Search
  • Redazione

Musumeci: «No restrictions on entry into Sicily, "Sicilia Sicura" app will be optional»

No health "licenses", but only thermoscanners that will detect the temperature to those who come to Sicily.


And «from June 5 will be active the App "Sicilia Sicura" for those who come to Sicily. The app will be optional and will allow those who come to the Island to be assisted by the medical staff of the Tourist Health Unit in case of need». The President of the Region Nello Musumeci, guest of "Un Giorno da Pecora" on Rai Radio 1, specifies the line that the government intends to follow, distancing itself from the health "license" required by the governor of Sardinia, Solinas, and also from the controversy with the mayor of Milan, Sala.


In Sicily «there will be no restrictions on entrances», assures the President of the Region, but «only checks with the thermoscanner» on arrivals at airports, ports and stations. «To enter in Sicily - Musumeci explained - it will be enough a document, there will not be additional tests over the current use of the thermoscanner. And whoever arrives, if he wants, in an absolutely optional way, can access the app 'Sicilia Sicura' with which he remains in contact throughout his stay on the island with our regional health system. In each of the nine provinces of Sicily we are setting up the Tourist Health Unit: a system of immediate contact for those who need, for whatever reason, health care beyond what is normally offered».


«We - Musumeci recalled - have always talked about safety protocol because we believe that it is right that the tourist knows that, if he wants, he can be accompanied by our health system. Tomorrow we will meet with all the governors to define the security protocol. It is clear that each region can adopt a system but it must be within the framework that the national government must establish». Musumeci also added that on June 3 there will be «a meeting with everyone, including those responsible for ports and airports, because we need the involvement of operators and we will present the protocol to the press. And we count from June 5 that we can already be operational». Guido Bertolaso's advice to «set up the security protocol» has also been confirmed.



(ITA) Musumeci: «Nessuna limitazione agli ingressi in Sicilia, app Sicilia Sicura facoltativa»


Niente "patenti" sanitarie, ma solo termoscanner che rileveranno la temperatura a chi viene in Sicilia. E poi «dal 5 giugno sarà attiva l'App "Sicilia Sicura" per chi viene in Sicilia. L'app sarà facoltativa e permetterà a chi arriva nell'Isola di poter essere assistito dal personale medico dell'Unità sanitaria turistica in caso di bisogno». Il presidente della Regione Nello Musumeci, ospite di "Un Giorno da Pecora" su Rai Radio 1, precisa la linea che il governo intende seguire, prendendo le distanze dalla "patente" sanitaria richiesta dal governatore della Sardegna e anche dalle polemiche con il sindaco di Milano, Sala.


In Sicilia «non ci saranno limitazioni negli ingressi», assicura il presidente della Regione, ma «soltanto i controlli col termoscanner» agli arrivi in aeroporti, porti e stazioni. «Per entrare in Sicilia - ha spiegato Musumeci - basterà un documento, non ci saranno test aggiuntivi rispetto all'attuale uso del termoscanner. E chi arriva, se vuole, in maniera assolutamente facoltativa, può accedere all'app 'Sicilia sicura' con la quale resta in contatto durante tutto il suo soggiorno nell'Isola con il nostro sistema sanitario regionale. In ognuna delle nove province della Sicilia stiamo istituendo l’Unità sanitaria turistica: un sistema di contatto immediato per chi dovesse avere bisogno, per qualunque ragione, di assistenza sanitaria al di là di quella ordinariamente offerta».


«Noi - ha ricordato Musumeci - abbiamo sempre parlato di protocollo di sicurezza perché riteniamo che sia giusto che il villeggiante sappia che, se vuole, può essere accompagnato dal nostro sistema sanitario. Domani ci incontreremo con tutti i governatori per definire il protocollo di sicurezza. E' chiaro che ogni regione può adottare un sistema ma deve essere nella cornice che deve stabilire il governo nazionale». Musumeci ha anche aggiunto che Il 3 giugno ci sarà «un incontro con tutti, anche con i responsabili di porti e aeroporti, perché serve il coinvolgimento degli operatori e presenteremo alla stampa il protocollo. E noi contiamo dal 5 giugno di potere essere già operativi». Confermata anche la consulenza di Guido Bertolaso per «mettere su il protocollo di sicurezza».