Search
  • Gianluca Reale

Sympathy for Nazism? Controversy with ready denial between Fatto Quotidiano and Councillor Samonà

Updated: Oct 8

The "blizzard" over the alleged and immediately clearly denied Nazi sympathies of Councillor Alberto Samonà rises like a tornado, but seems to vanish before it does any damage.

Alberto Samonà's Facebook page

An article by Giuseppe Lo Bianco, on "Il Fatto Quotidano", reveals a book written by the Councillor for Cultural Heritage and Sicilian Identity at the age of thirty. "ll Fatto" refers to a poem by Samonà. «"Warriors of light generated by ancient father and mother earth. In the sacrifice of the last Thule. Monks of honor''. And above the verses the title, two swirls of ink to dispel any doubts about the author's youthful pro-Nazi passions: "Schutz Staffeln'', the infamous Ss».


At the news there was controversy, even rightly so. A Nazi sympathy in an openly right-wing man may be plausible. Even within the Lega, in Sicily, the thing has caused a stir. The regional parliamentarian, Marianna Caronia, who is also outgoing, hastened to make a note. «I await a denial of what was reported in a national newspaper about a "hymn" to the Ss by Councillor Alberto Samonà», Caronia says. «I expect Lega to clarify, at its highest level, whether the author of such abominable expressions and appreciations can remain in his place or whether he should not be quickly and warmly invited to resign».


Even PD attacks. «If Musumeci does not agree with the words published by "Il Fatto Quotidiano" attributed to Samonà and without a clear denial - says Giuseppe Lupo, PD group leader at the regional Assembly - he has the obligation to immediately revoke him from office».


Samonà actually denied this with a post on his facebook profile, even arguing enough. «An article in "Il fatto Quotidiano" of today depicts me as a sort of dangerous post-Nazi of my youth years. Given that Nazism was a horror of history and must be condemned without appeal, it is all too easy to create "scoops" when there is no "scoop"», Samonà wrote. The councilor of Lega undelines that it is a book «in which I had included, as a list, a series of examples that in various historical epochs had represented different expressions of historical references linked to esoteric or metaphysical themes» and that the article did not describe all the other cases reported. The journalist of "Il fatto", Samonà writes, «decontextualizes, making what it is not, giving the impression of political sympathies of the undersigned that do not exist».


Then he lists a series of initiatives in which he participated, also alongside the Jewish community. To announce, finally, that «the Cultural department of Sicilian Region is working, on my impulse, on a large exhibition, conceived as a journey through history, society and the psyche, on the need to break down the walls associated with the idea of separation, of "ghetto". An exhibition with 27 artists, mostly from Israel».



(ITA) Simpatie per il nazismo, polemica con pronta smentita tra Fatto Quotidiano e assessore Samonà


La "bufera" sulle presunte e subito nettamente smentite simpatie naziste dell'assessore Alberto Samonà si alza come un tornado, ma sembra svanire prima che faccia danni.


Un articolo di Giuseppe Lo Bianco, sul Fatto Quotidano, rivela un libro scritto dall'assessore ai beni Culturali e all'identità siciliana all'età di trent'anni. Il "Fatto" fa riferimento a una poesia di Samonà. «“Guerrieri della luce generati da padre antico e dalla madre terra. Nel sacrificio dell’ultima Thule. Monaci dell’onore’’. E sopra i versi il titolo, due sciabolate d’inchiostro a fugare ogni dubbio sulle passioni giovanili filonaziste dell’autore: “Schutz Staffeln’’, le famigerate Ss».


Alla notizie si sono scatenate le polemiche, anche giustamente. Una simpatia nazista in uno uomo dichiaratamente di destra può essere verosimile. Anche all'interno della Lega, in Sicilia, la cosa ha creato sussulti. La parlamentare regionale Marianna Caronia, peraltro data in uscita, si affretta a diramare una nota. «Attendo una smentita di quanto riportato da un quotidiano nazionale circa un "inno" alle SS da parte dell'Assessore Alberto Samonà», dice Caronia. «Mi aspetto che la Lega chiarisca, ai suoi massimi livelli, se l'autore di tali abominevoli espressioni ed apprezzamenti possa rimanere al suo posto o se piuttosto non vada velocemente e caldamente invitato a dimettersi».


Anche il Pd alla carica. «Se Musumeci non condivide le parole pubblicate dal Fatto Quotidiano attribuite a Samonà e senza una chiara smentita - dice Giuseppe Lupo capogruppo Pd all’Ars - ha l’obbligo di revocarlo immediatamente dall’incarico».


Samonà in realtà ha smentito con un post sul suo profilo facebook, anche argomentando abbastanza. «un articolo su “Il fatto quotidiano” di oggi che mi dipinge come una sorta di pericoloso post-nazista dei miei anni giovanili. Premesso che il nazismo è stato un orrore della storia e va condannato senza appello, è fin troppo facile creare “scoop” quando non vi è alcuno “scoop”», ha scritto Samonà. L'assessore leghista precisa che si tratta di un libro «nel quale avevo inserito, a mo’ di elenco, una carrellata di esempi che in varie epoche storiche avevano rappresentato espressioni diverse di riferimenti storici legati a tematiche esoteriche o metafisiche» e che nell'articolo non si sono descritti tutti gli altri casi riportati. Nel libro, scrive Samonà, «si decontestualizza, facendo sembrare ciò che non è, dando l'impressione di simpatie politiche del sottoscritto che non esistono». Elencando poi una serie di iniziativa a cui ha partecipato, anche al fianco della comunità ebraica. Per annunciare, infine, che «come assessorato stiamo lavorando, su mio impulso, a una grande mostra, pensata come un viaggio nella storia, nella società e nella psiche, sulla necessità di abbattere i muri associati all’idea di separazione, di “ghetto”. Una mostra con 27 artisti, per lo più di provenienza israeliana».