Search
  • Gianluca Reale

Social emergency funds, Caronia (Lega): «Immediate support for families»


This afternoon the Budget Committee of the Regional Assembly recently approved an amendment that aims to unlock the stalemate that has arisen for the use of regional funds destined for the food emergency in Sicily. «With the proposed rule - says Marianna Caronia of the League, promoter of the initiative - it will be possible to derogate from the rules for changes in the budgets of the Municipalities, and a municipal council provision will be sufficient to make the sums available and therefore be able to start distribution to the families. Finally - adds the parliamentarian - with an act of common sense we are moving towards the release of a situation that for weeks, as the Anci had also pointed out, made it impossible to use sums that are instead very urgent to deal with the emergency social that you are created for Covid-19. As soon as the regulation is operational, the Municipalities will finally be able to start the calls and assign contributions to families; contributions, it should be remembered, intended for primary needs, food, medicines, hygiene and childcare products». In the meantime, Giuseppe Badagliacca from Csa-Cisal also intervenes on the regional financial law from outside the building, asking that "adequate sums be provided to support workers in the health system. We ask the political forces for a precise assumption of responsibility: adequate sums must be found immediately to protect the health of Sicilians through support for the health system in all its forms. This is why specific appropriations are also needed for Seus 118 but also for those in which the subsidiaries, Sas, are employed, who serve in the Asps of our Island».





Oggi pomeriggio la Commissione Bilancio dell’Assemblea Regionale ha approvato poco fa un emendamento che mira a sbloccare la situazione di stallo che si è creata per l’utilizzo dei fondi regionali destinati all’emergenza alimentare in Sicilia. «Con la norma proposta – afferma Marianna Caronia della Lega, promotrice dell'iniziativa – si potrà derogare alle norme per le modifiche dei bilanci dei Comuni, e sarà sufficiente un provvedimento di Giunta comunale per rendere disponibili le somme e poter quindi avviare la distribuzione alle famiglie. Finalmente - aggiunge la parlamentare - con un atto di buon senso si va verso lo sblocco di una situazione che da settimane, come aveva sottolineato anche l’Anci, ha reso impossibile l’utilizzo di somme che sono invece urgentissime per far fronte all’emergenza sociale che si è

creata per il Covid-19. Appena la norma sarà operativa, i Comuni potranno finalmente avviare i

bandi ed assegnare i contributi alle famiglie; contributi, è bene ricordarlo, destinati a bisogni primari, al cibo, ai medicinali, prodotti per l’igiene e per l’infanzia».


Intanto, sulla legge finanziaria regionale interviene, dall'esterno del palazzo, anche Giuseppe Badagliacca del Csa-Cisal, chiedendo che «siano previste somme adeguate per sostenere lavoratrici e lavoratori del sistema sanitario. Chiediamo alle forze politiche una precisa assunzione di responsabilità: bisogna trovare subito somme adeguate per tutelare la salute dei siciliani attraverso il sostegno al sistema sanitario in tutte le sue forme. Per questo servono stanziamenti specifici anche per la Seus 118 ma anche per quelle partecipate, come la Sas, che prestano servizio presso le Asp della nostra Isola».