Search
  • Redazione

Migranti, la Guardia costiera aiuta la Louise Michel, la nave di “Banksy" ormai strapiena

La Guardia costiera italiana è intervenuta per prestare assistenza alla Louise Michel, la nave battente bandiera tedesca finanziata da Banksy, che ha soccorso nelle ultime ore 130 migranti.



La nave, carica di migranti aveva già lanciato un Sos ieri sera, quando navigava a due ore dalla costa di Lampedusa. Vista la pericolosità della situazione, oggi la Guardia costiera ha inviato sul posto una motovedetta classe 300 di Lampedusa che ha imbarcato le 49 persone ritenute più vulnerabili, ovvero 32 donne, 13 bambini e 4 uomini a completamento dei nuclei familiari. Anche il cadavere che era a bordo dovrebbe essere portato sulla terraferma.


«The Italian Coastguard took over 49 of the most vulnerable survivors! That's great - scrive l'equipaggio nei live feed che appare sul sito della Louise Michel - & leaves us with the majority still waiting. By now, #SeaWatch4 arrived on scene & will assist us doing what Europe falters to do, having 201 guests on board themselves for days now».


Nella tarda serata di ieri, ricostruisce il comando generale delle Capitanerie di Porto, la Louise Michel "ha avvistato, in area Sar di responsabilità maltese, un gommone con a bordo circa 130 migranti, in precarie condizioni di navigabilità. Informata dell'avvistamento l'autorità maltese, responsabile per le attività di ricerca e soccorso in quell'area marittima, l'unità Louise Michel ha proceduto in un primo momento al trasbordo di 97 migranti, ricoverandone i restanti 33 in una zattera di salvataggio.


Delle attività in corso è stata data informazione anche allo stato di bandiera dall'unità (Germania), oltre che al Rcc (Rescue Coordinantion Center) maltese che, successivamente ed anche in ragione del previsto peggioramento delle condizioni meteo marine in zona, ha contattato il centro nazionale di soccorso della Guardia Costiera di Roma, chiedendo l'intervento di assetti navali per prestare assistenza". In esito a questa richiesta, la Guardia Costiera italiana ha inviato la motovedetta da Lampedusa, considerata anche la pericolosità della situazione.