Search
  • Redazione

Scuola, in Sicilia anno scolastico al via «solo nel 10% degli istituti scolastici»

Primo giorno di scuola a scarto ridotto in Sicilia: solo il 10 per cento degli istituti ha avviato l'anno scolastico. Il resto aspetta il 24 settembre, grazie all'opzione di scelta data dalla Regione. Problemi su banchi, locali, personale.



«Sappiamo con certezza - rivela Adriano Rizza, segretario regionale della Flc Cgil - che sono poche le scuole che hanno iniziato oggi le lezioni. Prevalentemente scuole del II grado. Quelle del I ciclo (infanzia, primaria e I grado) hanno preferito posticipare perché mancano ancora i banchi monoposto (solo il 5% dei 2,5 milioni previsti sono stati consegnati) in Sicilia siamo a poche centinaia rispetto ai 400.000 che si aspettano».


Inoltre, aggiunge Rizza, «molti locali scolastici ancora non sono stati consegnati. Ma soprattutto, il problema riguarda il sistema di reclutamento che è andato in tilt: graduatorie provinciali per le supplenze (GPS) con 70.000 domande in Sicilia ma con tantissimi errori. E le scuole stanno facendo grande fatica per trovare il personale. Tra l'altro il MInistero ha inviato una nota a tutti i Dirigenti scolastici per sapere esattamente quanti degli 8 milioni di studenti (in Sicilia sono circa 717.000) sono stati presenti oggi nelle scuole». Vedremo cosa verrà fuori da questo censimento.


«In Sicilia - dice anche Francesca Bellia, segretario regionale Cisl Scuola - il primo giorno di scuola c'è stato solo per il dieci per cento degli istituti. Nella nostra isola, in realtà, il primo giorno di scuola sarà il 24 settembre, perché quasi tutti hanno preferito fare slittare a quella data l'avvio dell'anno scolastico».