Search
  • Redazione

Catania, many people around, mayor sent to caution


Catania on the eve of phase 2 saw a large crowd of people at the Lungomare on a beautiful day (as in the picture above, yesterady morning in the black beach of San Giovanni Li Cuti, in Catania). Perhaps too much and without too much attention to protective devices (mask) or safety distance. Images that sparked some controversy, just when the mayor of the city, Salvo Pogliese, had issued an open letter to citizens inviting them to prudence and calling them back to individual and collective responsibility for behavior. «Dear fellow citizens - the mayor said - from Monday we enter a period in which our individual responsibility will have to be even greater, even compared to the fifty long and hard days of lockdown. Avoiding going back to the abyss of closures depends only on us, on our rigorous and prudent conduct. There can be no appeal on individual responsibility for behavior: it is up to our intelligence to always remember that the coronavirus emergency remains in all its drama, even if the epidemiological curve, thank God, guarantees us a positive trend. An important fact that instead of letting us be lulled, it must make us even more aware: let's not forget that we need to move from home only for proven reasons of work, health, necessity and urgency». However, the mayor reminds us that from today, Monday 4 May, «we have, however, some more possibilities to be able to move; for example, go to Villa Bellini or Parco Gioeni, an opportunity that we must take seriously and intelligently or go buy something to eat in takeaway mode. Maintaining a spirit of mutual understanding is a must; wearing masks and maintaining physical distancing, however, are indisputable obligations ». In Catania also buses return to circulate in force, but with clear notices on distances and maximum capacity. «From Monday the buses will return to circulate with more intensity but with many limitations to which we must adapt, without if and without but. It will be a new phase where everything will be perfectible. For our part, we will carry out all the necessary checks in the parks such as at the Cemetery which reopens on Tuesday, in perfect harmony with the Prefect and the Quaestor, to verify that the requirements are fulfilled in all public and private activities».


(ITA) Catania, tanta gente in giro, sindaco inviata a prudenza


Catania alla vigilia della fase 2 ha visto una grand folla di gente al Lungomare, durante una bellissima giornata (vedi la foto in apertura, che ritrae San Giovanni Li Cuti ieri mattina). Forse troppa e senza troppa attenzione a dispositivi di protezione (mascherina) né distanza di sicurezza. Immagini che hanno suscitato qualche polemica, proprio quando il sindaco della città aveva diffuso una lettera aperta ai cittadini invitandoli alla prudenza e richiamandoli alla responsabilità individuale e collettiva dei comportamenti.


«Cari concittadini, da lunedì entriamo in un periodo in cui la nostra responsabilità individuale dovrà essere ancora maggiore, anche rispetto ai cinquanta lunghi e durissimi giorni di lockdown. Evitare di tornare nell’abisso delle chiusure dipende solo da noi, dalla nostra condotta, rigorosa e avveduta. Sulla responsabilità individuale dei comportamenti non ci può essere appello che vale: tocca alla nostra intelligenza, ricordare sempre che l’emergenza coronavirus rimane in tutta la sua drammaticità, anche se la curva epidemiologica, grazie a Dio, ci garantisce una tendenza positiva. Un fatto importante che anziché farci cullare, deve renderci ancora più consapevoli: non dimentichiamo che occorre muoversi da casa solo per comprovate ragioni di lavoro, salute, necessità e urgenza».


Il sindaco ricorda però che da oggi, lunedì 4 maggio, «abbiamo, però, qualche possibilità in più di poterci spostare; per esempio, andare alla Villa Bellini o al Parco Gioeni, opportunità che dobbiamo sfruttare con serietà e intelligenza o andare a comprare qualcosa da mangiare in modalità asporto. Mantenere uno spirito di reciproca comprensione è doveroso; indossare le mascherine e mantenere il distanziamento fisico, però, sono obblighi indiscutibili».


A Catania anche gli autobus tornano a circolare in forze, ma con avvisi ben evidenti sulle distanze e sulla capienza massima. Da lunedì gli autobus torneranno a circolare con più intensità ma con molte limitazioni a cui dobbiamo adeguarci, senza se e senza ma. Sarà una fase nuova dove tutto sarà perfettibile. Da parte nostra attueremo tutti i controlli necessari nei parchi come al Cimitero che riapre martedì, in perfetta sintonia con il Prefetto e il Questore, per verificare che le prescrizioni siano assolte in ogni attività pubblica e privata».