Search
  • Redazione

Musumeci presents the app Sicilia Si Cura: «Tourism in safety, we are in phase two and a half»

Opening and monitoring. An app for those arriving on the Island and 80 new doctors hired by the Region to safely face the tourist season that is about to start.



It started what the President of the Sicilian Region, Nello Musumeci, calls «phase two and a half, a phase in which we must and want to combine prudence and revival».


«We have created a Department that brings together personnel from the Departments of Tourism, of Health and of Production Activities and we have initiated a protocol to restart safely. In this work we have the help of Guido Bertolaso who will have to monitor its application for a few weeks. We hope that Bertolaso will continue to work with us even after the monitoring». These are the words of the Sicilian governor at this morning's press conference where the program "Sicilia Si Cura" was presented. The government intends to regulate the return to mobility on the island and the opening up of the island to tourism.


About Bertolaso, Musumeci said that «he accepted the job for one euro. He helped us to draw up a protocol for a safe departure. In order not to burden the Region with expenses, he used his boat as accommodation». In fact, it is known that the former head of civil protection keeps a boat in Trapani.


Bertolaso, for his part, said that «every challenge of the coronavirus emergency is compelling, that we will work in June to finalize the security protocol that will have to operate at full capacity from July until the end of September».


About the tourist season, Musumeci explained that there are no «sanctions. We are sure that the tourists will cooperate. The tourist is the first to have an interest in using the app. We are counting on people's sense of responsibility». «There will be a detailed monitoring activity - Bertolaso added - because the purpose of the app "Sicilia Si Cura" is not only to host tourists in peace but also to reassure the Sicilians».


THE APP. «It is easy to use the app that we will try to implement», Bertolaso said. Through the app those who arrive in Sicily communicate their presence on the island and indicate their state of health. «The purpose - the Councillor for Health, Ruggero Razza, explained - is to put those who arrive in contact with the health system. Through the indications given by the tourist the health system learns with a sort of pre triage useful information about health and the area frequented by the visitor». The app costs a few tens of thousands of euros and is a sort of upgrade of the one used by those who returned to Sicily in the acute phase of the pandemic. The app will be available from June 5th.



(ITA) Musumeci presenta l'app Sicilia Si Cura: «Turismo in sicurezza, siamo nella fase due e mezzo»


Apertura e monitoraggio, un 'app per chi arriva nell'Isola e 80 nuovi medici assunti dalla Regione per affrontare in sicurezza la stagione turistica che sta per prendere il via.


Ha preso il via quella che il presidente della Regione, Nello Musumeci, chiama «fase due e mezzo, una fase in cui dobbiamo e vogliamo coniugare prudenza e rilancio».


«Abbiamo creato un Dipartimento che mette insieme personale dei dipartimenti Attività produttive, Turismo e Salute e abbiamo dato il via a un protocollo per ripartire in sicurezza. In questo lavoro abbiamo avuto l’aiuto di Guido Bertolaso che dovrà per qualche settimana monitorarne l’applicazione. Ci auguriamo poi che Bertolaso continui a collaborare con noi anche dopo il monitoraggio». Queste le parole del governatore siciliano alla conferenza stampa di questa mattina in cui è stato presentato il programma «Sicilia Si Cura» , piano con cui il governo intende disciplinare la fase del ritorno alla mobilità nell’isola e l’apertura al turismo.


A proposito di Bertolaso, Musumeci ha detto che «ha accettato l’incarico col compenso di un euro. Ci ha aiutato a redigere un protocollo per ripartire in sicurezza. Per non gravare la Regione di spese ha usato la sua barca come alloggio». E' noto infatti che l'ex capo della protezione civile tiene una barca a Trapani.


Bertolaso, dal canto suo, ha detto che ogni sfida dell'emergenza coronavirus è avvincente, che si lavorerà a giugno per mettere a punto il protocollo di sicurezza che dovrà funzionare a regime da luglio sino a fine settembre».


A proposito della stagione turistica, Musumeci  ha spiegato che non sono previste «sanzioni. Siamo certo che i turisti collaboreranno. Il turista è il primo ad avere interesse all’uso dell’app. Contiamo sul senso di responsabilità delle persone». «Ci sarà una attività di monitoraggio dettagliata - ha aggiunto Bertolaso - perché lo scopo dell’app "Sicilia Si Cura" non è solo ospitare in tranquillità i turisti ma anche rassicurare i siciliani». 


L'APP. «E' un’app facile da usare che cercheremo di implementare», ha detto Bertolaso. Tramite l’applicazione chi arriva in Sicilia comunica la sua presenza nell’isola e indica il proprio stato di salute. «Lo scopo - ha spiegato l’assessore alla Salute, Razza - è mettere chi arriva in contatto col sistema sanitario. Tramite le indicazioni date dal turista il sistema sanitario apprende con una sorta di pre triage notizie utili sulla salute e sull'area frequentata dal visitatore». L’app costa poche decine di migliaia di euro e costituisce una sorta di upgrade di quella utilizzata da chi è rientrato in Sicilia nella fase acuta della pandemia.