Search
  • Redazione

Google donates 100,000 euros to the Banco Alimentare Sicilia


Google has donated € 100,000 to the "Banco Alimentare" Network in Sicily to support the food needs of those in need. The gift was announced a few weeks ago and was concretized in these days by dividing the amount equally between the two Sicilian realities of Banco Alimentare network. The donation does not come by chance. In fact, every year Google is the protagonist of the Google Camp, a prominent showcase on the world of economics and finance, held in Sciacca and in the splendid scenery of the Valley of the Temples. This year the Coronavirus blocked the demonstration but not the desire of the international giant to be present with actions aimed at addressing the emergency and recovery across the island, keeping an eye on the Agrigento area. A gesture that not only moved the presidents of the two Sicilian realities but that will allow them to make more efficient the service they already offer to over 220 thousand people.


«We sincerely thank Google and its managers - Pietro Maugeri, President of the Banco Alimentare of Sicily Onlus, says - and we are happy and proud that Google has chosen our reality to help the area. We will continue to work every day to demonstrate our commitment to public bodies, but we know it is a battle that needs time. At this moment - concludes Maugeri - our priority is to give answers and food to the poorest to satisfy the requests that we continue to receive and that Covid-19 has increased by 40 percent. With Google's donation, the Food Bank of Sicily Onlus - continues Pietro Maugeri - will bear the costs for personnel, for transportation and for operating services; but they will also be used in the purchase of fundamental anti-video PPE, technological service tools and to strengthen the connections between the two parts of the island, western and eastern. A significant effort that will help us to strengthen the recovery of surplus food to increase the distribution of food products through the charitable structures affiliated with us». «We will go to Sciacca to give a tangible sign of the Banco's availability to the charitable structures that have an agreement and to which we will explain Google's initiative. We will then proceed, but immediately, to a plan to make our Cinisi warehouse more efficient», finally explains Santo Giordano, President of the Western Sicily Food Bank.



(ITA) Google dona 100.000 euro al Banco Alimentare Sicilia


Google ha donato 100.000 euro alla Rete Banco Alimentare in Sicilia per sostenere i bisogni alimentari di chi ha bisogno. Il dono era stato annunciato poche settimane fa ed è stato concretizzato in questi giorni dividendo equamente l'importo tra le due realtà siciliane.

La donazione non arriva a caso. Ogni anno, infatti, Google è protagonista del Google Camp, una vetrina di rilievo sul mondo dell'economia e della finanza, che si tiene a Sciacca e nello splendido scenario della Valle dei Templi. Quest'anno il Coronavirus ha bloccato la manifestazione ma non il desiderio, del colosso internazionale, di essere presente con azioni mirate ad affrontare l'emergenza e la ripresa in tutta l'Isola, mantenendo un occhio di riguardo per il territorio di Agrigento. Un gesto che non solo ha commosso i presidenti delle due realtà siciliane ma che consentirà loro di rendere più efficiente il servizio che già offrono ad oltre 220mila persone.


«Ringraziamo di cuore Google e i suoi dirigenti - dichiara Pietro Maugeri, Presidente del Banco Alimentare della Sicilia Onlus - e siamo felici e orgogliosi che Google abbia scelto la nostra realtà per aiutare il territorio. Ci impegneremo ancora, tutti i giorni, per dimostrare il nostro impegno agli enti pubblici, ma sappiamo che è una battaglia che ha bisogno di tempo. In questo momento – conclude Maugeri - la nostra priorità è dare risposte e viveri ai più poveri per soddisfare le richieste che continuiamo a ricevere e che il Covid-19 ha incrementato del 40 per cento. Con la donazione di Google il Banco Alimentare della Sicilia Onlus - continua Pietro Maugeri - sosterrà i costi per il personale, per il trasporto e di servizi operativi; ma saranno impiegati anche nell'acquisto dei fondamentali DPI anticovid, di strumenti tecnologici di servizio e per potenziare i collegamenti tra le due parti dell'Isola, occidentale e orientale. Uno sforzo non da poco che ci aiuterà a rafforzare il recupero delle eccedenze di cibo per incrementare la distribuzione di prodotti alimentari tramite le strutture caritative convenzionate con noi».


«Andremo a Sciacca a dare un segno tangibile della disponibilità del Banco alle strutture caritative che sono convenzionate e alla quali spiegheremo l’iniziativa di Google. Provvederemo poi, ma da subito, ad un piano per rendere il nostro magazzino di Cinisi più efficiente», spiega infine Santo Giordano, Presidente del Banco Alimentare della Sicilia Occidentale Onlus.