Search
  • Redazione

Eraclea Minoa, green light to the works for the recovery of the beach

Green light to the works for the final recovery of the beach of Eraclea Minoa, in Agrigento area. The project has in fact obtained a favourable opinion of environmental compatibility from the Via/Vas Commission of the Regional Department of Territory and Environment.


This concludes a very complex and articulated procedure, which took several months. In fact, the regional government had decided to allocate more than 4 million euros for the intervention during the extraordinary meeting of the government council held on 15 May 2018 in the Valley of the Temples of Agrigento.


In order to stem the advance of the sea to the damages of the coast - considerably backward since 2000 - and to proceed to the beach nourishment of the coast devastated by the waves, the sand coming from the dredging of the port of Siculiana marina will be used.


«Thanks to this work - Governor Musumeci underlines - we will be able to give back to public use, after years of indifference, one of the most beautiful stretches of beach in Sicily. It has been a fight against time and against often unreasonable procedures. Everything we had to decide to save that stretch of coast we did two years ago, the rest was not up to us, but stages marked by the regulations in force».


The intervention will serve to counteract the erosion of the beach, which last winter also affected some sections of the pine forest and the existing tourist facilities on the beach. The project consists of three brushes made of cyclopean boulders. In particular, the stretch of coast that will be sheltered from the storms starts from Capo Bianco to the east, for about 2 kilometres.



(ITA) Eraclea Minoa, la Regione dà via libera ai lavori per il recupero della spiaggia

Via libera ai lavori per il definitivo recupero della spiaggia di Eraclea Minoa, nell'Agrigentino. Il progetto ha infatti ottenuto il parere favorevole di compatibilità ambientale da parte della commissione Via/Vas dell'assessorato regionale del Territorio e ambiente. Si conclude, quindi, una procedura molto complessa e articolata, che ha richiesto diversi mesi di tempo. Il governo regionale aveva deliberato, infatti, di stanziare oltre 4 milioni di euro per l'intervento nel corso della riunione straordinaria della giunta che si svolse il 15 maggio 2018 nella Valle dei templi di Agrigento. Per arginare l'avanzare del mare ai danni della costa - arretrata sensibilmente a partire dagli anni Duemila - e procedere al ripascimento del litorale devastato dai flutti verrà utilizzata la sabbia proveniente dal dragaggio del porto di Siculiana marina.  «Grazie a quest'opera - sottolinea il governatore Musumeci - potremo restituire alla fruizione pubblica, dopo anni di indifferenza, un tratto di spiaggia tra i più belli della Sicilia. È stata una lotta contro il tempo e contro procedure spesso irragionevoli. Tutto quello che dovevamo decidere per salvare quel tratto di litorale lo abbiamo fatto due anni fa, il resto non è dipeso da noi, ma da tappe scandite dalle disposizioni normative vigenti». L'intervento servirà a contrastare l'erosione della spiaggia, che lo scorso inverno ha interessato via anche alcuni tratti della pineta e le attrezzature turistiche esistenti sulla spiaggia. Il progetto consiste nella realizzazione di tre pennelli costituiti da massi ciclopici. In particolare, il tratto di costa che sarà messo al riparo dalle mareggiate parte da Capo Bianco verso est, per circa 2 chilometri.


--

Subscribe to Our Newsletter

SicilianNews

Write to info@siciliannews.com

 

ABOUT

CONTACT

ADVERTISE

  • White Facebook Icon
  • Bianco Twitter Icon
  • Bianco YouTube Icona

© 2020 by U.media Srl. - website created with Wix.com