Search
  • Redazione

"Land for young people", the call of the Sicilian Region to allocate 430 hectares of state lands

The "land for young people" is the slogan of the regional government which makes the first 430 hectares of state land available to Sicilian farmers. The call to participate in the allocation of the plots was presented by the President of the Sicilian Region Nello Musumeci and the Councillor for Agriculture Edy Bandiera, during a press conference at Palazzo Orleans.



«The project - the governor explained - is still on an experimental basis, because if the results, as we hope, will be positive we will expand the land that we will ban. We have two objectives: to allow aspiring agricultural entrepreneurs to be able to do business and exploit vast areas of state land, removing them from unproductiveness".


The first phase of the project involves a commitment of 430 hectares. The lands identified is located in the provinces of Agrigento (in Calamonaci, with 22.23 hectares); Caltanissetta (Mazzarino, 112.99 hectares and Niscemi, 12.87 hectares); Enna (Barrafranca, 19.96 hectares; Centuripe, 31, 27 hectares; Piazza Armerina, 87.22 hectares; Villarosa, 20.49 hectares); Syracuse (Carlentini, 123.7 hectares).


As far as the economic factor is concerned, no particular requirements are required of the participants in the call for tenders for the allocation of the plots.


«All young people, even those who have not yet reached the age of 41, will be able to participate - Musumeci stressed - the land will be allocated for 20 years and to be able to sustain the expenses they will have access to Psr funds, or they will be able to resort to the help of Irfi»..


Satisfied also the Regional Councillor for Agriculture, Edy Bandiera: «It's a job that we have been doing for a long time we have registered a great demand in recent years, both from young and not so young people. Sicily is first in terms of the number of young people under the age of 35 who own agricultural businesses. We will try with all the tools we have to accompany these young people to allow them to establish themselves in the market and above all stay there».


A second notice is addressed to the Esa, public bodies, entities subject to supervision by the Region, municipalities and private individuals, which may confer land and real estate to the Land Bank.


(ITA) La "terra ai giovani", ecco il bando della Regione Sicilia per assegnare 430 ettari di terreni demaniali


La "terra ai giovani" è lo slogan cn cui il governo regionale mette a disposizione degli agricoltori siciliani i primi 430 ettari di terreni demaniali. Il bando per partecipare all'assegnazione degli appezzamenti è stato presentato dal presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci e dall'assessore all'Agricoltura Edy Bandiera, nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Orleans.

«Il progetto - ha spiegato il governatore - è ancora in via sperimentale, perché qualora i risultati, come ci auguriamo, saranno positivi amplieremo i terreni che metteremo a bando. Abbiamo due obiettivi: permettere agli aspiranti imprenditori agricoli di poter fare impresa e valorizzare vaste superfici di terreni demaniali, togliendole dalla improduttività».


Il progetto nella prima fase prevede l'impegno di 430 ettari. I terreni individuati si trovano nelle province di Agrigento (a Calamonaci, con 22,23 ettari); Caltanissetta (Mazzarino, 112,99 ettari e Niscemi, 12,87 ettari); Enna (Barrafranca, 19,96 ettari; Centuripe, 31, 27 ettari; Piazza Armerina, 87,22 ettari; Villarosa, 20,49 ettari); Siracusa (Carlentini, 123,7 ettari).


Per quanto riguarda il fattore economico, non sono richiesti ai partecipanti al bando per l'assegnazione degli appezzamenti particolari requisiti.


«Potranno partecipare tutti i giovani, anche nullatenenti che non hanno ancora compiuto 41 anni - ha sottolineato Musumeci - il terreno verrà assegnato per 20 anni e per poter sostenere le spese avranno accesso a fondi Psr, o potranno ricorrere all'aiuto dell'Irfis».


Soddisfatto anche l'assessore regionale all'Agricoltura, Edy Bandiera: «E' un lavoro che portiamo avanti da tempo abbiamo registrato una grande domanda negli ultimi anni, sia da parte di giovani che meno giovani. La Sicilia è prima per numero di giovani sotto i 35 anni titolari di imprese agricole. Cercheremo con tutti gli strumenti che abbiamo di accompagnare questi giovani per consentirgli di insediarsi nel mercato e soprattutto restarci».

Un secondo avviso è rivolto all'Esa, enti pubblici, enti sottoposti a vigilanza della Regione, Comuni e privati, i quali possono conferire terreni e immobili alla Banca della terra.