Search
  • Redazione

Covid-19, for Sunia «ok blockade of evictions until September»


«It is good to have prolonged the blockade of evictions until September, but economic aid is needed for thousands of families in Catania for rent», Giusi Milazzo, secretary of the Sunia of Catania, the union of tenants, reports that in the conversion of the decree "Cura Italia" in law, the deadline for not carrying out evictions has been changed and extended, which will be blocked until September. But there is still another unsolved problem: in recent weeks, targeted contributions are needed to support rents. «The prolongation of the blockade of evictions until September is certainly good news - underlines the secretary of the Sunia - but looking at the problems of our territory the measure alone is not enough. We are waiting for contributions to support those who can no longer pay the rent and this concerns thousands of families from Catania. This is why we alert the Municipality, the Region and the national Government so that they can quickly define this fundamental aspect». A request that could be answered in the regional financial system. The Budget Committee of the Sicilian Regional Assembly yesterday approved a rule extending the payment of rents and utilities (gas, electricity) and the payment of rents the possibility of using the contributions that will be paid by the Municipalities with the 100 million already allocated by the Regional government to cope the socio-economic emergency determined by Covid-19. Already previously, the Commission had proposed, to speed up the activation of the calls, the modification of the regulations, making it possible for the municipalities to proceed with the sole determination of the Board without the need to move from the City Council. At the same time, the Commission has expanded the number of families who will be able to access a subsidized loan of 15,000 euros without interest, to be repaid in 60 installments starting from one year after the material disbursed. The possibility of accessing this loan, whose guarantee fund will be managed by IRFIS, has in fact been extended to families, even single-component, with an income of up to € 40,000



(ITA) Covid-19, Sunia «bene prolunga blocco sfratti, Da Palermo ok a sostegno canoni affitto


«Bene l'avere prolungato il blocco degli sfratti sino a settembre, ma servono aiuti economici per migliaia di famiglie catanesi in affitto», Giusi Milazzo, segretaria del Sunia di Catania, il sindacato degli inquilini, segnala che nella conversione del decreto "Cura Italia" in legge, è stato modificato e prolungato il termine per la non effettuazione degli sfratti, che saranno bloccati sino a settembre. Ma resta comunque un altro problema irrisolto: in queste settimane servono contributi mirati per sostenere gli affitti.

«Il prolungamento del blocco degli sfratti sino a settembre è di certo una buona notizia - sottolinea la segretaria del Sunia - ma guardando ai problemi del nostro territorio la misura da sola non basta. Aspettiamo i contributi per sostenere chi non può più pagare i canoni di locazione e questo riguarda migliaia di famiglie catanesi. Per questo allertiamo il Comune, la Regione e il Governo nazionale affinché facciano presto a definire questo aspetto fondamentale». 


Una richiesta che potrebbe trovare risposta nella finanziaria regionale. La Commissione Bilancio dell’Assemblea regionale siciliana ieri ha infatti approvato una norma che estende al pagamento di affitti e utenze (gas, elettricità) ed al pagamento degli affitti la possibilità di utilizzo dei contributi che saranno erogati dai Comuni con i 100 milioni già stanziati dal Governo regionale per far fronte

all’emergenza socio-economica determinata dal Covid-19.


Già in precedenza, la Commissione aveva proposto, per rendere più veloce l’attivazione dei bandi, la modifica della normativa, rendendo possibile per i comuni procedere con la sola determina di Giunta senza la necessità di passaggio dal Consiglio comunale.


Allo stesso tempo, la Commissione ha ampliato la platea delle famiglie che potranno accedere ad un prestito agevolato da 15.000 euro senza interessi, da restituire in 60 rate a partire da un anno dopo la materiale erogazione.

La possibilità di accedere questo prestito, il cui fondo di garanzia sarà gestito dall’IRFIS, è stata estesa infatti alle famiglie, anche monocomponente, con un reddito fino a 40.000 euro.

.