Search
  • Gianluca Reale

Covid-19, Irfis: 30 ml from the Sicily Fund for companies in crisis


Irfis, the regional finance institute, is committed to supporting businesses. Moratorium on mortgages 2020, non-repayable grants for loans disbursed by banks to companies damaged by the Covid emergency, agreement with Ircac and Crias for the support of craft and cooperative enterprises. These are some of the extraordinary measures already taken by Irfis to support the Sicilian economy and businesses affected by the Covid emergency -19. In particular, there are hundreds of requests to join the national and regional measures that provide for the extraordinary moratorium on loans and credit lines for companies damaged by Covid-19: in just two weeks 170 cases were positively hesitated, almost all of them of requests submitted. Of particular importance, to create prompt liquidity, are the measures activated on the Sicily Fund. The first initiative relates to the Extraordinary Liquidity Measures in agreement with other credit institutions after the signing of the Convention with the ABI. This is a € 30 million non-refundable grant, provided at the counter by Irfis in favor of banks and financial intermediaries that have granted companies (based in Sicily) damaged by Covid-19, loans of up to one hundred thousand euros. The second measure, still valid on the Sicily Fund, provides for the activation of two lines of financing in favor of Ircac and Crias (worth eight million each) for the carrying out of their institutional activity of support to cooperatives and artisan businesses .


«We have activated as quickly as possible all the support measures for companies wanted by the regional government for the Sicily Fund. In the last week, in particular, using the public resources of the Sicilian Region, the committee has already approved operating credits for several million - the president of Irfis, Giacomo Gargano said -. In addition, the thirty million non-refundable contribution foreseen by the Musumeci junta, on the proposal of the councilor for the economy Armao, will activate a financial leverage of almost six hundred million in the system, of which one hundred have already been disbursed in the form of corporate financing by of banks. Irfis is engaged in a process of profound and radical reorganization to respond with appropriate tools to the needs of businesses and the development of the island's economic system. Not only financing but also services. The current "war" - concluded Gargano - that we are fighting must be the testimony of how much a modern regional financial with a double soul is needed in Sicily: financial, registered in 106 of the Tub, but also capable of managing public funds through measures facilitated. We have accepted the appeal of President Musumeci and of all Sicilian companies, who want a modern financial institution to take the path of change ».



(ITA) Covid-19, Irfis: dal Fondo Sicilia 30 ml a fondo perduto per le imprese in crisi


L'Irfis, l'istituto di finanza regionale, è impegnato a sostenere le imprese. Moratoria per i mutui 2020, contributi a fondo perduto per i finanziamenti erogati dalle banche alle aziende danneggiate dall’emergenza Covid, convenzione con Ircac e Crias per il sostegno alle imprese artigiane e cooperative. Sono queste alcune delle misure straordinarie già adottate dall’Irfis per dare sostegno all’economia e alle imprese siciliane colpite dall’emergenza Covid -19.


Sono centinaia, in particolare, le richieste di adesione alle misure nazionali e regionali che prevedono la moratoria straordinaria dei prestiti e delle linee di credito per le imprese danneggiate da Covid-19: in appena due settimane sono state esitate positivamente 170 pratiche, la quasi totalità delle richieste presentate.


Di particolare rilievo, per creare pronta liquidità, sono le misure attivate sul Fondo Sicilia. La prima iniziativa è relativa alle Misure Straordinarie di Liquidità di concerto con altri istituti di credito dopo la firma della Convezione con l'Abi. Si tratta di un intervento di 30 milioni a fondo perduto, erogato a sportello dall’Irfis a favore delle banche e degli intermediari finanziari che abbiano concesso alle imprese (con sede in Sicilia) danneggiate dal Covid-19, finanziamenti fino a centomila euro. La seconda misura, sempre a valere sul Fondo Sicilia, prevede l’attivazione di due linee di finanziamento in favore di Ircac e Crias (del valore di otto milioni ciascuna) per l’espletamento della loro attività istituzionale di sostegno alle cooperative e alle imprese artigiane.


«Abbiamo attivato con la massima celerità tutte le misure di sostegno alle imprese volute dal governo regionale a valere sul Fondo Sicilia. Nell'ultima settimana, in particolare, utilizzando le risorse pubbliche della Regione Siciliana, il comitato ha già deliberato crediti di esercizio per diversi milioni - ha dichiarato il presidente dell’Irfis, Giacomo Gargano -. Inoltre, i trenta milioni di contributo a fondo perduto previsti dalla giunta Musumeci, su proposta dell'assessore alla economia Armao, attiveranno nel sistema una leva finanziaria di quasi seicento milioni, dei quali già cento sono stati erogati sotto forma di finanziamento alle imprese da parte delle banche. L’Irfis è impegnata in un processo di profonda e radicale riorganizzazione per rispondere con strumenti adeguati alle esigenze delle imprese ed allo sviluppo del sistema economico dell'Isola. Non solo finanziamenti ma anche servizi. L’attuale "guerra" - ha concluso Gargano -  che stiamo combattendo deve essere la testimonianza di quanto in Sicilia serva una Finanziaria regionale moderna con una doppia anima: finanziaria, iscritta al 106 del Tub, ma anche capace di gestire i fondi pubblici attraverso misure agevolate. Abbiamo raccolto l'appello del presidente Musumeci e di tutte le imprese siciliane, che vogliono un Istituto finanziario moderno per intraprendere la strada del cambiamento».