Search
  • Redazione

Popularity ranking, mayor of Palermo at the last place, the mayor of Catania at the third last place

It's time for the mayor and regional president rankings. And also the Sicilian first citizens are "evaluated" by the Governance Poll 2020 survey on the level of approval of the Presidents of the 18 directly elected Regions and Mayors of 105 provincial capital cities, carried out for Il Sole 24 Ore of Monday by Noto Sondaggi. And in Sicily there are several surprises.


The mayors of Palermo, Leoluca Orlando (center-left) and Catania, Salvo Pogliese (centre-right), are at the bottom of the list. Last the first citizen of Palermo, with a popularity of 38.1% (it was 46.3% last year), third last (103rd place) the mayor of Catania who lost 13.4% from 52.1% of the elections to 38.7 of the popularity.


Among the mayors the big surprise is the placement of the mayor of Messina, Cateno De Luca, elected with a civic list in 2018, which goes from 65.3% to 67.4 (+2.1%) in approval, second place overall in the national ranking.


Collapses the mayor of Trapani, Giacomo Tranchida (center-left), which in the special ranking is 39th place (second among Sicilians), but loses 15.6% of approval, from 70.7% to 55.1%. The mayor of Ragusa, Giuseppe Cassì (centre-right) in 47th place gains 1.2% from 53.1% to 54.7%, a slightly positive sign also for the first citizen of Siracusa, Francesco Italia (centre-left), who rises from 53% to 53.4% (+0.4%) in 52nd place.


Down also the mayor of Agrigento Calogero Firetto (centre-left) which is in 79th place and from 59% to 50%, while that of Enna, Maurizio Di Pietro (civic) is in 79th place from 51.9% to 50. Loses 10%, finally, the mayor of Caltanisetta Roberto Gambino (M5s) in 91st place, from 58.9 of the elections goes to 48.9%.


"Judged" also the President of the Region of Sicily, Nello Musumeci, who ranks 12th, increasing by 6% the consensus obtained during the regional elections of 2017 (from 39.8%, to 45.8%). Musumeci therefore grows by 13.3 points compared to last year, is the third president for increased consensus compared to election day.



(ITA) Classifica gradimento del Sole24Ore, sindaco di Palermo all'ultimo posto, quello di Catania terzultimo


E' tempo di classifiche per sindaci e presidente di Regione. E anche i primi cittadini siciliani sono "valutati" dall'indagine Governance Poll 2020 sul livello di gradimento dei presidenti delle 18 Regioni a elezione diretta e dei sindaci di 105 città capoluogo di provincia realizzata per Il Sole 24 Ore del Lunedì da Noto Sondaggi. E in Sicilia ci sono diverse sorprese.


I sindaci di Palermo, Leoluca Orlando e di Catania, Salvo Pogliese, sono in fondo alla classficia. Ultimo il primo cittadino di Palermo, con un gradimento del 38,1% (era al 46,3% l'anno scorso), terz'ultimo (103° posto) il sindaco di Catania che perde il 13,4% passando dal 52,1% delle elezioni al 38,7 del gradimento.


Tra i sindaci la grande sorpresa è il piazzamento del sindaco di Messina Cateno De Luca, eletto con una lista civica nel 2018, che passa dal 65,3% al 67,4 (+2,1%) nel gradimento, secondo posto assoluto nella classifica nazionale.


Crolla il sindaco di Trapani, Giacomo Tranchida (centrosinistra), che nella speciale classifica si attesta 39° posto (secondo tra i siciliani), ma perde il 15,6% del gradimento, dal 70,7% al 55,1%. Il sindaco di Ragusa, Giuseppe Cassì (centrodestra) al 47° posto guadagna l'1,2% passando dal 53,1% al 54,7%, segno leggermente positivo anche per il primo cittadino di Ragusa, Francesco Italia (centrosinistra), che dal 53% sale al 53,4% (+0,4%) al 52° posto.


Giù anche i sindaci di Agrigento Calogero Firetto (centrosinistra) che si piazza al 79° posto e dal 59% scende al 50%, mentre quello di Enna, Maurizio Di Pietro (civica) si attesta al 79° posto dal 51,9% passa al 50. Perde il 10%, infine, il sindaco di Caltanisetta Roberto Gambino (M5s) al 91° posto, dal 58,9 delle elezioni va al 48,9% del gradimento.


"Giudicato" anche il presidente della Regione Sicilia, Nello Musumeci, che si classifica al 12° posto aumentando del 6% il consenso ottenuto in occasione delle regionali del 2017 (dal 39,8%, al 45,8%). Musumeci cresce quindi di 13,3 punti rispetto all'anno scorso, è il terzo presidente per aumento del consenso rispetto al giorno delle elezioni.