Search
  • Redazione

The PD proposal: «Tax exemption for 10 years for investors in Sicily»

«Companies that decide to invest in Sicily, helping to relaunch the economy and employment, are exempted from paying taxes for 10 years». This is the proposal launched by the Democratic Party at the Sicilian Regional Assembly.


It was illustrated by the PD group leader Giuseppe Lupo, during the debate on the Dem motion "Initiatives for the elaboration and implementation of strategic objectives aimed at the economic revival of the South and Sicily".


«We ask the regional government to start a dialogue with the national government and, in full compliance with the new EU rules to be defined on state aid, implement measures that can attract investment in Sicily to create development and productive work. Also in the light of the rules under examination by the Ministry for the South - Lupo continued - we are convinced that the tax exemption for a period of 10 years for companies wishing to invest in Sicily is the most significant incentive to be activated, provided, of course, that the beneficiary companies comply with a series of parameters indicated by the Region».


«By making Sicily attractive from the fiscal point of view - Lupo concluded - we will be able to bridge the gap that separates us from the North of the country, and therefore be competitive on the growth path that we have the duty to activate for the restart after the Covid19 emergency, which has paralyzed businesses and work».



(ITA) La proposta del PD: «Esenzione dalle tasse per 10 anni per chi investe in Sicilia»


«Le imprese che decidono di investire in Sicilia, contribuendo a rilanciare economia ed occupazione, siano esentate dal pagamento delle imposte per 10 anni». È questa la proposta lanciata dal Partito Democratico all’Ars, illustrata all'Assembela regionale siciliana dal capogruppo Giuseppe Lupo, nel corso del dibattito sulla mozione Dem “Iniziative per l'elaborazione e l'attuazione di obiettivi strategici rivolti al rilancio economico del Meridione e della Sicilia”.


«Chiediamo al governo regionale di avviare un dialogo con il governo nazionale e, nel pieno rispetto delle nuove regole comunitarie da definire sugli aiuti di Stato, attuare misure che possano attrarre investimenti in Sicilia per creare sviluppo e lavoro produttivo. Anche alla luce delle norme all’esame del Ministero per il Sud – ha proseguito Lupo – siamo convinti che l’esenzione dalle imposte per un periodo di 10 anni per le imprese che intendono investire in Sicilia sia l’incentivo più significativo da potere attivare, naturalmente a condizione che le imprese beneficiarie rispettino una serie di parametri indicati dalla Regione».


«Rendendo la Sicilia attrattiva dal punto di vista fiscale – ha concluso Lupo - potremo colmare il divario che ci distanzia dal Nord del Paese, ed essere dunque competitivi sul percorso di crescita che abbiamo il dovere di attivare per la ripartenza dopo l’emergenza Covid19, che ha paralizzato imprese e lavoro».