Search
  • Redazione

Construction sites, Cancelleri: «Commissarial powers to the Rup as for the bridge of Genoa»

This was announced by the Deputy Minister of Infrastructure and Transport, Giancarlo Cancelleri, who made an inspection in Via Sicilia, in the Palermo Railway Ring construction site, together with Mayor Leoluca Orlando and the managers and technicians of Rfi.


Giancarlo Cancelleri

«In the decree 'simplification' - Cancelleri said - with some articles we have put the turbo to the realization of the public works, with the ad of Rfi and Anas, Gentile and Simonini, we are making special tables to make guide lines for the 'Rups', the only ones responsible for the procedure because it will be them to have commissarial powers as that of the bridge of Genoa, so as to operate in derogation to all the laws, except obviously to those anti-mafia and penal. We must know how to exploit these powers, with legality and transparency, without hesitation and confused ideas».


Regarding Palermo railways ring Cancelleri said that «next November 30th we will return Palermo to the people of Palermo, removing all the construction sites on the surface and continue the work underground. Even Piazza Politeama will be freed from the construction sites and the city will be able to breathe again and be seen in its beauty».


Before the inspection, a meeting had been held at the interregional public works department. «The yards - Cancelleri explained - will continue underground because for another year and half we have to run for succeeding to complete this first phase that is worth 150 million for the completion of the railway Ring. With Rfi and thanks to Italferr we have completed the final design of the second phase, which is the final closure of the railway ring, and in September we will present it. There are many novelties because on the surface we are redeveloping the city with green spaces, we are giving away sports facilities, we are giving modernity and beauty to Palermo, in areas where at the moment there are, for example, ruins, an urban redevelopment that is unprecedented, for a value of 100 million euros».


«With the definition of the railway passerby we are almost to 90% of the works - the deputy minister explained - a work much bigger than the value of 1 billion and 150 million. Palermo is going to become one of the Sicilian cities with the European standards finally in line in terms of railway services and integrated mobility», Cancelleri said.


In addition, added the deputy minister, we want to start the feasibility study for the Palermo motorway crossing, to free it from the many trucks. There are many hypotheses under examination, among them the one presented some time ago with the public works provider Ievolella: the crossing half subway and half underground of the city with connection directly to the port. It would mean to give to the port the freedom to move the goods without invading Palermo - he added - but it would give the possibility to the Sicilians to come and go from the airport without remaining trapped in the traffic».



Opere pubbliche, Cancelleri: «Col dl "semplificazioni" abbiamo dato ai Rup poteri commissariali come per il Ponte di Genova»


«Il prossimo 30 novembre restituiremo Palermo ai palermitani, togliamo tutti i cantieri in superficie e proseguiremo le opere sottoterra. Anche piazza Politeama sarà liberata dai cantieri e la città potrà respirare di nuovo e potrà tornare a farsi vedere nella sua bellezza». L'ha annunciato il vice ministro delle Infrastrutture e dei trasporti, Giancarlo Cancelleri, che ha fatto un sopralluogo in via Sicilia, nel cantiere dell'Anello ferroviario di Palermo, assieme al sindaco Leoluca Orlando e ai dirigenti e tecnici di Rfi.


Prima del sopralluogo si era svolto un incontro al provveditorato interregionale per le opere pubbliche. «I cantieri - ha spiegato Cancelleri - proseguiranno sottoterra perché per un altro anno e mezzo ci toccherà ancora galoppare per riuscire a completare questa prima fase che vale 150 milioni per il completamento dell'Anello ferroviario. Con Rfi e grazie a Italferr abbiamo concluso la progettazione definitiva del secondo stralcio che è la definitiva chiusura dell'anello ferroviario e a settembre lo presentiamo. Sono tante le novità perché in superficie riqualifichiamo la città con spazi destinati al verde, regaliamo strutture sportive, daremo modernità e bellezza a Palermo, in zone dove in questo momento ci sono per esempio ruderi, una riqualificazione urbana che non ha precedenti, per un valore di 100 milioni di euro».


«Con la definizione del passante ferroviario siamo quasi al 90% delle opere - ha spiegato il vice ministro - un lavoro ben più grosso del valore di 1 miliardo e 150 milioni. Palermo si avvia a diventare una delle città siciliane con gli standard europei finalmente in linea in termini di servizi ferroviari e di mobilità integrata», ha detto Cancelleri.


Inoltre, ha aggiunto il vice ministro, vogliamo avviare lo studio di fattibilità per l'attraversamento autostradale di Palermo, per liberarla dai tanti camion e tir. Le ipotesi al vaglio sono tante, tra queste quella presentata tempo fa con il provveditore delle opere pubbliche Ievolella: l'attraversamento metà subalveo e metà sotterraneo della città con raccordo direttamente al porto. Significherebbe dare al porto la libertà di movimentare le merci senza invadere Palermo - ha aggiunto - ma darebbe la possibilità ai siciliani di andare e venire dall'aeroporto senza restare intrappolati nel traffico. Sui tempi lasciatemi dire che con il decreto 'semplificazione' con alcuni articoli abbiamo messo il turbo alla realizzazione delle opere pubbliche, con l'ad di Rfi e di Anas, Gentile e Simonini, stiamo facendo dei tavoli appositi per fare linee guide per i 'Rup', i responsabili unici del procedimento perché saranno loro ad avere poteri commissariali come quello del ponte di Genova, in modo da operare in deroga a tutte le leggi, tranne ovviamente a quelle antimafia e penali. Dobbiamo saper sfruttare questi poteri , con legalità e trasparenza, senza tentennamenti ed idee confuse».