Search
  • Redazione

Restorative NeuroTechnologies, glasses and software for rehabilitation from neurological diseases

The startup in Palermo has just received an important round of financing to launch its products, certified by Ministry of Health, in the international market.


Restorative NeuroTechnologies team

A pair of special glasses, equipped with prismatic lenses and a software to which are associated several activities defined as games (serious games), able to stimulate the plasticity of the human brain through cognitive activities, promoting a path of recovery of cognitive functions in patients suffering from neurological diseases. This is the "product" that the Sicilian startup Restorative NeuroTechnologies launches in the international markets, also thanks to funding of over one million euros from investors who positively evaluate the activity of the Palermo-based company.


The last round of financing was provided by new investors, including CDP Venture Capital Sgr - Fondo Nazionale Innovazione, 70% owned by CDP Equity (Cassa Depositi e Prestiti Group) and 30% by Invitalia.

Restorative NeuroTechnologies is a startup created under the guidance of Massimiliano Oliveri, a university professor involved in applied research in cognitive neuroscience. His project was created to promote the neuro rehabilitation of diseases such as stroke and dementia.

The story of Oliveri, specialized in Harward, started from university research, and landed in the world of entrepreneurship after participating in the StartCup competition organized by the Arca Consortium of Palermo in 2014. In that year, the NeuroTeam laboratory, born as a university spin-off and managed by the professor from Palermo, took part in the competition, highlighting itself thanks to a device characterized by interactive technological glasses. Thanks to the support provided by Consorzio Arca, the group transformed a product hypothesis into a business idea, verified its feasibility and started working on its prototype. The highly specialized group of researchers was accompanied by Arca's tutors to the creation of the first university spinoff, Neuroteam.


MindLenses, the special glasses, equipped with prismatic lenses

With the first funding obtained on these occasions, the MindLenses product was developed, consisting of a pair of special glasses, equipped with prismatic lenses that divert the field of vision to the right or left. The research team discovered that the deviation induced by prismatic lenses is detected by the brain, which puts in place compensation mechanisms to stimulate the rehabilitation process. From these observations was born a software to which are associated several activities defined in the form of games (serious games), able to stimulate the plasticity of the human brain through cognitive activities, promoting a path of recovery of cognitive functions in patients suffering from neurological diseases.

The development of the software process associated with prismatic lenses was made possible thanks to the collaboration of a group of former students of Professor Oliveri who in 2018, thanks to a first group of investors, SocialFare seed of Turin, built the foundations of the current system, now certified by the Ministry of Health as a medical device that can be used by psychologists and doctors for the rehabilitation, even at a distance, of people who have suffered strokes or are suffering from neurodegenerative diseases.


Following the product certification process started in 2019, Restorative NeuroTechnologies participated in a call for funding promoted by EIT Health (the health section of the European Institute of Technology). This call, called Headstart, involved more than 40 innovative startups at European level and after a selection process selected the product by the Sicilian company as the winner, awarding it a prize of 40,000 euros.


However, the most important news came in recent days, during the COVID-19 emergency, when the Palermo-based company attracted the interest of new investors, including CDP Venture Capital Sgr.


Restorative Neurotechnologies has also prepared a free app to enhance cognitive functions and train the brain, called MODLY. It is downloadable on Play Store. The app supports telerobilization activities and has been developed by a team of neuropsychologists; every month new games are available to range between different types of training.



(ITA) Restorative NeuroTechnologies, occhiali e software per la riabilitazione dalle malattie neurologiche

La startup di Palermo ha appena ricevuto un importante round di finanziamento per lanciare i suoi prodotti nel mercato internazionale


Un paio di occhiali speciali, dotati di lenti prismatiche e un software al quale sono associate diverse attività definite sotto forma di gioco (serious games), in grado di stimolare la plasticità del cervello umano tramite attività cognitive, favorendo un percorso di ripresa delle funzioni cognitive nei pazienti affetti da malattie neurologiche. E' questo il "prodotto" che lancia la startup siciliana Restorative NeuroTechnologies nel panorama dei mercati internazionali, anche grazie a finanziamenti per oltre un milione di euro da parte di investitori che valutano positivamente l'attività dell'azienda palermitana.


Ultimo round di finanziamento, quello di nuovi investitori, tra cui CDP Venture Capital Sgr - Fondo Nazionale Innovazione partecipato al 70% da CDP Equity (Gruppo Cassa Depositi e Prestiti) ed al 30 % da Invitalia. 

Restorative NeuroTechnologies è una startup nata sotto la guida di Massimiliano Oliveri, professore universitario impegnato nella ricerca applicata alle neuroscienze cognitive. Il suo progetto, nato per favorire la neuro riabilitazione di malattie come l’ictus e la demenza senile.

La storia di Oliveri, professore universitario di Neuroscienze cognitive, specializzato ad Harward, è partita dalla ricerca universitaria, ed è approdata nel mondo dell'imprenditoria dopo aver partecipato alla competizione StartCup organizzata dal Consorzio Arca di Palermo nel 2014. Nel 2014 il laboratorio NeuroTeam, nato come spin off universitario e gestito dal professore palermitano, prese parte alla competizione mettendosi in luce grazie ad un dispositivo caratterizzato da occhiali tecnologici interattivi. Grazie al supporto fornito dal Consorzio Arca, il gruppo ha trasformato un’ipotesi di prodotto in idea imprenditoriale, ne ha verificato la fattibilità e ha iniziato a lavorare al suo prototipo. Il gruppo di ricercatori, altamente specializzato, è stato accompagnato dai tutor di Arca alla creazione del primo spinoff universitario, Neuroteam.


Con i primi finanziamenti ottenuti in queste occasioni, è stato sviluppato il prodotto MindLenses, consistente in un paio di occhiali speciali, dotati di lenti prismatiche che deviano il campo visivo verso destra o verso sinistra. Il team di ricerca ha scoperto che la deviazione indotta dalle lenti prismatiche viene rilevata dal cervello, che mette in atto dei meccanismi di compensazione in grado di stimolare il processo riabilitativo. Da queste osservazioni è nato un software al quale sono associate diverse attività definite sotto forma di gioco (serious games), in grado di stimolare la plasticità del cervello umano tramite attività cognitive, favorendo un percorso di ripresa delle funzioni cognitive nei pazienti affetti da malattie neurologiche.

Lo sviluppo del processo software associato alle lenti prismatiche è stato reso possibile grazie alla collaborazione di un gruppo di ex studenti del professore Oliveri che nel 2018, grazie ad un primo gruppo di investitori, SocialFare seed di Torino, ha costruito le basi dell’attuale sistema, oggi certificato dal Ministero della Salute come dispositivo medico utilizzabile da psicologi e medici per la riabilitazione, anche a distanza, di soggetti che hanno subito ictus o che sono affetti da malattie neurodegenerative. 


A seguito del percorso di certificazione del prodotto avviato nel 2019, la Restorative NeuroTechnologies ha partecipato ad un bando di finanziamento promosso da EIT Health (la sezione salute dell’Istituto Europeo di Tecnologia). Tale bando, denominato Headstart, ha coinvolto più di 40 startup innovative a livello europeo e dopo un percorso di selezione ha prescelto come vincitrice il prodotto dalla società siciliana, assegnandole un premio di 40.000 euro.


La notizia più importante è arrivata però nei giorni scorsi, durante l’emergenza COVID-19, quando la società palermitana ha attratto l’interesse di nuovi investitori, tra cui CDP Venture Capital Sgr


Restorative Neurotechnologies ha preparato anche un’app gratuita per potenziare le funzioni cognitive e allenare il cervello, si chiamaMODLYed è scaricabile su Play Store. L’applicazione è di supporto alle attività di teleriabilitazione ed è stata sviluppata da un team di neuropsicologi; prevede ogni mese nuovi giochi a disposizione per spaziare tra diversi tipi di allenamento.