Search
  • Redazione

In Sicily the beach season starts on June 6th


The beach season will officially open on June 6 in Sicily, but the beach clubs will be open immediately, from May 22 the bar and restaurant activities within the clubs can be started, following a circular from the President of the Region. Yes, therefore, to the aperitifs at sunset in front of the sea and also to the restaurant business. For the start of the season, on 6 June, the authorization from the Health Department will be required, which provides for the positive outcome of the examination of the bathing waters.


The decision was taken this afternoon at the end of a videoconference summit between the councilor for the Territory and the Environment, Totò Cordaro, the general manager of the Environment Department Giuseppe Battaglia, the president of the IV Commission Giusi Savarino and the managers of the bathing employers' associations: Salvo Basile for Assoturismo Confesercenti Sicilia, Alessandro Cilano for Fiba Confesercenti Sicilia, Ignazio Ragusa for Sib Confcommercio, Luca Maimone for Assobalneari Confindustria, Giampaolo Miceli and Guglielmo Pacchione for Cna Balneari Sicilia and Giovanni Cimino of Oasi - Confartigianato.


At the same meeting, Councilor Cordaro also signed the implementing decree which, as required by regional law 24/2019, provides for the extension in Sicily of state concessions until December 31, 2033. The measure is the result of a fruitful comparison with all trade associations, after hearing the IV Parliamentary Commission chaired by Mr Giusi Savarino. The main points are: the immediate extension to 2033; the submission of applications (1 June to 31 August 2020) through a dedicated IT portal, which will allow, for the first time, the start of the procedures for granting maritime state property digitally. "Also in this field, therefore - underlines Councilor Cordaro - with the Musumeci government transparency, simplification of the time of administrative procedures.


«A good agreement has been reached with the regional government», say the representatives of the Balneari who also welcome the signing, still today, of the implementing decree with which even in Sicily it will be possible to maintain state property concessions until 2033 in the maximum simplification bureaucratic. «On this point we have found maximum support from the Parliamentary Commission and from the regional government - the trade associations still say - The procedure for obtaining the concession will take place electronically and through the tool of self-certification».


The assessment of the measures necessary for the reopening of the shores provided by the Regional Ordinance 21 of 17 May was also positive, which streamlines and simplifies the parameters set by the Inail, allowing the beach clubs to be able to restart.



(ITA) In Sicilia la stagione balneare parte il 6 giugno


La stagione balneare si aprirà ufficialmente il 6 giugno, ma i lidi saranno aperti da subito, dal 22 maggio potranno essere avviate le attività di bar e ristorazione all’interno degli stabilimenti balneari previa circolare del presidente della Regione. Sì dunque agli aperitivi al tramonto davanti al mare ed anche all’attività di ristorazione. Per l'avvio della stagione, il 6 giugno, occorrerà il nulla osta dell’assessorato alla Sanità, che prevede l'esito positivo dell'esame delle acque di balneazione.


La decisione è stata presa oggi pomeriggio alla fine di un vertice in videoconferenza tra l’assessore al Territorio e Ambiente, Totò Cordaro, il dirigente generale del Dipartimento Ambiente Giuseppe Battaglia, il presidente della IV Commissione Giusi Savarino e i responsabili delle associazioni datoriali dei balneari: Salvo Basile di Assoturismo Confesercenti Sicilia, Alessandro Cilano di Fiba Confesercenti Sicilia, Ignazio Ragusa di Sib Confcommercio, Luca Maimone di Assobalneari Confindustria, Giampaolo Miceli e Guglielmo Pacchione di Cna Balneari Sicilia e Giovanni Cimino di Oasi - Confartigianato.


Nella stessa riunione, l’assessore Cordaro ha firmato anche il decreto attuativo che, come previsto dalla legge regionale 24/2019, prevede l’estensione in Sicilia delle concessioni demaniali fino al 31 dicembre 2033. Il provvedimento è frutto di un confronto proficuo con tutte le associazioni di categoria, sentita la IV Commissione parlamentare presieduta dall’onorevole Giusi Savarino. I punti salienti sono: l’immediata estensione al 2033; la presentazione delle istanze (1 giugno- 31 agosto 2020) attraverso portale informatico dedicato, che consentirà, per la prima volta, l’avvio delle procedure di concessione del demanio marittimo in via digitale. «Anche in questo campo, dunque - sottolinea l'assessore Cordaro - con il governo Musumeci trasparenza, semplificazione rispetto dei tempo delle procedure amministrative.


«Con il governo regionale si è arrivati ad un buon accordo», dicono i rappresentanti dei Balneari che plaudono anche alla firma, sempre oggi, del decreto attuativo con cui anche in Sicilia sarà possibile il mantenimento delle concessioni demaniali fino al 2033 nel massimo della semplificazione burocratica. «Su questo punto abbiamo trovato massimo sostegno dalla Commissione parlamentare e dal Governo regionale – dicono ancora le associazioni di categoria – La procedura per ottenere la concessione avverrà telematicamente e attraverso lo strumento dell’autocertificazione».

Positivo anche il giudizio sulle misure necessarie alla riapertura dei lidi previste dall’Ordinanza regionale 21 del 17 maggio che snellisce e semplifica i parametri fissati dall’Inail, consentendo ai lidi di poter ripartire.