare uno dei criminali coinvolti il quale effettuava delle “ronde” nella zona interessata al fine di avvisare i propri complici in caso di presenza di autovetture delle Forze di Polizia.


I TOPI D'APPARTAMENTO CHE HANNO FATTO MANBASSA DURANTE IL LOCKDOWN. Hanno agito proficuamente durante il periodo di lockdown, sfruttando l'assenza di casa delle persone che andavano a fare la spesa ed erano costrette a lunghe file al supermercato. La Squadra Mobile della polizia di Catania ha sgominato una violenta banda di catanesi specializzati in furti in appartamenti, dando esecuzione ad una ordinanza di applicazione di misura cautelare della custodia in carcere, emessa il 125 settembre dal G.I.P. del Tribunale di Catania. La banda, che faceva base nel quartiere di Librino, era composta dai pregiudicati Luca Nicolosi, detto “Ciaramedda”, (cl. 1978), Tommaso Savasta, detto “Masi”, (cl. 1974), Pietro Bonaccorsi (cl.1973), Francesco Puglisi (cl. 1978), Benito Blancato (cl. 1961), Antonino Parisi (cl. 1993), ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di reati contro il patrimonio e detenzione illegale di armi. Il gruppo, in base alla indagini agiva con molti accorgimenti e cautele. E' stata riscontrata l'esistenza di una “cassa comune” in cui confluivano parte dei proventi della vendita degli oggetti rubati e l'esistenza di specifici canali deputati a “piazzare” il prima possibile la refurtiva e garantirsi denaro contante.