Search
  • Redazione

Migrants, President Musumeci: «10,000 expected arrivals, an agreement with the State is needed»

«My ordinance serves to set certain criteria. No more calls under the counter or tacit agreements. The Sicilian Region has so far prepared everything that the State should have prepared, and we have no difficulty in continuing to do so. But do it in broad daylight, staring at 'who' has to do 'what'. A little arrogance from Rome, and let's stop treating Sicily as if it were a colony».


Nello Musumeci

On the subject of migrants and security procedures to prevent contagion from Covid 19, the President of the Region, Nello Musumeci, points his feet. Just when from Rome, Minister Lamorgese assures that the State will do its part. Musumeci, however, is tired of waiting and has decided to do it himself with the order that provides for quarantine on arrival ships for migrants landing in Sicily. «If necessary - he adds - we are ready to discuss with the ministries of the Interior and Health».


But he underlines that the ordinance has not "closed" the ports. «We have not blocked anything, but we have only demanded that the State establish a protocol, in agreement with the Region, to manage this very difficult phase. Just think that from the Viminale there is talk of over 10 thousand migrants who will be able to disembark in the next few weeks on the coasts of our island. Are they kidding?».



(ITA) Migranti, il presidente della Regione Sicilia: «Previsti 10mila arrivi, serve un'intesa con lo Stato»


«La mia ordinanza serve a fissare alcuni criteri. Basta telefonate sotto banco o tacite intese. La Regione Siciliana ha finora approntato tutto quello che avrebbe dovuto approntare lo Stato, e non abbiamo difficoltà a continuare a farlo. Ma lo si faccia alla luce del sole, fissando 'chi' deve fare 'cosa'. Poca arroganza da parte di Roma, e finiamola di trattare la Sicilia come se fosse una colonia».


Sul tema dei migranti e delle procedure di sicurezza per prevenire il contagio da Covid 19, il presidente della Regione Nello Musumeci punta i piedi. Proprio quando da Roma il ministro Lamorgese assicura che lo Stato farà la sua parte. Musumeci, però è stanco di aspettare e ha deciso di fare da sé con l'ordinanza che dispone la quarantena sulle navi di arrivo per i migranti che sbarcano in Sicilia. «Se serve - aggiunge - siamo pronti al confronto, coi ministeri dell'Interno e della Sanità».


Ma sottolinea che l'ordinanza non ha "chiuso" i porti. «Non abbiamo bloccato alcunché, ma abbiamo soltanto preteso che da parte dello Stato venga fissato un protocollo, d'accordo con la Regione, per gestire questa fase assai difficile. Pensate che dal Viminale si parla di oltre 10mila migranti che potranno sbarcare nelle prossime settimane sulle coste della nostra isola. Ma stiamo scherzando?».

Subscribe to Our Newsletter

SicilianNews

Write to info@siciliannews.com

 

ABOUT

CONTACT

ADVERTISE

  • White Facebook Icon
  • Bianco Twitter Icon
  • Bianco YouTube Icona

© 2020 by U.media Srl. - website created with Wix.com