Search
  • Redazione

Soccer, Calcio Catania, Sigi is the new owner of the "rossazzurro" club

Updated: Jul 25

Sigi Spa is the new owner of Calcio Catania. The company represented by lawyer Giovanni Ferraù, president of the Board of Directors, presented the only offer to take over the club as part of the competitive procedure held this morning at the Catania court. This is how, after sixteen years, the club was closed by Antonino Pulvirenti.



Thus ended the competitive procedure initiated by the Court of Catania, during the course of which - but not as part of the proceedings - Finaria, the holding company of Antonino Pulvirenti, which holds 95% of the shares of Calcio Catania, was also declared bankrupt. The Court, however, went ahead with the competitive procedure already begun, which today, as expected, ended with the opening of the bids received: only one, that of Sigi.


And here come the first comments. «I want to express on behalf of the entire Forza Italia community of Catania - Marco Falcone, Regional Councillor for Infrastructure here in the role of commissioner of Forza Italia in Catania and province, says - my best wishes for good work to Sigi, to the entrepreneurs of the team who are showing vision and courage. Today we learn good news that has become reality thanks to a spirit of enterprise that must take root everywhere in Sicily. Now that serial number 11700 is in safety, the biggest challenge of the sporting revival of the "Rosazzurri" and the economic recovery of the club is looming before Sigi and the entire city community. We trust in the skills and the project of the team represented by lawyer Giovanni Ferraù, a friend with great professional, human and ethical qualities, which I have appreciated since university».



(ITA) Calcio Catania, la Sigi è la nuova proprietaria del club rossazzurro


Il Calcio Catania ha un nuovo proprietario. La Sigi Spa è la nuova proprietaria del club rossazzurro. La società rappresentata dall'avvocato Giovanni Ferraù, presidente del Cda, ha presentato l'unica offerta per rilevare il club nell'ambito della procedura competitiva svoltasi questa mattina al tribunale di Catania. Si chiude così, dopo sedici anni, l'era targata Antonino Pulvirenti.


Si è conclusa così la procedura competitiva avviata dal tribunale, durante il cui corso - ma non all'interno del procedimento - è stata anche dichiarata fallita Finaria, la holding di Antonino Pulvirenti che detiene il 95% delle azioni del Calcio Catania. Il tribunale, però, è andata avanti con la procedura competitiva già avviata che oggi, come previsto, si è conclusa con l'apertura delle offerte pervenute: una sola, quella di Sigi.


E arrivano i primi commenti. «Voglio formulare a nome di tutta la comunità forzista di Catania - dice Marco Falcone, assessore regionale alle Infrastrutture qui nella veste di commissario di Forza Italia a Catania e provincia - i migliori auguri di buon lavoro alla Sigi, agli imprenditori della cordata che stanno dando prova di capacità di visione e di coraggio. Oggi apprendiamo una bella notizia divenuta realtà grazie a uno spirito di intrapresa che deve attecchire ovunque in Sicilia. Adesso che la matricola 11700 è in sicurezza, si profila davanti a Sigi e all'intera comunità cittadina la sfida più grande del rilancio sportivo dei rossazzurri e del risanamento economico del club. Confidiamo nelle capacità e nel progetto della cordata rappresentata dall'avvocato Giovanni Ferraù, un amico dalle grandi qualità professionali, umane ed etiche, che apprezzo fin dai tempi dell'università».