Search
  • Redazione

Palermo, agreement for regional office center in via La Malfa, now the call for design

The project for the new great center for the offices of the Sicilian Region goes ahead. In Rome, the agreement between the Region and Cassa Depositi e Prestiti (Cdp) was signed for the project of the office centre to be built in the area located in Via Ugo La Malfa, to replace the complex built by the dissolved Mining Authority and currently used by the Regional Department of Territory and Environment.



The memorandum of understanding was signed by Governor Nello Musumeci and the Managing Director of Cassa Depositi e Prestiti, Fabrizio Palermo.


The new structure will have to accommodate all the central offices of the regional administration. For the construction of the building, the regional government has estimated to invest about 425 million euros.


According to the agreement, Cdp will provide technical-administrative consultancy to the Sicilian Region in the various steps of the intervention: from the tender for the assignment of design services to the development of the design itself, up to the contract for the construction of the work. Just a few days ago, the Budget Committee of the Sicilian Regional Assembly had given its opinion in favour of the project of the great work.


The objective is to realize a project of high architectural value, with great attention to the environmental sustainability of the intervention, in particular with regard to the components of energy consumption, landscape and quality of life. The building must be equipped with the most advanced technological and plant engineering solutions, in full compliance with the principles of environmental sustainability and with the utmost attention to safety levels as well as to the quality and comfort of the work spaces.


The next step by the Regional Technical Department will be the publication of the call for the choice of the project. It is estimated that within a year they can reach the executive one, with which they can, immediately afterwards, move on to the implementation phase.



(ITA) Palermo, Regione e Cdp siglano accordo per centro direzionale in via La Malfa


Il progetto per il nuovo centro direzionale degli uffici della Regione Siciliana va avanti. A Roma è stato firmato il l'accordo. tra Regione e Cassa Depositi e Prestiti per il progetto del Centro direzionale da realizzare nell'area ubicata in via Ugo La Malfa, in sostituzione del complesso realizzato dal disciolto Ente minerario e attualmente utilizzato dall'assessorato regionale del Territorio e ambiente.


A mettere nero su bianco il protocollo d'intesa sono stati il governatore Nello Musumeci e l'amministratore delegato di Cassa depositi e prestiti, Fabrizio Palermo.


La nuova struttura, dovrà accogliere tutti gli uffici centrali dell'amministrazione regionale. Per la realizzazione dell'edificio la Regione Palazzo Orleans ha stimato di investire circa 425 milioni di euro.

In base all'accordo, Cdp fornirà attività di consulenza tecnico-amministrativa nei confronti della Regione Siciliana nei vari step dell'intervento: dalla gara di assegnazione dei servizi di progettazione allo sviluppo della progettazione stessa, sino all'appalto per la realizzazione dell’opera. Proprio nei giorni scorsi, la commissione Bilancio dell'Assemblea regionale siciliana aveva dato il proprio parere favorevole al progetto della grande opera.


L'obiettivo è quello di realizzare un progetto di alto valore architettonico, con grande attenzione alla sostenibilità ambientale dell'intervento, in particolare riguardo alle componenti di consumo energetico, paesaggio e qualità della vita. L'immobile dovrà essere dotato delle più avanzate soluzioni tecnologiche e impiantistiche, nel pieno rispetto dei principi di sostenibilità ambientale e con la massima attenzione ai livelli di sicurezza nonché a quelli di qualità e comfort degli spazi di lavoro. Lo step successivo sarà la pubblicazione del bando da parte del dipartimento regionale Tecnico per la scelta del progetto. Si stima che entro un anno si possa arrivare a quello esecutivo, con il quale si potrà, subito dopo, passare alla fase realizzativa.