Search
  • Redazione

Highway Syracuse-Gela, the trade unions: «Delays in work responsibility of the Region»

«The tone with which Councillor Falcone replies to Fillea and Feneal about the delays that are slowing down the construction of the Rosolini-Modica section of the Syracuse-Gela motorway is only a confirmation of the administration's responsibility in these delays. The Irsap interference should have already been solved a year ago and we remind you that there are 15 more to be solved if you want to move the construction site forward quickly. The councillor is attacking so as not to admit the responsibilities of the Region».



The secretaries of Fillea and Feneal Sicilia and Ragusa, Mario Ridulfo, Francesco De Martino, Franco Cascone and Carlo Spinello wrote this in a joint note. It was the contractor, Cosedil, who was the first to denounce the risk of work stoppage, as the deadline by which the Consorzio Autostrade Siciliane (CAS) was to resolve the interference caused by the presence of the Irsap pipeline in the viaduct area had largely passed.


The company was echoed by the trade unions who were alarmed at the fate of the 300 workers involved. This was followed by a statement by the Councillor for Infrastructure who, on the one hand, accused the unions of seeking visibility and, on the other, announced that work on eliminating the Irsap interference would begin on July 12.


«We are very happy with this announcement - the secretaries of Fillea and Feneal Sicilia and Ragusa say - which comes with all evidence after our pressing and we will be vigilant to verify that it is not just an announcement and that the work really starts on the date indicated. However, we ask the Councillor - they add - to speed up the solution of the other 15 interferences (with Enel, Telecom and others) so that an important infrastructure that can give work for the next few years to more than 300 buildings, in times of deep crisis, will not be blocked».



(ITA) Autostrada Siracusa-Gela, i sindacati «Ritardi nei lavori responsabilità della Regione»


«Il tono piccato con cui l’assessore Falcone replica a Fillea e Feneal in merito ai ritardi che stanno rallentando la realizzazione del tratto Rosolini-Modica dell’autostrada Siracusa- Gela è solo una conferma delle responsabilità dell’amministrazione in questi ritardi. L’interferenza Irsap doveva già essere risolta un anno fa e ricordiamo che ne esistono altre 15 da portare a soluzione se si vuole fare avanzare celermente il cantiere. L’assessore attacca per non ammettere le responsabilità della Regione”.


Lo scrivono in una nota congiunta i segretari di  Fillea e Feneal Sicilia e di Ragusa , Mario Ridulfo , Francesco De Martino , Franco Cascone e Carlo Spinello. E’ stata l’azienda appaltatrice, la Cosedil, a denunciare per prima il rischio di blocco dei lavori, essendo ampiamente decorso il termine entro il quale il Consorzio Autostrade Siciliane (CAS) avrebbe dovuto risolvere l’interferenza determinata dalla presenza della condotta Irsap nell’area del viadotto.


All’azienda hanno fatto eco i sindacati allarmati per la sorte dei 300 operai impegnati. E’ seguita la dichiarazione dell’assessore alle infrastrutture che da un lato  accusa i sindacati di essere alla ricerca di visibilità, dall’altro annuncia che i lavori per l’eliminazione dell’interferenza Irsap cominceranno il 12 luglio. «Siamo ben felici di questo annuncio – affermano i segretari di Fillea e Feneal Sicilia e di Ragusa - che giunge con ogni evidenza dopo il nostro pressing e vigileremo per verificare che non si tratti solo di un annuncio e che i lavori partano realmente nella data indicata. Chiediamo tuttavia all’assessore- aggiungono-  di accelerare i tempi della soluzione delle  altre 15 interferenze (con Enel, Telecom e altri) affinché una infrastrutture importante che può dare lavoro per prossimi anni a oltre 300 edili, in epoca peraltro di profonda crisi,  non si blocchi».