Search
  • Redazione

Help Center Catania, the emergency numbers: 400 meals per day, 60% of helped are Italian



Just under 400 meals a day are prepared at the Help Center of the Caritas Diocesana in Catania to help those who in this time of economic crisis are struggling to satisfy a primary need such as food.


The beneficiaries are mainly Italians, 60% of the total number of those assisted, in particular homeless and large families. The number of meals is growing compared to recent months, a trend that derives from the greater possibility of travel, following the latest provisions of public authority, and the pressing employment crisis, especially for those working in the vast world of the underground economy. Also to support this growing demand, next Monday, June 29 at 3:30 p.m., an extraordinary food withdrawal will take place at the Banco Alimentare, an appointment at which Salvo Pappalardo, responsible for the activities of the diocesan body, will also be present, who will take the opportunity to thank and emphasize the now consolidated relationship between the two realities of the third sector.


Citizenship income and other income support measures, launched before and during this emergency phase, have not had a decisive impact on the poorest and most marginalized sections of the population. In some cases for the difficulties related to the rational management of a subsidy, in others for the lack of adequate information to access it. In this sense, the Caritas Listening Centers (Diocesan and Help Center) have worked to provide the most suitable tools, although for many people obtaining the benefit was then denied due to the absence of the necessary documentation.


In order to respond to an increasingly widespread demand that often does not end exclusively with a meal at the Central Station Help Center, Caritas Diocesan, thanks to the donations of many benefactors, directly supports other third sector realities in the territory. During the period of the Covid-19 emergency, the diocesan body donated to other bodies and associations in the City, about 800 kg of pasta, 1,757 breakfast products, 415 kg of bread, more than a thousand Easter eggs and doves, 770 liters of milk and another 3 tons of dairy products, more than 400 cans of tuna and almost 300 liters of olive oil and seeds. Once the health emergency phase is over, the renovation works for bathrooms and showers of the "ex Postazione Amt" and "ex Vigili Urbani" premises, granted on loan by the Municipality of Catania to Caritas Diocesana, continue as planned. The delivery is scheduled for mid-July, at which point we will proceed with the interior decoration and the definition of the last procedures necessary for the operational start-up of the structure, which is scheduled for next autumn.




(ITA) Help Center Catania, i numeri dell’emergenza: 400 pasti al giorno, 60% assistiti italiani


Sono poco meno di 400 al giorno i pasti preparati all’Help Center della Caritas Diocesana di Catania per aiutare quanti in questo momento di crisi economica faticano a soddisfare un bisogno primario come l’alimentazione. A beneficiarne sono soprattutto italiani, il 60% del totale degli assistiti, in particolare senza dimora e famiglie numerose. Il numero dei pasti risulta essere in crescita rispetto agli ultimi mesi, una tendenza che deriva dalla maggiore possibilità degli spostamenti, in seguito alle ultime disposizioni dell’autorità pubblica, e dalla pressante crisi occupazionale, soprattutto per quanti operavano nel vasto mondo dell’economia sommersa. Anche per sostenere questa domanda crescente, lunedì prossimo, giorno 29 giugno alle ore 15:30, si effettuerà un ritiro straordinario di alimenti presso il Banco Alimentare, appuntamento al quale sarà presente anche Salvo Pappalardo, responsabile delle attività dell’organismo diocesano, che coglierà l’occasione per ringraziare e sottolineare l’ormai consolidato rapporto tra le due realtà del terzo settore.


Il Reddito di Cittadinanza e le altre misure di sostegno al reddito, lanciati prima e durante questa fase emergenziale, non hanno inciso in maniera decisiva sulle fasce più povere ed emarginate della popolazione. In alcuni casi per le difficoltà relative alla gestione razionale di un sussidio, in altri per l’assenza delle informazioni adeguate per accedervi. In tal senso, i Centri di Ascolto della Caritas (Diocesano ed Help Center) hanno lavorato per fornire gli strumenti più idonei, sebbene l’ottenimento del beneficio, per molti soggetti, sia stato poi negato per l’assenza della documentazione necessaria.


Per rispondere a una domanda sempre più diffusa e che spesso non si esaurisce esclusivamente col pasto all’Help Center della Stazione Centrale, la Caritas Diocesana, grazie alle donazioni di tantissimi benefattori, supporta direttamente altre realtà del terzo settore presenti sul territorio. Nel corso del periodo dell’emergenza Covid-19, l’organismo diocesano ha donato ad altri enti e associazioni della Città, circa 800 kg di pasta, 1.757 prodotti per colazione, 415 kg di pane, più di un migliaio di uova e colombe pasquali, 770 litri di latte e altre 3 tonnellate di latticini, più di 400 scatolette di tonno e quasi 300 litri di olio d’oliva e di semi. Superata la fase dell’emergenza sanitaria, proseguono, come da programma, i lavori di ristrutturazione destinati a bagni e docce dei locali “ex Postazione Amt” ed “ex Vigili Urbani”, concessi in comodato d'uso dal Comune di Catania alla Caritas Diocesana. La consegna è prevista per la metà di luglio; a quel punto si procederà con l’arredamento interno e con la definizione delle ultime procedure necessarie all’avvio operativo della struttura che è previsto per l’autunno prossimo.

Subscribe to Our Newsletter

SicilianNews

Write to info@siciliannews.com

 

ABOUT

CONTACT

ADVERTISE

  • White Facebook Icon
  • Bianco Twitter Icon
  • Bianco YouTube Icona

© 2020 by U.media Srl. - website created with Wix.com