Search
  • Redazione

Covid-19, "Ora Sicilia": «Adopt plasma therapy in experimental way»

The request to activate a plasma therapy experimentation project in Sicily to treat patients with Covid-19 is the content of a motion sent by the Parliamentary Group "Ora Sicilia" to the regional government. «The therapy which is based on the infusion of hyperimmune plasma obtained from the healed patients - declared the deputies Luigi Genovese, Luisa Lantieri and Pippo Gennuso - has already recorded dozens of healings in the hospitals of Mantova and Pavia, where plasma therapy has been adopted in experimental way. A therapeutic process that seems to stand out not only for the levels of effectiveness, but also for the very low costs and the substantial absence of side effects: all these elements, which have also recently been highlighted by the prestigious magazine "Nature"». «In Umbria and Puglia - underline Genovese, Lantieri and Gennuso - the procedures necessary for the testing of this very promising therapeutic resource will soon be launched, which could prove decisive in contrasting the epidemiological crisis triggered by the spread of Covid-19. Sicily cannot and must not be found unprepared on this important front. After demonstrating, as the contagion data certify, that we have put in place winning measures to combat Coronavirus, we are convinced - the Members conclude - that the Musumeci government, and in particular the Councilor for Health, Ruggero Razza, will welcome favor the indication of Ora Sicilia». Just today in local newspapers some doctors have expressed themselves on the possibility of using plasma therapy. Nobody is against it, but the correct dosages are not yet well known, as how much plasma can be used to treat patients. In short, protocols await in hospitals.



(ITA) Covid-19, "Ora Sicilia": «Serve progetto di sperimentazione della terapia al plasma»


La richiesta di attivare un progetto di sperimentazione della plasmaterapia in Sicilia per curare i pazienti affetti da Covid-19 è il contenuto di una mozione inviata dal Gruppo Parlamentare "Ora Sicilia" al governo regionale. «La terapia che si basa sull’infusione del plasma iperimmune ricavato dai pazienti guariti – dichiarano i deputati Luigi Genovese, Luisa Lantieri e Pippo Gennuso – ha già fatto registrare decine di guarigioni negli ospedali di Mantova e Pavia, dove la plasmaterapia è stata adottata in via sperimentale. Un processo terapeutico che pare contraddistinguersi non solo per i livelli di efficacia, ma anche per i costi molto contenuti e per la sostanziale assenza di effetti collaterali: tutti elementi, questi, che sono anche stati di recente evidenziati dalla prestigiosa rivista “Nature”».


«In Umbria e in Puglia – sottolineano Genovese, Lantieri e Gennuso – a breve verranno avviati gli iter necessari per la sperimentazione di questa risorsa terapeutica molto promettente, che potrebbe rivelarsi decisiva nel contrasto alla crisi epidemiologica innescata dalla diffusione del Covid-19. La Sicilia non può e non deve farsi trovare impreparata su questo importante fronte. Dopo aver dimostrato, come certificano i dati sul contagio, di aver messo in campo misure vincenti per il contrasto al Coronavirus, siamo convinti – concludono i deputati – che il governo Musumeci, e in particolare l’assessore alla Sanità, Ruggero Razza, accoglieranno con favore l’indicazione di Ora Sicilia».


Proprio oggi sui quotidiani locali alcuni medici si sono espressi sulla possibilità di utilizzare la terapia al plasma. Nessuno è contrario, ma non si conoscono bene ancora dosaggi corretti, quanto plasma può servire per il trattamento dei pazienti. Insomma, negli ospedali attendono dei protocolli.