Search
  • Redazione

Covid-19, post-shock on Prime Minister Conte by Councilor Manlio Messina. PD: resignation

Updated: Apr 29

In the day after of the press conference in which Prime Minister Giuseppe Conte illustrated the contents of the new dpcm that will come into force on May 4, the controversy arises. This time all Sicilian. The regional councilor for Tourism, Sport and Entertainment, Manlio Messina (Brothers of Italy) on his Facebook page has published a post with a shock photo in which Conte is taken over by two carabinieri, as if he were under arrest, and under the writing "Phase 3". Fake photo, of course, then removed. Then he launched the hashtag "Are you serious?" with a picture of the premier. Disagreement comments immediately appeared on the social network, statements from the opposite political party also arrived today. The regional deputies of the Democratic Party ask that «the President of the Region immediately remove the Councilor for Tourism, Manlio Messina or we will be forced to request a class debate and present a specific motion of no confidence. It is very serious that in such a delicate moment, which requires collaboration between institutions, a regional councilor lacks respect for the national government by offending Sicily and the Sicilians with an indecent post on his Facebook page, who certainly do not recognize themselves in this type of irreverent and vulgar. Sicily needs representatives who, in the name of respect and personal dignity, work for the development of the region and not those who hide their inefficiency behind disrespectful humor».


Claudio Fava, president of the regional anti-mafia commission, also spoke: «With Sicily on his knees - Fava says - delighting in the disparaging photomontages towards President Conte is already ridiculous. If it is the regional councilor responsible for one of the most affected sectors, that of tourism, that is irresponsible behavior that indicates the absence of even the slightest institutional culture, especially when one is part of a council that cannot even manage to organize the simple sending of applications for layoffs. Councilor Messina is reminded, if he is capable, of being in charge of a sector that is suffering today, with thousands of jobs at risk. If he is not capable of it, it is better that he leave». Messina's reply was a couple of hours ago, again from his Facebook page. «Controversies are rising, from the usual suspects, for an ironic cartoon that I posted yesterday on the Premier Conte - Messina writes -. It is obvious that satire in this country, at least until now, is allowed. There is no offense to anyone but a simple way to play down the additional conditions that the national government forces us to. But I would like to remember what the Vice-President of the 5-star Senate said a short time ago ». And post a video of You Tube in which Paola Taverna (M5S), on a stage said to the PD: you are shit you have to die. It looks like a message through a third party.



(ITA) Covid-19, post choc sul premier Conte dell'assessore Manlio Messina. Il Pd: dimissioni


Nel day after della conferenza stampa in cui il premier Giuseppe Conte ha illustrato i contenuti del nuovo dpcm che entreranno in vigore dal 4 maggio, monta la polemica. Stavolta tutta siciliana.


L’assessore regionale a Turismo, Sport e Spettacolo, Manlio Messina (Fratelli d’Italia) sulla sua pagina Facebook ha pubblicato un post con una foto choc in cui si vede Conte preso in consegna da due carabinieri, come fosse in stato d’arresto, e sotto la scritta "Fase 3". Foto falsa, naturalmente, poi rimossa. Poi ha lanciato l’hashtag "Ma sei serio?" Con foto del premier. Sul social sono subito apparsi commenti in disaccordo, oggi sono arrivate anche le dichiarazioni di opposta parte politica.


l deputati regionali del Partito Democratico chiede che «il presidente della Regione rimuova immediatamente l’assessore al Turismo, Manlio Messina o saremo costretti a richiedere un dibattito d’aula e presentare una specifica mozione di sfiducia. É gravissimo che in un momento così delicato, che richiede la collaborazione fra istituzioni un assessore regionale manchi di rispetto al governo nazionale offendendo con un indecoroso post sulla sua pagina Facebook la Sicilia ed i siciliani che certamente non si riconoscono in questo tipo di esternazioni irriverenti e volgari. La Sicilia ha bisogno di rappresentanti che all’insegna del rispetto e della dignità personale lavorino per lo sviluppo della regione e non di chi nasconde la propria inefficienza dietro umorismi irrispettosi».


Interviene anche Claudio Fava, presidente della commissione regionale antimafia: «Con la Sicilia in ginocchio – dice Fava - dilettarsi nei fotomontaggi denigratori nei confronti dei Presidente Conte è già ridicolo. Se a farlo è l'Assessore regionale responsabile per uno dei settori più colpiti, quello del turismo, si tratta di un comportamento irresponsabile che indica l'assenza della benché minima cultura istituzionale, soprattutto quando si fa parte di una Giunta che non riesce nemmeno ad organizzare il semplice invio delle domande per la cassa integrazione. L'assessore Messina si ricordi, se ne è capace, di essere alla guida di un comparto che oggi sta soffrendo, con migliaia di posti di lavoro a rischio. Se non ne è capace, è meglio che se ne vada».


E’ di un paio di ore fa la replica di Messina, sempre dalla sua pagina Facebook. «Si stanno alzando polemiche, dai soliti noti, per una vignetta ironica che ho postato ieri sul Premier Conte – scrive Messina -. È ovvio che la satira in questo paese, almeno fino a questo momento, è consentita. Non vi è alcuna offesa per nessuno ma un semplice modo per sdrammatizzare le ulteriori condizioni cui ci costringe il Governo nazionale. Ma vorrei ricordare cosa diceva il Vice Presidente del Senato dei 5 stelle poco tempo fa». E posta un video di You Tube in cui Paola Taverna (M5S), su un palco diceva al PD: siete delle merde dovete morire. Sembra un messaggio per interposta persona.