Search
  • Redazione

Tasca D'Almerita, when sustainability is DOC

The numbers are record-breaking, as a "revolution" in the name of sustainability. The numbers of Tasca D'Almerita, a farm that nine years ago chose to join SOStain, a sustainability program for viticulture and wine, are to be applauded. The company, in fact, announced the achieved goals, presenting the Tasca D'Almerita Sustainability Report: over 400 tons of Co2 less released into the atmosphere in the last two years, equal to the emissions absorbed by about 2000 orange trees in the arc 10 years; more than 500,000 kWh of photovoltaic energy produced, which is to say saving the equivalent of carbon dioxide released into the atmosphere by an airplane that travels 829 times the Rome-London section; the milestone of 1,600,000 bottles lightened from 2011 to today (+ 31.2% compared to 2018) with a consequent reduction not only of emissions, but also of raw materials - diesel, sand, soda, limestone - necessary to manufacture a bottle of glass. And yet, 54 more jobs created in the last 4 years, 55,000 euros destined, only in 2019, to projects for the development of the Sicily territory.

«If I had to tell what sustainability is for me - Alberto Tasca, at the helm of the family business, explains - I would say awareness through measurement. When we joined SOStain, we did it to start a process of acquiring awareness, because we wanted to know exactly what effect each action we perform in the vineyard, in the cellar and in general throughout the organization has. SOStain offers us the possibility to measure constantly, through rigorous scientific indicators».


This is the demonstration that there is a Sicily that has the culture of respect for the planet, the territory and love for its land that goes beyond the productive aspect itself. Tasca D'Almerita for nine years has embraced this philosophy and arises. new goals. In the sustainability report it also tracks the commitments for next year, making a real "sustainability estimate". At the base of everything there is the concept of continuous improvement «because sustainability - Alberto Tasca continues - is not a point of arrival but a direction in which to strive through small, big daily challenges». The prestigious American magazine Wine Enthusiast recently awarded Tasca D'Almerita as «European Cellar of the Year». The Relais and Châteaux association has awarded the 2020 Sustainability Trophy to Capofaro Locanda and Malvasia, the Tasca resort on the island of Salina, in the Aeolian Islands. «Today, at a time when this terrible health emergency threatens our health - Alberto Tasca concludes - I am increasingly convinced that I have taken the right path. The goal is to increase the degree of resilience of ecosystems, but it is only by imagining "another society" capable of respecting the beauty of life and in which the dominant value is well-being rather than well-having, which a wide and widespread transformation and an integral development of man is possible».



(ITA) Tasca D'Almerita, quando la sostenibilità è DOC


I numeri sono da primato. Da rivoluzione nel nome della sostenibilità. Quella di Tasca D'Almerita, azienda agricola che nove anni fa ha scelto di aderire a SOStain, programma di sostenibilità per la vitivinicoltura, sono da applausi. L'azienda, ha infatti reso noti i traguardi raggiunti, presentando il Rapporto di sostenibilità Tasca D'Almerita: oltre 400 tonnellate di Co2 in meno immesse in atmosfera negli ultimi due anni, pari alle emissioni assorbite da circa 2000 alberi di arancio nell'arco di 10 anni; più di 500.000 kWh di energia da fotovoltaico prodotta, che è come dire risparmiare l'equivalente dell'anidride carbonica liberata nell'atmosfera da un aereo che percorre 829 volte la tratta Roma-Londra; il traguardo di 1.600.000 bottiglie alleggerite dal 2011 ad oggi (+31,2% rispetto al 2018) con conseguente riduzione non solo delle emissioni, ma anche delle materie prime - gasolio, sabbia, soda, calcare - necessarie per fabbricare una bottiglia di vetro. E ancora, 54 posti di lavoro in più creati negli ultimi 4 anni, 55.000 euro destinati, soltanto nel 2019, a progetti per lo sviluppo del territorio Sicilia.


«Se dovessi raccontare cosa è per me la sostenibilità - spiega Alberto Tasca, alla guida dell'azienda di famiglia - direi consapevolezza tramite misurazione. Quando abbiamo aderito a SOStain, lo abbiamo fatto per iniziare un percorso di acquisizione di consapevolezza, perché volevamo sapere esattamente che effetto ha ogni azione che compiamo in vigna, in cantina e in generale in tutta l'organizzazione. SOStain ci offre la possibilità di misurare costantemente, tramite rigorosi indicatori scientifici».


La dimostrazione che c'è una Sicilia che ha la cultura del rispetto del pianeta, del territorio, l'amore per la propria terra che va oltre l'aspetto produttivo in se. Tasca D'Almerita da nove anni ha sposato questa filosofia e si pone. nuovi traguardi. Nel report di sostenibilità traccia anche gli impegni per l'anno prossimo, facendo un vero e proprio "preventivo di sostenibilità".


Alla base di tutto c'è il concetto di miglioramento continuo "perché la sostenibilità - continua Alberto Tasca - non è un punto di arrivo ma una direzione verso cui tendere attraverso piccole, grandi sfide quotidiane". La prestigiosa testata americana Wine Enthusiast ha recentemente premiato Tasca d'Almerita come "Cantina Europea dell'Anno". L'associazione Relais and Châteaux ha attribuito il Trofeo Sostenibilità 2020 a Capofaro Locanda and Malvasia, il resort dei Tasca sull'isola di Salina, alle Eolie. «Oggi, in un momento in cui questa terribile emergenza sanitaria minaccia la nostra salute - conclude Alberto Tasca - sono sempre più convinto di avere intrapreso la strada giusta. L'obiettivo è l'incremento del grado di resilienza degli ecosistemi, ma è solo immaginando "un'altra società", capace di rispettare la bellezza della vita e in cui il valore dominante è il ben-essere anziché il ben-avere, che è possibile una trasformazione ampia e diffusa e uno sviluppo integrale dell'uomo».