Search
  • Redazione

Syracuse, in Francofonte, a marijuana plantation with 700 plants has been seized

The Financiers of the Provincial Command of Catania have seized in Francofonte, in the province of Syracuse, a plantation of Indian hemp with high narcotic potential. The person responsible for the illegal cultivation, the 43-year-old G.V. from Francofonte, has been arrested.

The Marijuana plantation in Francofonte

The investigation activity, carried out by the military of the Economic-Financial Police Unit of Catania, has taken its cue from some reports that have then found effective feedback during some patrols of the territory, carried out also during night time. During the patrols, in fact, the agricultural fund was identified. It was equipped with irrigation system and cared for in a professional manner, where they were kept more than 700 plants of Indian hemp plants reached maturity and ready for harvest. The farmer was arrested in flagrante delicto.


The seized hemp is of the "orange bud" type, a substance characterized by a particularly intense smell and a high concentration of delta-9-tetrahydrocannabinol (THC) - the active ingredient of cannabis. In retail sales it would have yielded up to 500,000 Euros for the person responsible. The plants will now be subjected to technical-scientific analysis to ascertain the actual concentration of THC, which in this specific case can reach a considerable percentage of 16.5%, about 4 times the average concentration in cannabis.



(ITA) Siracusa, a Francofonte sequestra una piantagione di marijuana con 700 piante


I Finanzieri del Comando Provinciale di Catania hanno sequestrato a Francofonte, in provincia di Siracusa, una piantagione di canapa indiana con elevato potenziale stupefacente. Il responsabile della coltivazione illegale, il quarantatreenne G.V. di Francofonte, è stato arrestato.

L’attività d’indagine, svolta dai militari del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Catania, ha preso spunto da alcune segnalazioni che hanno poi trovato effettivo riscontro nel corso di alcune perlustrazioni del territorio, effettuate anche in orario notturno. Nel corso delle perlustrazioni, infatti, è stato individuato il fondo agricolo attrezzato anche con sistema irriguo e curato in maniera professionale, ove erano tenute a dimora oltre 700 piante di canapa indiana giunte a maturazione e pronte per la raccolta. Il coltivatore è stato arrestato in flagranza di reato.


La canapa sottoposta a sequestro è del tipo “orange bud”, sostanza caratterizzata da un odore particolarmente intenso e da un’elevata concentrazione di delta-9-tetraidrocannabinolo (THC) - il principio attivo della cannabis. Nella vendita al dettaglio avrebbe fruttato al responsabile fino a 500.000 Euro. Le piante saranno ora sottoposte ad analisi tecnico-scientifiche per accertare l’effettiva concentrazione di THC, che nel caso specifico può raggiungere anche la considerevole percentuale del 16,5%, circa 4 volte la concentrazione media nella cannabis.