Search
  • Redazione

"Taxi driver" investigation, prostitutions "ring" in the Capo D'Orlando migrants reception center

They would have sold drugs and prostituted some young migrants at the Capo d'Orlando (Me) Reception Centre. This is what emerges from the operation led by Carabinieri today; they have carried out a total of nine precautionary measures, 5 people under house arrest and 4 with compulsory residence. The charge is aiding and abetting prostitution and drug trafficking.



THE NAMES: Giuseppe Campisi, 65 years old, Giuseppe Vilardo, 22, Stefano Palmarino Calà, 22, Andrea Agliolo Quartalaro, 24, and Andrea Scaffidi, 32; Cono Mangano, 32 Giuseppina Chiaia, 29, Maria Tindara Amatracia, 21 and Gaetano Calogero Cambria Zurro, 31.


The investigation, called 'Taxi Driver', was born after the discovery of a prostitution 'ring' that revolved around the Capo d'Orlando migrant reception centre. Campisi was to manage the activity of the young women guests of the Sprar structure, accompanying them to the various appointments and also providing them with an apartment.


In exchange for money and fuel refunds, he also provided a taxi service with his own car to a group of young people dealing marijuana, hashish and cocaine in order to help them evade police controls. During the checks, a kilogram of marijuana was confiscated, hidden in an old building.



(ITA) Indagine "taxi driver", facevano prostituire le migranti del centro di accoglienza di Capo D'Orlando


Avrebbero spacciato droga e fatto prostituire alcune giovani migranti del Centro di accoglienza di Capo d'Orlando (Me). E' quanto emerge dall'operazione dei carabinieri che oggi hanno eseguito complessivamente nove misure cautelari, 5 persone agli arresti domiciliari e 4 con obbligo di dimora. L'accusa è favoreggiamento della prostituzione e spaccio di sostanze stupefacenti.


Ai domiciliari sono finiti Giuseppe Campisi, 65 anni, Giuseppe Vilardo, 22, Stefano Palmarino Calà, 22, Andrea Agliolo Quartalaro, 24, e Andrea Scaffidi, 32; obbligo di dimora per Cono Mangano, 32 Giuseppina Chiaia, 29, Maria Tindara Amatracia, 21 e Gaetano Calogero Cambria Zurro, 31.


L'indagine, denominata 'Taxi Driver', nasce in seguito alla scoperta di un "giro" di prostituzione che ruotava attorno al centro di accoglienza per migranti di Capo d'Orlando. Campisi avrebbe gestito l'attività delle giovani donne ospiti della struttura Sprar, accompagnandole ai vari appuntamenti e fornendo loro anche un appartamento.


In cambio di denaro e rimborsi carburante, forniva anche un servizio taxi con la propria autovettura a un gruppo di giovani dediti allo spaccio di marijuana, hashish e cocaina, al fine di aiutarli ad eludere i controlli delle forze di polizia. Durante i controlli è stato sequestrato un chilogrammo di marijuana, nascosta in un vecchio immobile.