Search
  • Francesco Triolo

Construction site safety in Messina, here is the «Covid verification committee»

Updated: May 20


The establishment of a territorial committee for the verification of safety conditions on construction sites was formalized in Messina, as required by the Prime Minister's decree for reopening from 4 May.


The work of the technicians of the CPT, the joint body of construction security made up of labour unions and ANCE, was fundamental during the quarantine period to allow the works of the works included among the essential ones, from mid-March and throughout the month of April , accompanying companies and workers in the application of the Protocols signed by the Government and the social construction parties on March 24 and April 24.


«It is - affirm the president of the Ance Giuseppe Ricciardello and the provincial secretaries of Filca, Fillea and Feneal, Giuseppe Famiano, Mario Mancini and Pasquale De Vardo - rigid procedures that allow the construction sites to continue to be open during the coexistence with the Covid 19 and have a considerable impact on the organization of companies and on the working times and methods of all employees in the construction sector».


The Committee will have the fundamental function, at the request of the companies, to verify the correct application of the protocols and sees the presence of a political component made up of the three provincial secretaries of Feneal Uil, Filca Cisl and Fillea Cgil and as many representatives of Ance Messina and an operative composed of the technicians of the Territorial Joint Safety Committee who will intervene on the construction sites to carry out the functions of this body at the request of the companies that do not have, within them, the union representatives provided for by the national contract in the case of medium and large size companies and construction sites.


«In a particularly delicate moment like this - the representatives of Ance and unions continue - it is therefore a tool available to small and very small companies that make up the majority of the sector's production fabric, in order to have adequate assistance to the exact application of the anti-Covid safety rules».



(ITA) Sicurezza nei cantieri edili a Messina, ecco il «Comitato di verifica-Covid»

Formalizzata anche a Messina l’istituzione di un Comitato territoriale per la verifica delle condizioni di sicurezza nei cantieri edili, così come previsto dal decreto del Presidente del Consiglio per le riaperture dallo scorso 4 maggio. 


L’opera dei tecnici del Cpt, l’ente paritetico della sicurezza edile costituito da sindacati ed Ance, è stato fondamentale durante il periodo della quarantena per consentire i lavori delle opere comprese tra quelle essenziali, da metà marzo e per tutto il mese di aprile, accompagnando imprese ed operai nella applicazione dei Protocolli sottoscritti dal Governo e dalle parti sociali dell'edilizia il 24 marzo ed il 24 aprile. 


«Si tratta – affermano il presidente dell’Ance Giuseppe Ricciardello ed i segretari provinciali di Filca, Fillea e Feneal, Giuseppe Famiano, Mario Mancini e Pasquale De Vardo - di procedure rigide che consentono ai cantieri di continuare ad essere aperti durante la convivenza con il Covid 19 ed hanno un impatto considerevole sulla organizzazione delle imprese e sui tempi e modalità di lavoro di tutti gli addetti della filiera delle costruzioni». 


Il Comitato avrà la funzione fondamentale, su richiesta delle imprese, di verificare la corretta applicazione dei protocolli e vede la presenza di una componente politica costituita dai tre segretari provinciali di Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil e da altrettanti rappresentanti dell'Ance Messina ed una operativa composta dai tecnici del Comitato Paritetico Territoriale per la Sicurezza che interverranno sui cantieri per espletare le funzioni di questo organo su richiesta delle aziende che non hanno, al loro interno, le rappresentanze sindacali previste dal contratto nazionale in caso di imprese e cantieri di media e grande dimensione. 


«In un momento particolarmente delicato come questo – continuano i rappresentanti di Ance e sindacati - si tratta, quindi, di uno strumento a disposizione delle aziende piccole e piccolissime che costituiscono la maggioranza del tessuto produttivo di settore, per poter avere l'assistenza adeguata all'applicazione esatta delle norme di sicurezza anti Covid».