Search
  • Gianluca Reale

Mafia boss Bonura leaves the hard prison for health reasons


Mafia boss Francesco Bonura, 78, considered one of the most influential bosses, is released from prison for health reasons, also in consideration of the Coronavirus emergency. The Ansa press agency reports, taking up the news from L’Espresso. Bonura, definitively sentenced for mafia association to 23 years, was at 41bis, the hard prison standard.

The judge of surveillance of the Court of Milan, according to L'Espresso reports, conceded the house arrests by supporting the health reasons underlining «such a faculty situation» the magistrate «to urgently postpone the execution of the sentence». The judge ruled out the danger of escape and, granting the house arrest, has ordered that «he will not be able to meet, without any reason, prejudiced» and moreover, «authorizes» him to leave the house, whenever necessary «for health reasons» even family members. The collaborator of justice Tommaso Buscetta, remembers L'Espresso, defined Bonura «a valiant mafioso» stressing that the boss «was one of the defendants of the first maxi trial of Cosa Nostra where he was convicted and who subsequently approached Bernardo Provenzano».


Il boss Bonura scarcerato per motivi di salute

Esce dal carcere per motivi di salute, in considerazione anche dell'emergenza Coronavirus, e ottiene i domiciliari il boss di mafia Francesco Bonura, 78 anni, considerato uno dei boss più influenti. Lo riporta l’agenzia Ansa, riprendendo la notizia da L’Espresso. Bonura, condannato definitivamente per associazione mafiosa a 23 anni, si trovava al 41bis. Il giudice di sorveglianza del Tribunale di Milano, secondo quanto riporta L'Espresso, ha concesso gli arresti in casa sostenendo i motivi di salute sottolineando "siffatta situazione facoltizza" il magistrato "a provvedere con urgenza al differimento dell'esecuzione pena".

Il giudice ha escluso il pericolo di fuga e, concedendo i domiciliari, ha disposto che "non potrà incontrare, senza alcuna ragione, pregiudicati" e inoltre, "lo autorizza" ad uscire da casa, ogni volta che occorrerà "per motivi di salute" anche dei familiari.

Il collaboratore di giustizia Tommaso Buscetta, ricorda L'Espresso, definiva Bonura "un mafioso "valoroso"" sottolineando che il boss "è stato uno degli imputati del primo maxi processo a Cosa nostra dove è stato condannato e che successivamente si è avvicinato a Bernardo Provenzano".

Subscribe to Our Newsletter

SicilianNews

Write to info@siciliannews.com

 

ABOUT

CONTACT

ADVERTISE

  • White Facebook Icon
  • Bianco Twitter Icon
  • Bianco YouTube Icona

© 2020 by U.media Srl. - website created with Wix.com