Search
  • Redazione

Catania, sciopero bus AMT: per i sindacati grande adesione alla protesta

«Settantacinque autobus dell'AMT di Catania, sui circa 100 in servizio oggi, hanno fatto rientro in rimessa a causa dell'adesione allo sciopero del personale viaggiante».



Lo fanno sapere i sindacati Faisa-Cisal, Filt Cgil e Fit Cisl per i quali la protesta indetta per oggi, in coincidenza del primo giorno di scuola e nel rispetto delle fasce di garanzia, è stata un successo. Almeno dal punto di vista dell'adesione dei lavoratori.


L'Azienda Metropolitana Trasporti non ha commentato, dai sindacati arriva invece una nota congiunta nella quale si evidenzia «il silenzio» dell'Amministrazione comunale» (socio unico di AMT) di fronte allo sciopero che si è svolto «sotto gli occhi impassibili di un'azienda ormai alla deriva». Per i sindacati il consiglio di amministrazione dell'AMT, nella seduta dell'11 settembre scorso, «ha dimostrato la totale assenza di volontà di ritirare le illegittime iniziative prese unilateralmente che stanno danneggiando i lavoratori». Il non voler raggiungere un accordo per chiudere questa annosa vicenda lascia perplessi». Per questo dicono i segretari territoriali dei sindacati, Alessandro Grasso, Orazio Magro, Mauro Torrisi e Romualdo Moschella, i lavoratori hanno dato mandato alle organizzazioni sindacali di continuare la protesta. Gli stessi segretari si dicono sempre pronti a un confronto «sperando che questo Cda metta da parte tutti i pregiudizi e cominci a trattare seriamente le problematiche sollevate dai sindacati».


La Faisa-Cisal aveva anche indetto uno sciopero dei lavoratori dei bus regionali dalle 9 alle 13. La manifestazione prevista per le 12,30 in via D'Amico davanti al terminal catanese di bus extraurbani, s'è fatta, nonostante il maltempo. Per Moschella, segretario regionale Faisa.Cisal, «buona la partecipazione a Catania Agrigento e Palermo».