Search
  • Redazione

Industrial area of Catania, no more issues in water management?

A new era for the industrial area of Catania. In which, hopefully, the lack of water and flooding may be a distant memory. With two agreements signed between the Municipal Administration, Irsap and Sidra, finally the industrial area has found in the Municipality of Catania and its subsidiary Sidra, a single manager of all issues related to waterworks, sewerage and purification.


Catania industrial area, 5th Road

The agreement makes it possible to overcome a jagged set of skills and responsibilities in the water sector that over the last few decades have made the Etna industrial zone unmanageable from an infrastructural point of view.


To communicate the signing of the agreements are the mayor of Catania Salvo Pogliese and the councillor in charge of the industrial area Pippo Arcidiacono. The latter has signed a complex agreement for the Municipality with the Regional Institute for the development of productive activities, putting an end to continuous repayments of responsibility that have produced a harmful immobility in providing the necessary services to companies operating in the industrial area of Catania.


«I consider this agreement a really important result - the mayor Salvo Pogliese said - an act of bureaucratic simplification of extraordinary value that we hoped since our establishment. The agreement allows us to optimize the investments made since the '60s in the industrial area of Catania, but above all to accelerate the investments that, with regional and EU funds, we will make in an area that alone concentrates 15% of Sicilian GDP and face the inefficiencies that entrepreneurs have legitimately complained about in recent years. I thank - Pogliese concluded - the regional government and our municipal councillor Pippo Arcidiacono for the commitment and stubbornness in achieving a goal of great importance because it is a factor of development and employment in a city hungry for work and where it is not allowed to register lack of water to companies or continuous flooding from rainwater. It will take time, of course, but we hope to make all this a distant memory, thanks to the support of Sidra, which will manage the coordination of skills previously scattered between different entities".


The transfer of tasks, in fact, mainly concerns the infrastructure related to the water service, understood as maintenance, renewal, upgrading, extension of the supply and distribution network, lifting plants, storage tanks for the supply of drinking and industrial water, but also that of sewerage and wastewater treatment and in general everything related to the management of water services, in favor of economic operators located within the Industrial Zone of Catania.


To sign the agreement for the Municipality of Catania, by proxy of the Mayor Salvo Pogliese, was the Councillor Giuseppe Arcidiacono, for the Consorzio ASI Catania in Liquidation Achille Piritore, for IRSAP Gaetano Collura, for the Territorial Water Assembly ATO Catania 2 Antonio Bonanno and for SIDRA S.p.A. Fabio Fatuzzo.



(ITA) Zona industriale di Catania, finiti i problemi nella gestione delle acque?

Una nuova era per la zona industriale di Catania. In cui, si spera che la mancanza di acqua e gli allagamenti possano essere un lontano ricordo. Con due convenzioni firmate tra l’Amministrazione Comunale, l’Irsap e la Sidra, finalmente la zona industriale ha trovato nel Comune di Catania e la sua partecipata Sidra, un gestore unico di tutte le questioni inerenti gli impianti di acquedotto, fognatura e depurazione. L'accordo permette di superare un insieme frastagliato di competenze e responsabilità nel settore idrico che nel corso degli ultimi decenni hanno reso ingestibile la zona industriale etnea dal punto di vista infrastrutturale.


A comunicare la firma delle convenzioni sono ll sindaco di Catania Salvo Pogliese e l’assessore con delega alla zona industriale Pippo Arcidiacono. Quest’ultimo ha sottoscritto per il Comune una complessa intesa con l’Istituto regionale per lo sviluppo delle attività produttive, mettendo fine a continui rimpalli di responsabilità che hanno prodotto un dannoso immobilismo nell'approntare i servizi necessari alle imprese che operano nella zona industriale di Catania.


«Ritengo questo accordo un risultato veramente importante - ha detto il sindaco Salvo Pogliese - un atto di semplificazione burocratica di straordinario valore che auspicavamo fin dal nostro insediamento. L'accordo consente di ottimizzare gli investimenti realizzati fin dagli anni ‘60 nella zona industriale catanese, ma soprattutto di accelerare gli investimenti che coi fondi regionali e comunitari faremo in un’area che da sola concentra il 15% del Pil siciliano e fronteggiare i disservizi che legittimamente gli imprenditori hanno lamentato in questi anni. Ringrazio - ha concluso Pogliese - il governo regionale e il nostro assessore comunale Pippo Arcidiacono per l’impegno profuso e la caparbietà nel raggiungere un obiettivo di grande importanza perché fattore di sviluppo e di occupazione in una città affamata di lavoro e dove non è consentito che si registri mancanza di acqua alle imprese oppure continui allagamenti da acqua piovana. Ci vorrà del tempo naturalmente, ma contiamo di fare diventare tutto questo un lontano ricordo, grazie al supporto della Sidra che gestirà il coordinamento delle competenze prima sparse tra diversi enti».


Il passaggio dei compiti, infatti, riguarda soprattutto le infrastrutture relative al servizio acquedotto, inteso come manutenzione, rinnovo, potenziamento, estensione, della rete di adduzione e distribuzione, degli impianti di sollevamento, dei serbatoi di accumulo per la fornitura di acqua potabile ed industriale, ma anche quello di fognatura e depurazione delle acque reflue e in più in generale tutto ciò che concerne la gestione dei servizi idrici, in favore degli operatori economici ubicati all'interno della Zona Industriale di Catania.


A firmare l’intesa per il Comune di Catania, su delega del sindaco Salvo Pogliese, è stato l’assessore Giuseppe Arcidiacono, per il Consorzio ASI Catania in Liquidazione Achille Piritore, per IRSAP Gaetano Collura, per l’Assemblea Territoriale Idrica ATO Catania 2 Antonio Bonanno e per la SIDRA S.p.A. Fabio Fatuzzo.