Search
  • Gianluca Reale

Microplastics in fruit and vegetables, Corrao (M5S): «Now EU Commission action to protect consumers»

«In the light of the valuable publication of the research of the Laboratory of Environmental and Food Hygiene of the University of Catania in the scientific journal Enviromental Research, it is necessary for the European Commission to take immediate action. This is what the M5S MEP, Ignazio Corrao, says.


Ignazio Corrao

«In the aftermath of the broadcast "What do we eat" conducted by journalist Luca Ciliberti, whose journalistic investigation led to the discovery - Corrao adds - I had submitted to the European Commission the revolutionary discovery of the Laboratory of Environmental and Food Hygiene of Catania that verified the contamination of micro-plastics in fruits and vegetables thanks to an innovative patent that, for the first time at the international level, is able to analyze the presence of particles in a few microns scale».


The Commission, in reply to the question, admitted that the presence of microplastics in vegetables was an absolute novelty, stating that further research was required to allow a risk assessment for consumers and to take the necessary measures.


«Now that we have further results and a respectable scientific publication - Corrao said - I asked the Commission, by means of a specific question, to take into account the latest findings and to start a process to change the current legislation on microplastics and food safety. My applause goes to the researchers of the University of Catania, who with determination and competence, do not give up and continue to be the pioneers of a discovery that could strengthen food safety».



(ITA) Microplastiche in frutta e verdura, Corrao (M5S): «Adesso intervento della Commissione Ue per tutelare i consumatori»


«Alla luce della preziosa pubblicazione della ricerca del laboratorio di Igiene dell'Ambiente e degli Alimenti dell'Università di Catania sulla rivista scientifica Enviromental Research, è necessario che la Commissione Europa prenda immediatamente provvedimenti». E' quanto sostiene l'europarlamentare del M5S, Ignazio Corrao.


«All'indomani i della trasmissione “Che cosa mangiamo" condotta dal giornalista Luca Ciliberti, dalla cui inchiesta giornalistica è nata la scoperta - aggiunge Corrao - avevo sottoposto alla Commissione Europea la scoperta rivoluzionaria del Laboratorio di Igiene dell'Ambiente e degli Alimenti di Catania che ha verificato la contaminazione da micro-plastiche grazie a un innovativo brevetto che, per la prima volta a livello internazionale, riesce ad analizzare la presenza di particelle in scala di pochi micron».


La Commissione, in risposta all'interrogazione, aveva ammesso che la presenza di microplastiche negli ortaggi costituiva un elemento assoluto di novità, affermando che si richiedevano ulteriori ricerche per consentire una valutazione del rischio per i consumatori e prendere i doverosi provvedimenti.


«Adesso che abbiamo ulteriori risultati e una pubblicazione scientifica di tutto rispetto - ribadisce Corrao - ho chiesto alla Commissione attraverso apposita interrogazione di prendere in considerazione le ultimissime risultanze e avviare un percorso per cambiare la legislazione attuale in materia di microplastiche e sicurezza alimentare. Il mio plauso va ai ricercatori dell’Università di Catania, che con determinazione e competenza, non mollano e continuano ad essere i pionieri di una scoperta che potrebbe rafforzare la sicurezza alimentare».