Search
  • Redazione

Mazzetta Sicula, Cgil and citizens committee: «Check Codavolpe's bio-stabilization plant»

Sicula Trasporti's landfills in the storm. Not only the large landfill of Grotte San Giorgio, but also the nearby plant in the district Codavolpe, on the hill of Vaccarizzo in the territory of Catania, raises many questions.


«The plant - say the Secretary General of the Chamber of Labour, Giacomo Rota, and the President of the Citizens' Committee, Salvatore Perricone - must be controlled not only because the new judicial context requires it, but also because for almost seven years a bio stabilization plant owned by Sicula Trasporti Srl has been in operation. Consequences? Unbreathable air and a lot of fear for public health».


The citizens in recent days have sent a letter to the President of the Region, Nello Musumeci, pointing out the process of construction of a degasification plant in the district Codavolpe managed by Sicula Trasporti. «The latter - Rota and Perricone say quoting the letter - in his project justifies the environmental inclusion of the plant between the tufa quarry and non-existent gardens, omitting the most important thing. That is, the plant would be just one kilometre from a residential area and the Simeto Oasis. «The City of Catania Environment service - they still say - has issued a positive opinion in 2018 ordering the "Sicula Transport" as a prescription to keep emissions within limits, which still exist. We wonder if this apostille has been reported with full knowledge of the facts. Has an inspection worthy of the name really been started?».


Citizens' concern is growing by the day. «Operation 'Mazzetta Sicula' - Rota and Perricone still say - could be part of a more accurate verification, given that there are dozens of families concerned about their health. Now that the 'Sicula Trasporti' is at the centre of a judicial investigation, it is necessary, more than ever, to launch a dispute about waste. The case of the landfill that has been depreciating the hill of Vaccarizzo in Contrada Codavolpe for years is proof that it is necessary to redesign waste management on the island».



(ITA) Mazzetta Sicula, Cgil e cittadini: «Controllare impianto bio stabilizzazione di Codavolpe/Vaccarizzo»


Impianti della Sicula trasporti nella bufera. Non solo la grande discarica di Grotte San Giorgio, ma anche il vicino impianto in contrada Codavolpe, sulla collina di Vaccarizzo in territorio di Catania, suscita molti interrogativi. Ad averli sollevati sono stati i cittadini che fanno parte del Comitato per la vivibilità, la tutela e la salute di Codavolpe/Vaccarizzo. Al cui fianco si è schierata la Cgil di Catania.


«L'impianto - dicono il segretario generale della Camera del lavoro, Giacomo Rota, e il presidente del Comitato dei cittadini, Salvatore Perricone - va controllato non solo perché il nuovo contesto giudiziario lo richiede, ma anche perché  da quasi sette anni è in attività un impianto di bio stabilizzazione di proprietà della Sicula Trasporti Srl. Conseguenze? Aria irrespirabile e tanta paura per la salute pubblica».


I cittadini nei giorni scorsi hanno inviato una lettera al presidente della Regione, Nello Musumeci, segnalando l'iter di realizzazione di un impianto di  degassificazione in contrada Codavolpe a gestione Sicula Trasporti. «Quest'ultima - dicono Rota e Perricone citando la lettera - nel suo progetto giustifica l’inserimento ambientale dell'impianto tra la cava tufacea e giardini inesistenti, omettendo la cosa più importante». Cioè che l'impianto si troverebbe ad appena un chilometro da una zona residenziale e dall’Oasi del Simeto. «Il Comune di Catania servizio Ambiente - dicono ancora - ha rilasciato parere positivo nel 2018 intimando come prescrizione alla "Sicula Trasporti" di mantenere nei limiti le emissioni, che comunque esistono. Ci chiediamo se questa postilla sia stata segnalata con cognizione di causa. Un'ispezione degna di questo nome è stata realmente avviata sul terreno?».

La preoccupazione dei cittadini aumenta di giorno in giorno. «L'operazione 'Mazzetta Sicula' - dicono ancora Rota e Perricone - potrebbe inserirsi in un contesto di più accurata verifica, visto che in ballo ci sono decine di famiglie preoccupate per la propria salute. Ora che la 'Sicula trasporti' è al centro di un'indagine giudiziaria, è necessario più che mai lanciare una vertenza rifiuti. Il caso della discarica che da anni ammorba la collina di Vaccarizzo in Contrada Codavolpe  è la dimostrazione che bisogna ridisegnare la gestione dei rifiuti nell'Isola».

Subscribe to Our Newsletter

SicilianNews

Write to info@siciliannews.com

 

ABOUT

CONTACT

ADVERTISE

  • White Facebook Icon
  • Bianco Twitter Icon
  • Bianco YouTube Icona

© 2020 by U.media Srl. - website created with Wix.com