Search
  • Gianluca Reale

"Crazy Expenses" at the Regional Assembly, Salvo Pogliese, Mayor of Catania, sentenced

The Third Chamber of the Court of Palermo sentenced five defendants, all former regional deputies, in the trial for the so-called crazy expenses of the Sicilian Regional Assembly. Among them there is also Salvo Pogliese, current mayor of Catania, sentenced to 4 years and 3 months. Pogliese risks being suspended from office by the Severino law. Only acquitted Giambattista Bufardeci.



Giulia Adamo was also sentenced to 3 years and six months, Cataldo Fiorenza to 3 years and 8 months. Rudy Maira at 4 years and 6 months, Livio Marrocco at 3. The contested amounts are for Adamo 11,221 euros, for Fiorenza 16,220, for Maira 82,023, for Marrocco, 3961, for Pogliese 75.389. The convicts, except Maira, were granted the general mitigating circumstances. The court disqualified Pogliese and Maira in perpetuity from public office and Marrocco and Fiorenza for two years and six months. The judges also declared Maira and Pogliese to be out of employment or employment relationships with public administrations.


The mayor of Catania had always said he was calm and always declared himself not responsible for what the accusation attributed to him. The judges of Palermo evaluated things differently.


The first reactions are already coming. «The news of the sentence to 4 years and 3 months of the mayor of Catania Salvo Pogliese in the trial spent madly when he was a regional deputy - says the MP of the 5 Star Movement, Maria Laura Paxia - now opens up worrying scenarios for the city, since it will now come to suspension from office, according to the Severino law. We expect Pogliese to become aware of the situation and therefore resign as mayor as soon as possible to give our city a new political leadership it deserves». 



(ITA) Processo Spese pazze all'Assemblea regionale, condannato anche Salvo Pogliese, sindaco di Catania


La terza sezione del tribunale di Palermo ha condannato cinque imputati, tutti ex deputati regionali, nel processo per le cosiddette spese pazze dell'Assemblea regionale siciliana,. Tra questi c'è anche Salvo Pogliese, attuale sindaco di Catania, condannato a 4 anni e 3 mesi. Pogliese rischia la sospensione dalla carica per effetto della legge Severino. Unico assolto Giambattista Bufardeci.


Sono stati condannati anche Giulia Adamo a 3 anni e sei mesi, Cataldo Fiorenza a 3 anni e 8 mesi. Rudy Maira a 4 anni e sei mesi, Livio Marrocco a 3 anni. Le somme contestate sono per Adamo 11.221 euro, per Fiorenza 16.220, per Maira 82.023, per Marrocco, 3961, per Pogliese 75,389. Ai condannati, tranne Maira, sono state concesse le attenuanti generiche. Il tribunale ha interdetto Pogliese e Maira in perpetuo dai pubblici uffici e Marrocco e Fiorenza per due anni e 6 mesi. I giudici hanno inoltre dichiarato l'estinzione di rapporti di lavoro o di impiego di Maira e Pogliese nei confronti di amministrazioni o enti pubblici. 


Il sindaco di Catania aveva sempre detto di essere tranquillo e si è sempre dichiarato non responsabile di quanto l'accusa gli attribuiva. I giudici di Palermo hanno valutato diversamente. Già arrivano le prime reazioni.


«La notizia della condanna a 4 anni e 3 mesi del sindaco di Catania Salvo Pogliese nel processo spese pazze quando rivestiva la carica di deputato regionale - dice la deputata catanese del Movimento 5 Stelle Maria Laura Paxia - apre adesso scenari preoccupanti per la città, visto che adesso si arriverà alla sospensione dalla carica, secondo quanto stabilito dalla legge Severino. Ci aspettiamo da Pogliese una presa di coscienza e che, quindi, si dimetta al più presto da sindaco per dare alla nostra città una nuova guida politica che merita». Così in una nota la


Subscribe to Our Newsletter

SicilianNews

Write to info@siciliannews.com

 

ABOUT

CONTACT

ADVERTISE

  • White Facebook Icon
  • Bianco Twitter Icon
  • Bianco YouTube Icona

© 2020 by U.media Srl. - website created with Wix.com