Search
  • Redazione

The square and the 'phase 3' of Lega: flat tax and stop to tax cpllection

Lega also takes to the square, with the whole centre-right parties. Even in Sicily.«We are in the Sicilian squares to launch phase 3 of our democracy», says Matteo Francilia, commissioner of the Lega in the province of Messina and mayor of Furci Siculo.



The "young promise" on whom Matteo Salvini bets in Sicily. So much so that his was the name that circulated at first for the chair of Councillor for Cultural Heritage. Nothing in fact, then, but Francilia remains one of the most prominent young people in Salvini's party. Therefore, he was also one of the first to announce his presence at the «Italy does not give up» event launched by Lega, Fratelli d'Italia and Forza Italia in the Italian squares on the occasion of the Republic Day.


Also in Sicily Lega, Fratelli d'Italia and Forza Italia organized common events in the nine Sicilian provincial capitals: «From Messina to Trapani and again in Palermo, Catania, Syracuse and the other Sicilian provinces - Francilia explains - we are in the squares of our cities to start 'phase 3' of our republican experience. It is a manifestation of solidarity with the Italians who fought the pandemic and now want to take their destiny back into their own hands against a confused and incapable national government. The country awaits a response to the economic and social crisis, we need to restore confidence in business». How? «With the flat tax». And then «to really help traders, artisans and VAT, to cut bureaucracy and relieve the tax burden with the stop to the tax collection».




La piazza e la 'fase 3' della Lega: flat tax e stop alle cartelle fiscali


Anche la Lega scende in piazza, con tutto il centrodestra. Anche in Sicilia. «Siamo nelle piazze siciliane per lanciare la fase tre della nostra democrazia», dice Matteo Francilia, commissario della Lega in provincia di Messina e sindaco di Furci Siculo. La "giovane promessa" sui Matteo Salvini scommette in Sicilia. Tanto che il suo era stato il nome che circolava in un primo momento per la poltrona di assessore ai beni Culturali. Niente di fatto, poi, ma Francilia resta uno dei giovani più in vista nel partito di Salvini. Perciò è astato anche uno dei primi a comunicare la presenza alla manifestazione ‘L’Italia non si arrende" lanciata dalla Lega, da Fratelli d'Italia e Forza Italia nelle piazze italiane in occasione della Festa della Repubblica.


Anche in Sicilia Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia hanno organizzato manifestazioni comuni nei nove capoluoghi siciliani: «Da Messina a Trapani e ancora a Palermo, Catania, Siracusa e nelle altre province siciliane - spiega Francilia - siamo nelle piazze delle nostre città per far partire la fase tre della nostra esperienza repubblicana. E’ una manifestazione di solidarietà nei confronti degli italiani che hanno combattuto la pandemia e che adesso vogliono riprendere in mano il loro destino contro un governo nazionale confusionario e incapace. Il Paese attende una risposta alla crisi economica e sociale, serve ridare fiducia alle imprese». Come? «Con la flat tax». E poi «aiutare veramente commercianti, artigiani e partite iva, azzerare la burocrazia e alleviare la pressione fiscale con lo stop alle cartelle».