Search
  • Gianluca Reale

Sicily, Phase 2, 60% of regional trains operating from May 4th


«From May 4th, rail transport in Sicily will also enter the 'Phase 2' of the coronavirus emergency: regional travel will rise from 20 percent, the share we maintained during the lockdown, to about 60 percent compared to the numbers before restrictions. Without prejudice to the limitations on trains from outside Sicily, we thus guarantee the social distancing necessary to avoid a new growth in infections, but we also start a progressive improvement of the service for the benefit of the free movement of citizens». This was announced by the Regional Councilor for Infrastructure and Transport Marco Falcone, in view of the date that will reduce the restrictions on travel introduced to stop Covid-19.

«So we restart the engine of Sicily - continues the commissioner - restarting the races on the most popular routes by commuters such as Palermo-Catania, Messina-Palermo, Messina-Catania-Syracuse and Agrigento-Palermo. Then, in the second decade of May, the reopening of Catania-Caltagirone and Siracusa-Modica-Caltanissetta is scheduled. Gradually - concludes Falcone - we return to normal, as we prepare for the arrival on the entire Sicilian network of new trains purchased by the Musumeci government, scheduled for July. We discussed this plan today by videoconference with the trade associations and Trenitalia».



(ITA) Fase 2, dal 4 maggio operativi 60% dei treni regionali


«Dal 4 maggio anche il trasporto ferroviario in Sicilia entrerà nella 'Fase 2' dell'emergenza coronavirus: le corse regionali saliranno dal 20 per cento, la quota che abbiamo mantenuto durante il lockdown, a circa il 60 per cento rispetto ai numeri precedenti alle restrizioni. Fermo restando le limitazioni sui treni provenienti da fuori Sicilia, garantiamo così il distanziamento sociale necessario per evitare una nuova crescita dei contagi, ma anche avviamo un progressivo miglioramento del servizio a vantaggio della libera circolazione dei cittadini».


Lo annuncia l'assessore regionale alle Infrastrutture e ai Trasporti Marco Falcone, in vista della data che vedrà ridursi le limitazioni agli spostamenti introdotte per fermare il Covid-19.


«Riaccendiamo così il motore della Sicilia - prosegue l'assessore - riavviando le corse sulle tratte più frequentate dai pendolari come la Palermo-Catania, la Messina-Palermo, la Messina-Catania-Siracusa e la Agrigento-Palermo. Nella seconda decade di maggio, poi, è in programma la riapertura della Catania-Caltagirone e della Siracusa-Modica-Caltanissetta. Gradualmente - conclude Falcone - si torna alla normalità, mentre ci prepariamo all'arrivo su tutta la rete siciliana dei nuovi treni acquistati dal governo Musumeci, previsto per luglio. Di tale Piano abbiamo discusso oggi in videoconferenza con le associazioni di categoria e Trenitalia».