Search
  • Redazione

Migrants, Ocean Viking rescues 16 people 40 miles South of Lampedusa, on the Moby Zazà 30 positives

Rescue at sea by the NGO ships engaged in the Mediterranean continues unabated. In the meantime, autonomous landings continue in Lampedusa, while on the Moby Zazà, the ship on which 207 migrants are in quarantine off Porto Empedocle, the positives have risen to 30.


The boat with 16 migrants saved today

Last night the ship Ocean Viking rescued another 16 people. Sos Mediterranee reported this in a tweet. The migrants were on «a fiberglass boat in danger 40 miles south of Lampedusa». The rescue operations were coordinated by the Maltese Rescue Coordination Center. Now, aboard the Ocean Viking, there are 180 survivors.


Yesterday, in Lampedusa, eight landings were recorded within a few hours. These are over a hundred migrants. But reports of sightings are continuing. Yesterday evening, between Lampedusa and Malta, there were reports of other "sea carts" in difficulty. The Sea Watch plane sighted them. In the island's hotspot, before all these new arrivals, there were about a hundred people.


On board the Moby Zazà, after the disembarkation of the positive woman who had to give birth, there was a positive swab and a doubtful one: repeated twice and always resulted in "maybe". They have risen to 30 altogether - because even the doubtful case is treated as if it were positive - the migrants, guests of the "Moby Zazà", who turn out to be infected by the Coronavirus, The contagions were certified by the acquisition of the test result, a few days ago, but the news was confirmed only in the last hours.

To the 30 we have to add, being a migrant who was saved together with the rest of the group by Sea Watch, also the man who has been hospitalized - for about ten days now - in the infectious diseases ward of the "Sant'Elia" hospital in Caltanissetta.


At the moment, on the quarantined ship "Moby Zazà" which is stationed at Porto Empedocle (Agrigento), there are a total of 207 migrants of the 211 who were rescued by Sea Watch. The refugees are divided on three different decks; all those infected by Covid-19 are in the same area: deck number "7" which is, in fact, the so-called "red zone". All the other migrants from previous landings, who were on the quarantine ship, have finished their period of health surveillance and have left the vessel. The last 47 just in the last few days.



(ITA) Migranti, la Ocean Viking soccorre 16 persone 40 miglia a sud di Lampedusa, sulla Moby Zazà 30 positivi


Proseguono senza sosta i salvataggi in mare da parte delle navi dell ong impegnate nel mediterraneo. E intanto continuano anche gli sbarchi autonomi a Lampedusa, mentre sulla Moby Zazà, la nave su cui 207 i migranti sono in quarantena al largo di Porto Empedocle i positivi sono saliti a 30.


La notte scorsa la nave Ocean Viking ha tratto in salvo altre 16 persone. Lo ha comunicato Sos Mediterranee in un tweet. I migranti si trovavano su «una barca in vetroresina in pericolo a 40 miglia a sud di Lampedusa». Le operazioni di salvataggio sono state coordinate dal Maltese Rescue Coordination Center. Ora, a bordo della Ocean Viking, ci sono 180 sopravvissuti.


Ieri, a Lampedusa, si sono registrati otto sbarchi nel giro di poche ore. Si tratta di più di cento migranti. Ma le segnalazioni di avvistamenti sono continue. Ieri sera, fra Lampedusa e Malta, erano segnalate altre "carrette del mare" in difficoltà. Ad avvistarle è stato l'aereo della Sea Watch. Nell'hotspot dell'Isola, prima di tutti questi nuovi approdi, c'erano circa un centinaio di persone.


A bordo della Moby Zazà, dopo lo sbarco della donna positiva che doveva partorire, si registrano un tampone positivo e uno dubbio: ripetuto due volte e sempre essere risultato in "forse". Sono saliti a 30 complessivamente - perché anche il caso dubbio viene trattato come se fosse positivo - i migranti, ospiti della "Moby Zazà", che risultano essere contagiati dal Coronavirus, I contagi sono stati certificati dall'acquisizione del risultato dei test, alcuni giorni addietro, ma la notizia è stata confermata soltanto nelle ultime ore.

Ai 30 si va ad aggiungere, trattandosi di un migrante che venne salvato assieme al resto del gruppo dalla Sea Watch, anche l'uomo che è ricoverato - da una decina di giorni ormai - nel reparto Malattie infettive dell'ospedale "Sant'Elia" di Caltanissetta.


Al momento, sulla nave-quarantena "Moby Zazà" che staziona in rada a Porto Empedocle (Ag), ci sono complessivamente 207 migranti dei 211 che vennero salvati dalla Sea Watch. I profughi sono divisi su tre diversi ponti; tutti i contagiati da Covid-19 si trovano nella stessa area: il ponte numero "7" che è, di fatto, la cosiddetta "zona rossa". Tutti gli altri migranti da precedenti sbarchi, che si trovavano sulla nave-quarantena, hanno terminato il loro periodo di sorveglianza sanitaria e hanno lasciato l'imbarcazione. Gli ultimi 47 appena nei giorni scorsi.